Aloe: come e quando tagliare le foglie per usare il gel

Le foglie di aloe vera contengono un gel che viene utilizzato per trattare irritazioni della pelle, piccole ustioni, scottature solari, prurito e molte altre condizioni.

Questa pianta è molto utilizzata per le sue proprietà curative e riparatrici, infatti è una delle piante medicinali più utilizzate al mondo.

Ma se hai una pianta di aloe ti sarai sicuramente chiesto: quand’è il momento giusto per tagliare le foglie di aloe? E come faccio per estrarre il gel?

Scopriamo allora insieme quando e soprattutto come tagliare le foglie di aloe per ottenere il gel!

Attenzione: se sei allergico al gel d’aloe indossa dei guanti per evitare irritazioni della pelle.

Aloe adatta per estrarre il gel

Prima di tagliare le foglie della tua pianta, devi assolutamente capire innanzitutto se hai la varietà di aloe giusta.

Non confondere l’aloe arborescens con l’aloe vera. L’aloe arborescens non è adatta all’estrazione del gel e ha foglie meno carnose che crescendo si piegano verso il basso.

L’aloe vera ha foglie molto succose e carnose che crescono erette.

Inoltre, prima di iniziare a raccogliere qualsiasi gel di aloe vera, assicurati di avere una pianta matura.

Una pianta di aloe matura e sana è riconoscibile dalle sue grandi foglie verdi: dovrebbero essere lunghe circa venti centimetri.

L’aloe cresce dal centro verso l’esterno, quindi le foglie più esterne sono le foglie più vecchie, più grandi e più ricche da utilizzare.

Scegli la foglia

Una volta che ti sei accertato che hai la varietà giusta e che la pianta di aloe vera è matura abbastanza, puoi tagliare la foglia che ti interessa per estrarne il gel.

Taglia una delle foglie esterne più grandi, che abbiano almeno 2 o 3 anni, taglia le foglie alla base. Scegli solo foglie sode, verdi, sane e non danneggiate.

Lava bene le mani, quindi pulisci bene le foglie di Aloe vera e asciugale con un tovagliolo di carta.

Questo perché devi mantenere tutto pulito per evitare di contaminare il gel di Aloe vera: è un prodotto vegetale che deve essere trattato quasi come un alimento in termini di igiene.

Taglia la foglia

Usa un un coltello sterilizzato o delle cesoie da giardinaggio e taglia la foglia che hai scelto alla base.

Per rimuovere il gel dalla foglia di aloe vera, devi posizionare la foglia in posizione verticale per consentire al lattice giallo scuro (non commestibile) di scorrere via per circa dieci minuti.

Il taglio ad angolo alla base della foglia aiuta il lattice a defluire più facilmente, in quanto solo un lato è appoggiato al piattino che stai usando per raccogliere questo liquido.

Dopo che il lattice giallognolo è scorso via completamente, lava l’estremità tagliata della foglia per rimuovere il lattice rimasto e tampona delicatamente con un tovagliolo di carta pulito per asciugare.

Rimuovi la punta della foglia

A questo punto hai rimosso la tua foglia dalla pianta madre.

Puoi allora tagliare circa 10 centimetri della punta, poiché questa parte della foglia contiene pochissimo gel e molto più lattice.

Se la foglia è molto lunga, puoi tagliarla a metà così sarà più facile estrarre il gel. Taglia i bordi seghettati con un coltello affilato e pulito.

A questo punto rimuovi lo strato verde esterno con un coltello con la lama in direzione parallela alla foglia, sfilando la pelle dal gel all’interno.

Estrai il gel d’aloe

Con il coltello fai scorrere la lama sotto la pelle per tutta la lunghezza della foglia (come quando sfilacci il pesce da cucinare per cena), cercando di stare vicino alla pelle il più possibile per separare quanto più gel puoi.

Ora che hai rimosso lo strato di foglia da un lato, puoi vedere il gel di colore chiaro all’interno.

Quando la pelle è stata rimossa da un lato, capovolgi con attenzione la foglia e rimuovi la pelle dall’altro lato, lasciando solo il gel trasparente.

Puoi lavare le strisce di gel trasparente delicatamente sotto l’acqua corrente fredda se vuoi rimuovere il lattice rimasto.

Come conservare il gel d’aloe

Arrivato a questo punto, taglia le strisce di gel di aloe vera a cubetti per conservarle o utilizzarle.

I cubetti possono essere messi in un frullatore e frullati in un gel, oppure possono essere messi in congelatore e congelati in un sacchetto da freezer ben sigillato per la conservazione. Puoi conservarlo in congelatore fino a 6 mesi.

Se usi un frullatore non preoccuparti se vedi un po’ di schiuma, lascia solo che il gel si depositi e tornerà da solo alla giusta consistenza.

Puoi conservare il gel di aloe vera in un barattolo chiuso con un coperchio in frigorifero, dove può essere conservato per massimo una settimana.

Adriana Capasso
Nata a Napoli e laureata in Lettere. Convinta che prendersi cura degli esseri viventi, imparando a conoscerli sia, alla fine, prendersi cura di se stessi. Parlo delle piante, ovviamente.