La violetta africana non fiorisce più: come rimediare?

Le violette africane sono in grado di fiorire tutto l’anno in casa, ma non fioriranno se uno o più dei loro bisogni fondamentali non vengono soddisfatti.

La ragione più comune per cui le violette africane smettono di fiorire è perché sono in condizioni di scarsa illuminazione.

Anche se non amano la luce solare diretta, hanno bisogno di una luce più intensa possibile per formare i boccioli.

Ma scopriamo insieme perché la violetta africana non fiorisce e come puoi rimediare!

Riceve abbastanza luce?

Uno dei motivi più comuni per cui la violetta africana non fiorisce è che non sta ricevendo abbastanza luce.

Di solito una finestra a est o ovest è adeguata, ma in inverno può essere necessaria qualche ora di luce in più per mantenerla in fiore.

Poca luce può far sì che le violette africane non fioriscano bene. Queste piante preferiscono il sole luminoso e indiretto.

Se la violetta africana non riceve abbastanza luce gli steli si allungano per cercare la luce e producono pochi o nessun fiore.

Però bisogna considerare anche che troppo sole può bruciare le foglie. Una finestra rivolta a est è l’ideale, soprattutto con una tenda che filtri i raggi più intensi del sole.

Annaffiature giuste

Anche il modo in cui dai l’acqua alle tue piante può essere un motivo per la mancata fioritura.

Le violette africane preferiscono avere un terreno umido in modo uniforme: idealmente il terreno deve essere umido come una spugna ben strizzata.

A queste piante non piace seccarsi completamente tra un’annaffiatura e l’altra, ma allo stesso modo devi fare attenzione a non lasciare il terreno fradicio per troppo tempo.

Troppa acqua può portare al marciume delle radici, allo stesso tempo le radici iniziano a morire in un terreno troppo secco.

In ogni caso, le piante di violetta (e le piante sofferenti in generale) spesso sacrificano la fioritura per sopravvivere.

Mancanza di nutrimenti

Anche la mancanza di nutrimenti e concime e l’aria secca possono causare problemi di fioritura nella tua violetta africana.

Concima tutto l’anno con un concime diluito in acqua per piante fiorite e mantieni alta l’umidità intorno alla pianta nebulizzando spesso con uno spruzzino.

Per quanto riguarda il concime, devi sapere che, a differenza delle piante che crescono all’aperto, le piante d’appartamento dipendono totalmente da te: se non sei tu a nutrirle le piante restano senza cibo.

Soprattutto se le violette sono piantate in piccoli vasi, queste piante non hanno una grande riserva di nutrienti. Se non le concimi non hanno i nutrienti necessari da usare per i fiori.

D’altra parte, troppo fertilizzante può portare alla crescita di tante foglie a scapito dei fiori.

Puoi utilizzare un concime bilanciato che contiene tutti i principali nutrienti vegetali: azoto, fosforo e potassio.

L’azoto è importante per la crescita e lo sviluppo di foglie e steli. Il fosforo è importante per radici sane e per la fioritura. Il potassio è necessario per la circolazione dei nutrienti in tutta la pianta.

Rinvaso della violetta africana

Il trapianto in un vaso troppo grande è un altro motivo per cui queste piante smettono di fiorire.

Le violette africane non fioriranno a meno che non siano abbastanza radicate.

Le violette africane preferiscono avere radici che circondano il vaso per fiorire bene.

È buona norma rinvasare periodicamente le piante d’appartamento perché il terriccio dovrebbe essere rinfrescato periodicamente, ma scegli sempre un vaso più grande di massimo 2 centimetri.

Adriana Capasso
Nata a Napoli e laureata in Lettere. Convinta che prendersi cura degli esseri viventi, imparando a conoscerli sia, alla fine, prendersi cura di se stessi. Parlo delle piante, ovviamente.