Quali piante sono più resistenti al caldo

Con l’arrivo dell’estate si fa strada spesso anche il caldo torrido. Le temperature alte o altissime non sono debilitanti solo per l’uomo ma, alcune volte, lo sono anche per le piante.

In realtà, però, ci sono alcune piante resistenti al caldo o che, addirittura, con le alte temperature danno il meglio di sé crescendo rigogliose.

Conoscerle è importante se si vive in un luogo dove le temperature medie sono alte o se si ha un balcone o un giardino dove il clima è davvero torrido o afoso, ma non si vuole rinunciare al pollice verde.

Ecco qui una lista!

Oleandro

Chi vive nei luoghi mediterranei non può non aver notato, lungo i cigli delle strade o nei giardini, queste piante dai fiori bianchi o rosa e dalle foglie lanceolate color verde intenso: sono gli oleandri.

Adatti a essere coltivati a terra o in vasi abbastanza grandi, gli oleandri sono delle piante che fioriscono proprio nel periodo estivo e che sono estremamente resistenti.

La sua temperatura ideale è compresa, addirittura, tra i 12 e i 35 °C, ma può resistere anche a temperature più alte!

Inoltre, i suoi fiori non subiscono alcun danno dai raggi diretti del sole.

Ibisco

I suoi fiori grandissimi e colorati sono leggendari: parliamo dell’Ibisco.

Adatta agli ambienti molto luminosi, preferibilmente alla luce solare indiretta brillante, resiste bene anche quando la temperatura si aggira intorno ai 30 °C. Anzi, i suoi fiori spuntano proprio tra giugno e settembre quando le temperature sono mediamente molto alte.

Vi chiedete cosa sia la luce solare indiretta? Ecco tutto quello che dovete sapere.

Cycas

Un qualsiasi bambino che la scorge nota la somiglianza con una gigantesca ananas: è la Cycas.

Questa pianta dalle foglie sottili, lunghe e un po’ pungenti resiste benissimo anche nei giardini più caldi e soleggiati.

Anche a 40 °C, non subisce i danni del caldo e resiste bene anche alla siccità: è infatti originaria dei luoghi più caldi dell’Africa, dell’Asia e dell’Oceania.

Cycas con foglie gialle? Potete risolvere così.

Sansevieria

La chiamano Lingua di Suocera, ma il suo nome botanico è Sansevieria.

Questa pianta da interni è adattissima anche alle case senza climatizzatore, molto calde e poco areate.

In estate, potreste anche metterla all’esterno, evitando però la luce diretta del sole.

Attenzione: nonostante la sua nomea di pianta quasi “immortale” fate sempre attenzione ai suoi punti deboli che trovate qui.

Agave

Alcuni la confondono con la Sansevieria, ma ha foglie con una forma a “S”, sinuose e molto lunghe: si tratta dell’Agave.

Pianta succulenta, l’agave cresce rigogliosa a una temperatura compresa tra i 20 e i 30 °C.

N.B: quando la pianta non è ancora matura, può essere un po’ più sensibile alla luce solare diretta e, per questo, dovrebbe essere un po’ protetta dal sole nelle ore centrali della giornata.

Bouganvillea

Una pianta rampicante, tipica dei giardini nei luoghi di mare, con fiori dall’intenso colore rosa-fucsia che incantano chiunque li osservi: la bouganvillea è tra le piante più resistenti al caldo.

Non dà segni di sofferenza nemmeno quando le temperature superano i 35 °C e mantiene la sua fioritura estiva lunga e abbondante.

Innaffiatela, però, con una certa frequenza, mantenendo sempre il terreno abbastanza umido.

Scoprite qui come capire se il vostro giardino è adatto a questa pianta.

Geranio

Sembra un’opzione troppo scontata, eppure il geranio è una pianta da fiori adatta ai luoghi molto caldi.

L’ideale è proteggerla dalla luce solare diretta, evitando che bruci le foglie o i fiori più delicati.

Questa pianta dai meravigliosi fiori, piccoli e coloratissimi, ama una temperatura estiva che si aggira intorno ai 26-28 °C, ma resiste anche a temperature un po’ più alte.

Cercate un modo per rendere il vostro Geranio più folto? Leggete qui!

Gianluca Grimaldi
Da sempre sono appassionato di fiori e piante, di giardinaggio e di tutto quello che è "verde". Credo che la parola "ecologia" sia sinonimo della parola "futuro".