5 motivi per cui la tua Hebe non fiorisce

La causa più comune di un’hebe che non fiorisce è la potatura sbagliata.

Se l’hebe viene potata troppo o nel periodo sbagliato dell’anno, puoi tagliare via la crescita da cui l’hebe produce fiori e dunque potrebbe non fiorire fino all’anno successivo.

Tuttavia, ci sono altri motivi che possono causare la mancata fioritura e ciò può essere frustrante poiché i suoi fiori sono unici e rendono la pianta molto decorativa, per cui sarebbe un peccato non goderne.

Scopriamo quindi insieme quali sono i motivi per cui la tua hebe non fiorisce e cosa puoi fare per rimediare!

Potatura eccessiva

I motivi più comuni per la mancata fioritura dell’hebe sono:

  • Potare troppo la vecchia crescita
  • Potatura nel periodo sbagliato dell’anno
  • Non potare per molti anni le rende legnose e con meno fiori

Le Hebe sono piante adattabili e che richiedono poche cure, generalmente crescono meglio con l’incuria piuttosto che con troppe attenzioni.

Tuttavia, richiedono cure particolari quando si tratta di potatura.

È probabile che una potatura troppo forte della vecchia crescita legnosa impedisca all’hebe di fiorire l’anno successivo.

L’Hebe dovrebbe essere potata subito dopo la fioritura. Se poti troppo ad autunno inoltrato o all’inizio della primavera, è probabile che rimuovi la crescita su cui l’hebe dovrebbe far spuntare i suoi fiori.

Non è strettamente necessario potare l’hebe ogni anno, ma se si lascia crescere la pianta per anni senza potare, tende a diventare improduttiva sia in termini di fogliame che di fiori.

Il modo migliore per potare l’hebe in modo che mantenga una buona forma e i fiori a fine estate o autunno è potarla leggermente subito dopo la fioritura.

Pota i rami verdi e flessibili ed evita di potare steli legnosi.

Questo dà all’ebe il tempo di riprendersi dalla potatura prima dell’inverno e consente alla pianta di ricrescere indisturbata in primavera, quindi è pronta a mostrare i suoi fiori in estate.

Se hai perso il periodo ottimale per la potatura dell’hebe (subito dopo la fioritura), ti consiglierei di saltare la potatura per assicurarti che possa fiorire l’estate successiva.

Luce insufficiente per la fioritura

L’Hebe è una pianta perenne da fiore resistente e adattabile che ha requisiti simili alle piante mediterranee e preferisce le aree aperte con pieno sole con almeno 6 ore di sole in estate, ottimali per una buona fioritura.

Tuttavia possono ancora sopravvivere e fiorire con meno ore di luce solare, ma meno ore di sole ci sono, meno energia ha la pianta per mostrare i fiori in estate.

Se l’hebe è in troppa ombra, è probabile che ci sia meno crescita di steli, foglie e fiori.

Per fornire più luce alla tua hebe e aumentare il numero di fiori, prova a tagliare i rami degli alberi che potrebbero fare ombra o le foglie dalle piante vicine.

Se l’Hebe è in piena ombra, è consigliabile trapiantare l’hebe in un luogo più soleggiato, altrimenti è improbabile che la pianta fiorisca al massimo del suo potenziale.

L’hebe potrebbe non fiorire al meglio l’anno successivo poiché potrebbe volerci del tempo prima che si adatti ad una nuova posizione, ma dovrebbe fiorire una volta che si è adattata alla nuova posizione.

Non fiorisce dopo la semina

L’Hebe non fiorisce necessariamente al massimo delle sue potenzialità in estate dopo la semina.

L’hebe che non fiorisce dopo la semina può essere causato da uno shock da trapianto in quanto può esserci un contrasto tra le condizioni in cui è stata coltivata e le condizioni del tuo giardino.

Le Hebe impiegano tempo per stabilirsi nel nuovo terreno anche con condizioni ottimali.

Spesso possono reindirizzare la loro energia allo sviluppo delle radici che cercano di adattarsi alle nuove condizioni piuttosto che fiorire nel primo anno.

Non c’è molto che puoi fare per promuovere i fiori, se non aspettare che l’hebe si adatti al suo nuovo ambiente, tuttavia seguendo le migliori pratiche di cura, dovrebbe aiutare a ridurre al minimo qualsiasi shock da trapianto.

Innaffia l’Hebe per mantenere un terreno uniformemente umido (ma non zuppo) nel primo anno di impianto per evitare che la pianta si secchi mentre le radici crescono e si stabiliscono nel terreno.

Modifica il terreno con il compost prima di piantare e aggiungi uno strato di pacciame per aggiungere sostanze nutritive e conservare l’umidità.

Pianta l’hebe in una zona soleggiata con terreno drenante ed evita la potatura nel primo anno.

Con le giuste pratiche di cura e un po’ di pazienza, l’hebe dovrebbe fiorire bene un anno dopo la semina, quando è più stabile.

Terreno argilloso e pesante

Le Hebe possono avere difficoltà a fiorire se piantate in un terreno argilloso perché i terreni argillosi possono drenare lentamente, il che crea condizioni paludose e aumenta il rischio di marciume radicale.

L’argilla può essere troppo compatta perché le radici possano crescere e stabilirsi.

Se l’hebe deve fare i conti con terreno argilloso e compatto o troppo zuppo, è probabile che sia troppo sotto stress per fiorire.

Troppo fertilizzante

Se aggiungi fertilizzante troppo frequentemente o in concentrazione troppo elevata, l’hebe tende a far crescere molto fogliame rigoglioso e nuovi steli (che possono diventare cadenti) ma con meno fiori.

Le piante di Hebe non necessitano di concimazioni frequenti per fiorire al meglio. Un eccesso di sostanze nutritive (azoto in particolare) può impedire la fioritura dell’hebe.

Le hebe che sono già piantate in un terreno ben preparato con molta materia organica, non richiedono fertilizzanti aggiuntivi per fiorire.

Infatti spesso fioriscono meglio in terreni drenanti e non troppo ricchi di sostanze nutritive.

Riduci l’uso di fertilizzante e attendi fino all’anno prossimo che la concentrazione di azoto diminuisca affinché la pianta fiorisca correttamente, ma nel frattempo goditi le ​​foglie verdi.

Adriana Capasso
Nata a Napoli e laureata in Lettere. Convinta che prendersi cura degli esseri viventi, imparando a conoscerli sia, alla fine, prendersi cura di se stessi. Parlo delle piante, ovviamente.