Quali sono le malattie del geranio e come curarle

I gerani sono una delle piante da fiore più popolari. Sono molto resistenti ma, come qualsiasi pianta, possono essere colpiti da alcune malattie.

È importante riuscire a capire le malattie del geranio, in modo che scegliamo anche la soluzione giusta.

Ho provato a spiegarti quali sono i problemi più comuni del geranio e quali i metodi migliori per curare una pianta di geranio malata.

Ruggine

La ruggine è una malattia molto comune quando si parla di geranio.

Risulta anche abbastanza facile da identificare. I segni della ruggine sono delle macchie bruno-rossastre che si sviluppano sul lato inferiore delle foglie.

Hanno aree gialle che si formano direttamente sopra le macchie, sulla superficie della foglia.

La soluzione migliore in questo caso per curare un geranio malato affetto da ruggine è rimuovere le foglie infette e applicare un fungicida.

Inoltre può essere utile ripulire il geranio di tanto in tanto, tirando via le erbacce e rimuovendo le foglie morte, cadute sul terreno.

Utilizza degli inerti per creare un terreno ben drenato, ovvero argilla espansa, lapilli o perlite.

Infine, evita di bagnare le foglie e rimuovi le parti malate per ridurre la diffusione della ruggine.

Alternariosi 

L’alternariosi è una malattia che colpisce il geranio ed è causata da un genere di funghi chiamato Alternaria.

I segni visibili di questa malattia sono delle macchie circolari delle foglie di colore marrone scuro.

Per via dell’aspetto delle macchie, le foglie sembrano avere una vera e propria maculatura.

Dopo aver esaminato ogni singola macchia attentamente, vedrai la formazione di anelli concentrici, che ricordano appunto delle macchie maculate. Le macchie possono essere circondate da un alone giallo.

Il trattamento più comune per malattie del geranio come questo è applicare un fungicida.

Inoltre, rimuovi e butta via le foglie infette e non lasciare che le foglie rimangano bagnate molto a lungo.

Infine, per prevenire questa malattia, ti consiglio di potare i tuoi gerani per migliorare la circolazione dell’aria e far sì che ai gerani arrivi meglio la luce del sole.

Malattie batteriche

Le malattie batteriche che colpiscono i gerani si presentano in modi diversi. Può essere identificato dalle sue macchie irregolari, di colore marrone chiaro o marrone.

I batteri si diffondono nella pianta attraverso le venature delle foglie provocando l’appassimento delle foglie stesse, e alla fine dell’intera pianta, terminando con il marciume dello stelo e la morte di tutta la pianta.

La prevenzione di questo tipo di malattia è la cura e la pulizia del tuo geranio. Le piante affette da malattie di questo tipo dovrebbero essere rimosse.

I resti di piante malate dovrebbero essere subito buttati via per evitare che contagino altre piante del tuo balcone.

Una buona soluzione è evitare gli spruzzi d’acqua soprattutto sulle foglie. Dovresti anche ridurre al minimo l’umidità delle foglie innaffiando all’inizio della giornata, in modo che per il resto delle ore la pianta si asciughi bene.

Anche il concime può influire sulla sensibilità del geranio alle malattie: evita di concimare troppo o troppo poco.

Inoltre gli strumenti che usi per le tue piante di geranio devono essere disinfettati frequentemente.

Mi raccomando, non riutilizzare il terreno vecchio di coltura, ma usa sempre terriccio fresco quando rinvasi i tuoi gerani.

Malattie fungine

Le malattie fungine sono comuni nei gerani. Una delle più comuni è la muffa grigia, è una di quelle malattie del geranio che è frequente quando le temperature esterne sono fresche e umide.

Di solito una delle prime parti della pianta a essere infettata è il fiore, che diventa marrone, inizialmente sembra solo impregnato d’acqua, ma se si tratta di un fungo sarà presto ricoperto da muffa grigia.

I fiori colpiti dalle malattie fungine cadono prima del tempo e le foglie toccate dai petali infetti svilupperanno a loro volta delle macchie.

Rimuovi e butta le parti infette della pianta e mantieni il terreno che circonda la pianta libero da resti di foglie secche.

Infine puoi applicare dei fungicidi al primo segno di malattia, questo ridurrà la sua diffusione.

Adriana Capasso
Adriana Capasso
Nata a Napoli e laureata in Lettere. Convinta che prendersi cura degli esseri viventi, imparando a conoscerli sia, alla fine, prendersi cura di se stessi. Parlo delle piante, ovviamente.