Puoi prolungare la durata della fioritura del Falso Gelsomino se segui questi Consigli

Se stai cercando una pianta dai fiori profumati non puoi fare a meno del Trachelospermum jasminoides, comunemente riconosciuto come falso gelsomino.

I suoi fiori hanno un profumo dolce e particolarmente forte, e la sua natura rampicante può decorare ogni genere di ambiente.

La sua fioritura a partire da maggio è particolarmente esplosiva. Ma è possibile fare in modo di prolungarla e godere del suo profumo per più tempo?

Vediamo insieme quali attenzioni riservare al falso gelsomino per avere una durata dei fiori prolungata.

Rinvasa al momento giusto

Se coltivato in vaso, il falso gelsomino ha bisogno di un rinvaso costante.

Ti aspetto nel nostro Gruppo Facebook dove puoi spiegarci il TUO dubbio su fiori e piante... e non dimenticare di mettere una foto della tua pianta così capisco subito il problema! Ti Aspetto!

Questo vuol dire che richiede un rinnovo del terriccio ogni anno, tale da garantirgli tutti i nutrienti di cui ha bisogno non solo per fiorire ma per sostenere la fioritura.

Tra febbraio e marzo puoi recuperare tutto quanto serve per rinvasare il tuo falso gelsomino.

Assicurati che la miscela utilizzata di terriccio sia soffice e particolarmente drenante, visto che ha bisogno di innaffiature frequenti nel periodo estivo.

Concima regolarmente

La fioritura è il periodo di maggior dispendio di energie della pianta e per questo motivo e visto quanto possono essere vigorose le fioriture del falso gelsomino, il terriccio va adeguatamente arricchito in modo da nutrire la pianta.

A partire dall’inizio della primavera, quando il falso gelsomino comincia a mettere su germogli sarebbe bene concimare il terriccio ogni 15 giorni fino alla fioritura e per tutto il periodo estivo.

Puoi utilizzare concimi fai da te a base di potassio realizzati con bucce di banana oppure a base di azoto realizzati con i fondi di caffè.

Puoi utilizzare anche concimi granulari a lento rilascio, da distribuire lontano dal corpo centrale della pianta.

Durante il periodo invernale puoi arricchire il terriccio con dello stallatico a lento rilascio.

Innaffia regolarmente

Oltre ai nutrienti necessari, per sostenere una fioritura così vigorosa, le cellule vegetali hanno bisogno di acqua e di mantenersi idratate.

Inoltre, una corretta irrigazione consente ai nutrienti che sono nel terriccio di disciogliersi ed essere assorbiti dalle radici.

A partire da maggio sarebbe bene innaffiare il falso gelsomino almeno ogni 5 giorni, soprattutto se in vaso: il terriccio in vaso tende ad asciugarsi più velocemente.

Assicurati che il terriccio sia ben drenato per evitare ristagni.

Se non riesci a gestire con cadenza fissa le innaffiature, puoi pure innaffiare il tuo falso gelsomino al bisogno, testando l’umidità del terriccio con le dita.

Dalle le giuste ore di luce

Il falso gelsomino apprezza particolarmente la luce solare e non teme esposizioni ai raggi più cocenti.

Essendo una pianta rustica e tenace può dare grandi soddisfazioni se esposta in una posizione a sud oppure a ovest, dalla quale possa godere dei raggi del sole pienamente.

È importante che, qualunque sia la posizione, anche se esposta ad est, possa godere della luce diretta per almeno 6 ore al giorno.

Giuseppe Iozzi
Nato a Napoli. Psicologo, col pollice verde. Ascolto i pazienti per professione, parlo alle piante per passione.