5 Piante piccole che puoi tenere in un Terrario

Se vuoi decorare la tua casa o il tuo ufficio con un terrario, ma sei nuovo nel mondo dei terrari, allora questa mini guida fa al caso tuo.

Non tutte le piante sono adatte per la coltivazione in terrario e per questo è importante scegliere bene quale pianta inserire.

Dati i vincoli delle dimensioni di un terrario, l’ultima cosa da fare è scegliere una specie vegetale che crescendo starebbe stretta all’interno di un contenitore in vetro, dunque quali piante sono più adatte ai terrari perché rimangono piccole?

Scopriamolo insieme!

Tillandsia

Quando si tratta di specie vegetali piccole e delicate, la Tillandsia, anche definita air plant, è una scelta perfetta.

Ti aspetto nel nostro Gruppo Facebook dove puoi spiegarmi il TUO dubbio su fiori e piante... e non dimenticare di mettere una foto della tua pianta così capisco subito il problema! Ti Aspetto!

La dimensione media della pianta aerea è di circa 4-5 cm, con alcune più grandi e più mature che raggiungono un’altezza di 10 cm.

Gode di una luce indiretta brillante e la base del terrario deve essere composta di soli inerti e non di terriccio poiché, appunto, essendo una pianta aerea non va coltivata in terreno.

Per innaffiare nebulizza la tillandsia di tanto in tanto ma non inzupparla con l’acqua.

Mini violetta africana

Hai sicuramente familiarità con la violetta africana di dimensioni normali, ma che dire della versione mini?

Questa specie di piante più piccola ha tutto ciò che ami della viola africana standard, ma in una dimensione di circa 12 cm.

Le cultivar Morgans Declan Duff ha fiori bianchi e lavanda, mentre la specie Rob’s Soliloquy ha piccoli fiori rosa.

Non dare alla mini viola africana tutta la luce che forniresti per la sua controparte a grandezza naturale. La luce indiretta e brillante è preferibile, poiché questa pianta ha comunque bisogno di luce per fiorire.

Quando si tratta dei requisiti di irrigazione della mini violetta africana, riduci al minimo anche le quantità d’acqua, soprattutto in un terrario che mantiene alto il livello di umidità.

Minimus Aureus

I terrari hanno un aspetto migliore con una pianta erbacea al loro , quindi il prossimo consiglio è in realtà un’erba chiamata Minimus aureus.

Questa specie di pianta erbacea è perfetta per il tuo terrario e raggiunge un’altezza media di 6 o 8 cm con una crescita lenta .

Il colore del fogliame del Minimus aureus può variare dal verde al giallo fino a una variegata combinazione dei due, quindi non preoccuparti se le foglie assumono una sfumatura gialla nel tempo.

Le condizioni migliori per questa specie sono un terreno umido e una luce indiretta e brillante (un po’ di ombra va bene ma troppa inibisce la crescita).

Fittonia

Se stai cercando una pianta da interno che possa fungere da protagonista del tuo terrario aperto, allora non puoi non considerare la Fittonia.

Non accontentarti di una Fittonia dalle foglie verdi quando hai così tante cultivar tra cui scegliere. A seconda della varietà, puoi avere una pianta con foglie rosa/fucsia e venature verdi o con foglie verdi e venature rosa elettrico.

La Fittonia raggiunge altezze da 6 a 12 cm, quindi è perfetta per un piccolo terrario. Per prenderti cura della pianta, aumenta l’umidità, fornisci luce indiretta ma intensa e inumidisci il terreno quando si asciuga.

Peperomia argyreia

Gli appassionati di piante variegate saranno felici di sapere che la Peperomia argyreia cresce bene nei terrari aperti.

La pianta, nonostante sia una peperomia, non raggiunge altezze di 25 cm come fanno la maggior parte delle peperomie.

La Peperomia argyreia raggiunge un’altezza di 12 cm, perfetta per un piccolo terrario.

Le strisce verde scuro su foglie verde chiaro sono la caratteristica che spiegano il nome comune di peperomia watermelon che ricordano la buccia esterna dell’anguria.

Adriana Capasso
Nata a Napoli e laureata in Lettere. Convinta che prendersi cura degli esseri viventi, imparando a conoscerli sia, alla fine, prendersi cura di se stessi. Parlo delle piante, ovviamente.