Ecco perché la Pianta Ragno ha le Foglie bucate

Possono essere individuate una serie di cause responsabili della presenza di grossi buchi sulle foglie della tua pianta ragno e di diversa natura.

Le lunghe foglie variegate possono essere facilmente colpite ed avere un aspetto deturpato, soprattutto nei periodi caldi, quando molti insetti rosicchiatori o malattie fungine proliferano e distruggono il fogliame.

In questi casi è sempre bene conoscere il modo giusto per intervenire non solo dopo aver individuato il responsabile ma anche in modo preventivo.

Ecco quali potrebbero essere le cause e tutto quello che devi fare se la tua pianta ragno presenta buchi sulle foglie.

Si tratta di parassiti

Esistono tutta una schiera di parassiti rosicchiatori, ghiotti delle foglie del falangio che possono nutrirsi per mesi visto le sue abbondanti chiome.

Sono sempre felice di aiutarti ad avere finalmente il "Pollice Verde". Se vuoi ricevere i miei consigli di giardinaggio direttamente sul tuo WhatsApp puoi aggiungermi e fare questa procedura. Oppure puoi entrare nel nostro Gruppo Facebook dove puoi spiegarmi il TUO dubbio su fiori e piante... e non dimenticare di mettere una foto della tua pianta così capisco subito il problema! Ti Aspetto!

Limacce

Conosci le lumache rosse? Queste divoratrici seriali, spesso prive di guscio proliferano negli ambienti più umidi e caldi.

In estate, quando le temperature sono più alte, sbucano dal terriccio, prive di guscio e si nutrono di ogni parte della pianta. La pianta ragno è frondosa e bassa, tutte caratteristiche ben apprezzate dalla limaccia.

Potrai coglierle sul fatto proprio nelle ore notturne, quelle più fresche, e liberartene catturando quelle che vedi e preparando la famosa trappola della birra.

Essendo attratte dal profumo della birra, puoi posizionare il fondo di un vasetto da yogurt nel terriccio con della birra all’interno; le lumache vi cadranno all’interno annegando.

Puoi usare anche dei gusci d’uovo da spargere sul terriccio o pesticidi a base di fondi di caffè.

Bruco verde

Le larve di falena si presentano come piccoli e grassocci bruchi dal verde intenso che divorano le foglie lasciando dei buchi irregolari.

Questi attaccano le foglie soprattutto nei mesi caldi, durante i quali trovano riparo nel terriccio e poi nelle ore fresche strisciano sulla foglia per cibarsene.

Puoi intervenire immediatamente rimuovendoli quando li trovi, dopo aver ispezionato per bene il fogliame.

Puoi inoltre nebulizzare prodotti specifici fai da te come macerati quale quello di ortica o quello a base di aglio e pepe.

Metti a macerare in mezzo litro d’acqua un trito di 30 grammi di pepe e 4 spicchi di aglio, per almeno 12 ore. Filtra il tutto e con uno spruzzino nebulizza tutto l’apparato fogliare abbondantemente.

Afidi

Si tratta di piccoli insetti dal colore verde chiaro che attaccano ogni parte della pianta nutrendosi dei così detti succhi vegetali. Puoi trovarli soprattutto sulla parte inferiore delle foglie.

La parte della foglia attaccata prima rinsecchisce e poi col tempo si sgretola, lasciando buchi vistosi sulle splendide foglie della pianta ragno.

Puoi utilizzare l’olio di Neem da nebulizzare sul fogliame o un sapone insetticida da preparare in modo semplice per fare in modo di debellare l’attacco degli afidi.

Per infestazioni dure da debellare ricorri a pesticidi specifici da banco.

Può essere un fungo

I buchi causati da malattie fungine sono una conseguenza di macchie marroni o rossastre, che col tempo tendono a sbriciolarsi, lasciando grossi buchi spesso con un anello giallo.

Antracnosi

Causato da Colletotrichum, un fungo che prospera velocemente in condizioni di umidità, l’antracnosi è una malattia fungina che provoca delle lesioni alla foglia prima marroni o rossastre.

Col tempo queste parti malate si sbriciolano lasciando la foglia bucata e deturpata. Spesso anche le foglie nuove nascono deformate o accartocciate.

Corineo

Si tratta di una malattia fungina che colpisce prevalentemente gli alberi da frutto ma non disdegna anche altre piante come il falangio, soprattutto se questa si trova nelle vicinanze di alberi infetti.

La malattia si presenta sulle foglie prima con piccole macchie a pois, che poi si svuotano lasciando veri e propri buchi sulle foglie striante della pianta ragno.

Le infezioni da questa patologia si verificano durante i periodi molto umidi e piovosi, con temperature comprese tra i 5 e i 25 °C.

Come intervenire

Contro determinate infezioni fungine è meglio prevenire che curare ma nel caso di malattia avanzata puoi trattare la pianta rinforzandone le difese con prodotti come macerati di equiseto, oppure un macerato di ortica che ha proprietà fungicide.

Contro il corineo e l’antracnosi è possibile fare trattamenti autunnali e invernali, quando il micelio, lo strato superficiale del fungo è dormiente, utilizzando prodotti a base di rame.

Giuseppe Iozzi
Nato a Napoli. Psicologo, col pollice verde. Ascolto i pazienti per professione, parlo alle piante per passione.