Come fare il concime anti-afa per il Ficus Bonsai

Le sue piccole foglie e il tronco in miniatura, in aggiunta alla sua resistenza, lo rendono uno dei bonsai più amati: parliamo del Ficus Bonsai.

Classico bonsai da interni, questa pianta non teme particolarmente il caldo, abituato a temperature abbastanza alte. In piena estate, però, spesso il caldo torrido è davvero insostenibile e persino il ficus bonsai può risentirne.

Sintomi di questo malessere sono l’ingiallimento e la caduta delle foglie, oltre a un rallentamento o un arresto nella crescita.

Ma sapevi che puoi aiutare il tuo ficus bonsai a resistere con un utilissimo concime naturale? Ecco come prepararlo e utilizzarlo.

Ingredienti

Per realizzare questo concime energetico anti-afa per il ficus bonsai avrai bisogni di:

Ti aspetto nel nostro Gruppo Facebook dove puoi spiegarmi il TUO dubbio su fiori e piante... e non dimenticare di mettere una foto della tua pianta così capisco subito il problema! Ti Aspetto!

  • Buccia di una banana
  • 5 fondi di caffè
  • Gusci di 2 uova

Preparazione

Il processo di preparazione è davvero semplicissimo.

Dovrai semplicemente fare a pezzettini la buccia di banana, magari con aiutandoti con un coltello, mescolarli ai fondi di caffè ridotti in polvere schiacciandoli con le mani e a piccoli pezzetti di gusci d’uova.

Mescola tutti questi ingredienti e vedrai che i fondi di caffè fungeranno quasi da collante.

Da un punto di vista energetico, i gusci d’uovo e i fondi di caffè contengono un’alta concentrazione di azoto e calcio che favoriscono la crescita e la resistenza del tuo ficus bonsai.

Le bucce di banana contengono, invece, potassio che consolidano l’attività vegetativa e danno supporto a un buon mantenimento delle foglie.

Leggi qui per scoprire tutti gli utilizzi dei fondi di caffè in giardino.

Utilizzo

Utilizzare questo concime fai da te consiste semplicemente nello spargerlo sul terriccio mescolandolo un po’ al suo strato più superficiale.

Fallo una prima volta in maniera più abbondante. Innaffia dopo circa 30 minuti per favorire l’assorbimento.

Dopo circa 15-20 giorni, ripeti il procedimento.

Attenzione: se non vuoi ricorrere al fai da te, puoi chiedere un concime adatto al tuo vivaista di fiducia. Ti consiglierà quasi sicuramente un concime bilanciato secondo la formula NPK 10:10:10 da somministrare un paio di volte al mese quando fa più caldo.

E se non si riprende?

Non sempre questo metodo è sufficiente a far riprendere il tuo ficus bonsai. Molto dipende dallo stato di salute iniziale della pianta e da altri fattori, tra cui quelli di esposizione.

Ecco alcuni suggerimenti utili da seguire:

Vaporizza acqua sulle foglie

Per rinfrescare il tuo ficus bonsai e aiutarlo a sopportare l’afa e il caldo torrido, puoi vaporizzare un po’ d’acqua sulle foglie.

L’ideale è utilizzare acqua fresca, non fredda, da spruzzare sulla chioma attraverso una bottiglia spray o un vaporizzatore ogni 2-3 giorni.

Hai trovato della muffa tra le foglie? Scopri qui come risolvere il problema.

Sposta in un luogo più fresco

La temperatura massima che il ficus bonsai può sopportare fino ai 30 °C, ma la temperatura ottimale per questa pianta si aggira intorno ai 20-22 °C (temperatura che andrebbe mantenuta costante sia nei mesi caldi che in quelli freddi).

Un rimedio, quindi, consiste nello spostare la pianta in una stanza un po’ più fresca, almeno fino a settembre.

Pota le foglie gialle

Rimuovere le foglie ormai danneggiate dal sole e dal caldo, magari utilizzando delle cesoie pulite, può essere utile per sfoltire temporaneamente la pianta, evitare eventuali marciumi e malattie, stimolare il rinnovamento delle foglie.

Procedi con cautela e senza esagerare, staccando le foglie gialle e quelle ormai troppo secche.

Per far crescere nuove foglie, puoi seguire i consigli contenuti in questo articolo.

Gianluca Grimaldi
Da sempre sono appassionato di fiori e piante, di giardinaggio e di tutto quello che è "verde". Credo che la parola "ecologia" sia sinonimo della parola "futuro".