Come usare una compressa di Aspirina per piante più sane!

Sono tanti i prodotti che abbiamo in dispensa che mai ci aspetteremmo di poter utilizzare in giardino.

Ma ciò che più di tutto non avremmo mai pensato di utilizzare per curare il nostro orto è un medicinale utilizzato per il raffreddore: l’aspirina.

Eppure, degli studi confermerebbero il suo effetto benefico sulle nostre piante.

L’aspirina, infatti, contiene un principio attivo noto come acido salicilico, il quale sarebbe in grado di rinforzare il sistema immunitario delle piante.

Perciò, basta una compressa di questo medicinale per coltivare piante sane e prosperose.

Oggi, quindi, scopriremo insieme come utilizzare l’aspirina in giardino per renderlo più bello e fiorito!

Attenzione! Consultate sempre prima un vivaista o floricoltore di fiducia per assicurarvi di non danneggiare le vostre piante.

Contro i parassiti

Come abbiamo già detto, l’aspirina si rivela piuttosto efficace per rinforzare il sistema immunitario delle piante.

Di conseguenza, le piante diventano più resistenti e sono in grado di difendersi dall’attacco dei parassiti.

Lasciate sciogliere, quindi, 1 compressa di aspirina in circa 1 litro di acqua.

Accertatevi, inoltre, che sia ben sciolta prima di spruzzare la soluzione sulle vostre piante.

N.B Non aumentate le dosi perché potreste danneggiarle.

Aumenta la crescita delle piante

L’aspirina, inoltre, aiuta anche le piante a crescere più velocemente e più sane.

Tutto ciò che dovrete fare è sciogliere, quindi, 3 compresse di aspirina in 3 litri di acqua.

Lasciate, poi, che si sciolgano bene e versate il tutto in un flacone con spray.

Dopodiché, spruzzate la soluzione nel vostro giardino ogni tre settimane durante la stagione di crescita.

Le piante di pomodori, patate, melanzane e peperoni sono quelle che maggiormente traggono beneficio dall’utilizzo dell’aspirina.

Non tutte le piante, infatti, sono adatte al trattamento con questo medicinale.

Aiuta i fiori recisi a durare di più

Oltre all’azione protettiva e oltre a stimolare la crescita delle piante, l’aspirina aiuta anche i fiori recisi a durare più a lungo.

Vi basterà aggiungere metà compressa di aspirina in un litro di acqua e versare la soluzione nel vaso che ospita i vostri fiori.

L’acido salicilico aiuterà a ridurre la produzione di etilene, responsabile dell’appassimento floreale.

E… i vostri fiori rimarranno freschi più a lungo!

Come anti-fungino

L’acido salicilico vanta anche delle proprietà anti-fungine, in grado di combattere i funghi che attaccano le piante.

Inoltre, rallenta la crescita della muffa che potrebbe portare alla morte del fiore.

Una compressa di aspirina diluita in un litro di acqua, quindi, può essere davvero efficace per prevenire la formazione dei funghi e delle muffe.

Per propagare le piante da talee

Infine, l’utilizzo dell’aspirina vi aiuterà anche a propagare le piante da talee.

Invece, infatti, di utilizzare la corteccia di salice che contiene ormoni della crescita, potete utilizzare l’acido salicilico contenuto nell’aspirina.

Questo acido è lo stesso che si trova nei salici e funziona, quindi, allo stesso modo.

Perciò, possiamo utilizzarlo per preparare una soluzione di radicazione molto efficace.

Prendete, innanzitutto, una tazza di acqua distillata e sciogliete al suo interno una compressa di aspirina.

Vi consigliamo l’acqua distillata perché favorisce il totale scioglimento della compressa.

A questo punto, immergete l’estremità tagliata della pianta nella soluzione e lasciatela per qualche ora prima di piantarla.

Così, potrete ottenere nuove piantine in poco tempo!

N.B Questo trucchetto vale solo per le talee, perché permettono una copia esatta genetica della pianta madre.

Importante

Il trucchetto dell’aspirina non funziona con tutte le piante.

Perciò, potrebbe essere utile provarlo prima sulla pianta utilizzando ¼ della compressa diluita in molta acqua.

In questo modo, potrete essere certe di non danneggiare le vostre piante.

Inoltre, non esagerate con le quantità e non utilizzate mai più di una compressa per ogni litro di acqua.

Infine, utilizzate questo rimedio una volta ogni tre settimane e non troppo spesso per non indebolire le piante.

Maddalena Cimmino
Maddalena Cimmino
Nata a Napoli, sono laureata in Lingue e comunicazione interculturale. Appassionata di lettura, di musica, di serie tv e di tutto ciò che riguarda la bellezza, la cosmesi naturale, e il benessere green.