Come curare il Gelsomino invernale, che colora il tuo balcone in inverno

Il gelsomino invernale, il cui nome è Jasminum nudiflorum, è una di quelle piante che aiutano a dissipare il grigiore invernale.

Le sue fioriture allegre, dal colore giallo brillante rendono vivaci muretti, balconi e pareti del giardino anche in pieno inverno.

Questa pianta decorativa invernale, a differenza del suo cugino dai fiori bianchi, è molto più semplice da gestire. Averne cura è un vero gioco da ragazzi e la sua abbondante fioritura dà grandi soddisfazioni.

Vediamo insieme come averne cura e rendere vivace il nostro giardino anche in inverno.

Caratteristiche

Le fioriture della stagione fredda sono rare, ma il gelsomino invernale ha la caratteristica di fiorire in gennaio, quindi in pieno inverno, quando la maggior parte delle piante sono dormienti.

A differenza del gelsomino bianco, i fiori coloratissimi del gelsomino invernale non hanno un profumo intenso.

Non si tratta di una vera pianta rampicante ma vista la sua capacità di allungarsi può essere facilmente appoggiato a dei sostegni appositi. Può raggiungere anche i 4 metri di lunghezza.

Oltre ai fiori, le sue foglie verdi e lucide rendono questa pianta molto decorativa per diverse stagioni dell’anno.

Coltivazione e cura

ll gelsomino invernale preferisce un terreno ben drenato. Trattandosi di una pianta invernale è soggetta alle intemperie ed al gelo.

Per questo il terriccio va ben drenato, per evitare non solo marciume radicale, ma anche che l’eccessiva presenza di acqua possa congelare le radici e danneggiare la pianta.

La sua cura non richiede un terriccio specifico. Puoi utilizzare del compost per garantire qualche nutriente in più in un periodo rigido come l’inverno.

Aggiungi del pacciame in primavera: questo farà in modo che possa conservare l’umidità senza trattenere l’acqua nel periodo estivo.

Ama godere del calore della luce diretta del sole: questo conferisce alle sue foglie la colorazione di un verde intenso.

Ha bisogno di potature?

Il gelsomino invernale beneficia della potatura primaverile per incoraggiare nuovi steli e la produzione di fiori.

Per incoraggiare la nuova crescita pota i germogli laterali e rimuovi eventuali legni morti o steli danneggiati. Controlla se alcuni steli devono essere legati delicatamente e sostenuti di nuovo.

Aspetta l’inizio della primavera, una volta che la fioritura è terminata, per potarlo.

Malattie e parassiti

Oltre ad essere una pianta particolarmente resistente al freddo, resiste anche agli attacchi dei parassiti.

Potresti però trovare in primavera afidi o cocciniglia. In base alla gravità dell’infestazione puoi scegliere se usare rimedi naturali come olio di Neem o l’olio bianco oppure ricorrere a pesticidi chimici.

Come farlo arrampicare

Una parte importante della cura del gelsomino invernale, se desideri farlo crescere verticalmente, è indurlo ad arrampicarsi. Questo perché il gelsomino invernale non è propriamente una pianta rampicante.

Scegli un sostegno, che siano canne di bambù, una grata alla parete, o una ringhiera, e comincia a legare i rami man mano che si allungano. Per la crescita verticale, rimuovi i germogli laterali e dai ai rami una forma e una direzione.

Giuseppe Iozzi
Nato a Napoli. Psicologo, col pollice verde. Ascolto i pazienti per professione, parlo alle piante per passione.