Come usare le foglie secche autunnali per il compost

Le foglie sono uno dei più comuni materiali da riciclo ricchi di nutrienti in natura.

Durante tutta la stagione di crescita, sono fabbriche di cibo per alberi e arbusti, trasformando la luce del sole e l’acqua in nutrienti.

Poi, quando le temperature notturne si raffreddano e le giornate si accorciano, le foglie cadono sul terreno. In tal modo, restituiscono al suolo una grande quantità di nutrienti.

Alla fine i resti delle foglie diventano parte della terra ricca, scura e profumata che continua a sostenere le future generazioni di piante e animali.

Anche nel tuo giardino le foglie sono altrettanto utili. Inoltre, hai la capacità di influenzare il processo di decomposizione spostandole, conservandole, triturandole e incorporandole con altri ingredienti del compost.

Scopriamo insieme alcuni dei modi migliori per utilizzare le foglie autunnali per il tuo compost!

Metodo semplice per raccogliere le foglie

Uno dei modi più semplici per raccogliere le foglie, sminuzzarle e creare un cumulo di compost è raccoglierle con un tosaerba.

Il tosaerba macina le foglie ricche di carbonio insieme ai residui di erba ad alto contenuto di azoto, creando un’eccellente miscela di compost.

Svuota semplicemente il sacco di raccolta in un mucchio compatto e aggiungi acqua a sufficienza per bagnare completamente la miscela.

Continua ad accumulare le foglie in un contenitore per il compostaggio quindi coprila con un telo per trattenere l’umidità e bloccare la luce solare.

Gira la miscela 1 volta alla settimana e il tutto sarà pronto per l’uso entro due mesi.

Compost di materiale marrone e verde

Nei sistemi di compostaggio tradizionali, gli ingredienti sono classificati come verdiricchi di azoto o marroniad alto contenuto di carbonio.

I batteri e altri microbi di compostaggio hanno bisogno di un rapporto 4-1 tra marroni e verdi per elaborare il compost in modo efficiente.

All’inizio della stagione, le foglie autunnali offrono una discreta quantità di azoto, ma man mano che la stagione avanza e le foglie si seccano e si decompongono, diventano rapidamente una fonte primaria di carbonio.

Quando aggiungi foglie cadute a questo tipo di sistema, considerale quindi come materiale marrone.

Compost di foglie

In molte aree, le foglie continuano a cadere anche dopo che l’erba smette di crescere. Questo è il momento perfetto per fare il compost di foglie.

Il compost di foglie è un “compost freddo” fatto di nient’altro che foglie cadute.

Poiché si fa affidamento sui funghi che accelerano il processo di decomposizione, può essere necessario un anno o più per completare un lotto, ma la creazione di muffe fogliari non richiede lavoro da parte tua oltre alla raccolta di una pila di foglie cadute.

In un luogo ombreggiato, puoi costruire il tuo contenitore usando dei paletti e del filo di recinzione per costruire un bidone circolare alto circa 1 metro.

Rivesti le pareti del bidone con plastica per ridurre al minimo la perdita di umidità, lasciando il fondo aperto. Riempi il cestino con le foglie cadute, bagnandole man mano che procedi.

Apri il cesto entro un anno o due per raccogliere il compost di foglie.

Compost con vermi

Il compostaggio dei vermi è un modo per produrre rapidamente il compost in uno spazio ristretto.

Questo metodo si avvia con vermi e una sorta di lettiera ricca di materiale marrone, a cui vengono aggiunti scarti di cucina e altro materiale ad alto contenuto di azoto in piccole quantità nel tempo.

Il materiale della lettiera cattura l’umidità e le sostanze nutritive in eccesso, fornisce riparo ai vermi e mantiene la consistenza del compost molto più aperta.

Per avviare un cesto per il compostaggio dei vermi, riempi un contenitore di plastica per circa tre quarti di foglie sminuzzate.

Bagna bene le foglie e aggiungi i vermi al cestino, nutrili settimanalmente con avanzi di cucina tritati finemente.

Pacciame di foglie

Le foglie cadute in autunno possono essere utilizzate anche come pacciamatura.

Il compostaggio non è necessario prima di utilizzare le foglie cadute per il pacciame, anche se si consiglia la triturazione.

Le foglie si decompongono lentamente durante l’inverno e la primavera, nutrendo i microrganismi e le piante che vivono nel suolo poiché aiutano a proteggere e migliorare il terreno.

Raccogli le foglie sminuzzate da usare sul terreno delle tue verdure, erbe, fiori e piantagioni.

Applica strati sottili di pacciame fogliare, non più spessi di due 4 centimetri. Gli strati più spessi assorbiranno l’acqua piovana a scapito delle piante sottostanti.

Usale come letto da giardino

Un altro buon modo per godere dei benefici delle foglie cadute è impilarle su un’aiuola dormiente.

Mentre coprono il suolo durante l’inverno, isolano il terreno da ampie variazioni di temperatura, consentendo all’azione biologica di continuare.

I funghi continuano a decomporre le foglie che sono a stretto contatto con il terreno e i vermi viaggiano tra il mucchio di foglie e gli strati inferiori del terreno per incorporare il materiale.

Se non stai usando le foglie autunnali nel tuo regime di cura del prato, è tempo di riconsiderare le tue abitudini.

Le foglie autunnali aggiungono una quantità significativa di oligoelementi e nutrienti vegetali alla miscela.

Adriana Capasso
Nata a Napoli e laureata in Lettere. Convinta che prendersi cura degli esseri viventi, imparando a conoscerli sia, alla fine, prendersi cura di se stessi. Parlo delle piante, ovviamente.