Hebe: come curarla nel modo giusto

La pianta di Hebe è una delle preferite da molti per la facilità di coltivazione e cura della pianta.

Questi vistosi arbusti si trovano naturalmente sui pendii delle montagne e sulle coste, ma la loro versatilità li ha resi famosi per l’abbellimento di giardini e cortili.

Un tempo parte del genere Veronica, queste piante sono ancora chiamate veronica arbustiva. Ma la moderna classificazione botanica colloca gli arbusti di Hebe in un genere a sé stante.

Questi arbusti compatti sono meglio conosciuti per le loro foglie e fiori colorati. I fiori a spillo possono essere trovati in rosso, rosa, bianco, viola o blu.

Scopriamo subito insieme come curare e coltivare l’Hebe!

Caratteristiche

Troverai qui elencate le caratteristiche dell’hebe, a partire dalle varietà più comuni e più conosciute, fino alle informazioni sulla fioritura.

Varietà

Ci sono quasi un centinaio di specie diverse all’interno del genere Hebe. Alcune delle più comuni sono:

  • Hebe Variegata: come suggerisce il nome, ha foglie variegate con un centro grigio-verde e bordi crema. Quando sono in fiore, compaiono spighe di fiori viola. Questa è una varietà da giardino piuttosto alta.
  • Hebe Western Hills: questo arbusto di Hebe ha una combinazione di foglie grigio argento e fiori bianchi brillanti o color lavanda chiaro.
  • Hebe Red Edge: questa varietà sfoggia foglie argentate blu-verdi. Durante la fioritura, le punte del cespuglio esplodono in splendidi colori rosso-marrone mentre i fiori sbocciano.
  • Hebe Grace Kelly: famoso per le sue belle foglie variegate bianche e verdi, questo è un arbusto di hebe molto popolare. Per completare le sue foglie allegre, questa varietà vanta fiori viola brillante durante la fioritura.

Esposizione

Gli arbusti di Hebe crescono meglio in pieno sole e possono tollerare qualche ora di mezz’ombra.

Tuttavia, se le tue piante di hebe sono troppo in ombra gli steli possono crescere allungati (alla ricerca della luce) e con meno foglie.

Il genere Hebe è abbastanza resistente e può tollerare temperature fredde. Tuttavia, forti gelate possono mettere a dura prova questi arbusti.

Assicurati di proteggerli avvolgendoli o coprendoli prima che arrivino le temperature più fredde.

Questi arbusti crescono meglio in un clima con estati calde e inverni miti.

Fioritura

L’arbusto di Hebe fiorisce in estate, da giugno in poi.

La fioritura può protrarsi fino a settembre se avrai cura di pizzicare man mano i fiori sfioriti.

Alcune varietà di hebe fioriscono anche ad autunno inoltrato, per questo, quando scegli la tua pianta fai caso al periodo di fioritura della varietà scelta.

Coltivazione e cura

Vediamo insieme di quali cure ha bisogno l’hebe per crescere sana e forte, a partire dal terreno di cui ha bisogno fino alle informazioni sulla potatura.

Terreno

Un terreno drenante è necessario per la maggior parte degli arbusti di hebe.

A loro piace che il terreno umido, ma mai zuppo.

Il genere Hebe non si adatta né ad un terreno acido né basico, il terreno neutro è generalmente il migliore.

Gli arbusti di Hebe sono fantastici in giardino, ma possono essere coltivati anche in vaso, in questo caso potrai spostarle in casa durante l’inverno.

Quando innaffiare

Sebbene siano noti per la loro tolleranza alla siccità, l’arbusto di hebe richiede però una buona quantità di acqua per mantenere una crescita perfetta e foglie sane.

Un programma di annaffiatura settimanale (controlla sempre prima il terreno, se umido non bagnare) lo manterrà felice, pieno e rigoglioso.

Concime

Gli arbusti di hebe non richiedono molta concimazione.

Tuttavia, se desideri dare una spinta in più alla tua pianta, concimi organici o compost a fine inverno o all’inizio della primavera aiuterà ad incoraggiare la crescita e la fioritura.

Potatura

La potatura degli arbusti di hebe è facile e aiuta a mantenere la tua pianta piena e cespugliosa.

Una volta che i loro fiori si esauriscono, tagliali per incoraggiare una ulteriore fioritura.

Una volta che ha terminato la sua fioritura, puoi potarlo di un terzo della sua altezza per dare all’arbusto un aspetto più cespuglioso.

Moltiplicazione

La moltiplicazione delle piante di hebe è semplice. Il modo migliore per farlo è attraverso le talee.

Usa cesoie disinfettate, taglia una sezione lunga da 10 a 15 cm dal tuo cespuglio di hebe.

Rimuovi le foglie inferiori dalla talea e lascia solo qualche foglia in cima.

Immergi la talea nell’ormone radicante, questo passaggio è facoltativo ma garantisce il successo della moltiplicazione.

Pianta l’estremità tagliata in un terriccio umido e mantieni le talee umide, ma non zuppe d’acqua.

Quando saranno spuntate le radici potrai spostarle in giardino o nel vaso definitivo.

Malattie e parassiti

Gli arbusti di hebe sono soggetti a malattie fungine che causano macchie marroni sulle foglie.

Queste malattie sono incentivate da vari fattori, per prima cosa se le piante sono troppo affollate e non c’è circolo d’aria più facilmente si diffondono funghi, soprattutto se in più non tieni la pianta pulita e in ordine e innaffi più del dovuto.

Il marciume radicale è un’altra malattia che può contrarre il tuo arbusto di hebe, nel caso in cui il terreno sia rimasto zuppo d’acqua per molto tempo.

Significato

Nella mitologia greca Ebe è la dea della giovinezza.

Figlia di Zeus e di Era, fu considerata dagli antichi Greci come la personificazione della fiorente giovinezza.

Forse i suoi fiori ricordano la gioia della giovinezza? Nel dubbio ci piace pensarlo!

Adriana Capasso
Nata a Napoli e laureata in Lettere. Convinta che prendersi cura degli esseri viventi, imparando a conoscerli sia, alla fine, prendersi cura di se stessi. Parlo delle piante, ovviamente.