4 Modi per stimolare il Geranio e renderlo più folto e cespuglioso

I gerani sono piante comunissime e non necessitano di molte cure, ma in compenso ci regalano fioriture ricche e adornano i nostri balconi con pochissimo sforzo.

Anche se non sono piante bisognose di attenzioni, talvolta potrebbero crescere un po’ rade, poco cespugliose e in questo modo viene meno la loro bellezza.

Ma c’e sempre una soluzione e bastano pochi passaggi per riportare il tuo geranio alla pienezza di prima.

Vediamo insieme come stimolare il tuo geranio e renderlo più folto!

Stimola i rami laterali

Senza pizzicature e potature regolari, alcune specie di gerani possono crescere molto alte e dunque la pianta sembrerà rada e non cespugliosa.

Ti aspetto nel nostro Gruppo Facebook dove puoi spiegarci il TUO dubbio su fiori e piante... e non dimenticare di mettere una foto della tua pianta così capisco subito il problema! Ti Aspetto!

La potatura viene eseguita per tenere sotto controllo l’altezza e la larghezza del cespuglio, ma pizzicare i fiori è il modo in cui puoi incoraggiare la pienezza.

Quando pizzichi le tue piante, puoi farlo appena sopra un nodo fogliare. Esistono due tipi di nodi: nodi rivolti verso l’interno e verso l’esterno.

Quelli rivolti verso l’esterno sono quelli che dovresti mantenere. I nodi rivolti verso l’interno dovrebbero essere rimossi.

Il motivo per cui dovrai eliminare i rami e i nodi diretti verso l’interno del cespuglio è mantenere una buona circolazione dell’aria.

I giovani gerani cresciuti da zero iniziano a crescere come un unico stelo che cresce dritto verso l’alto verso la luce del sole. Man mano che cresce, vengono prodotti nodi ausiliari ai lati del ramo principale, che poi formano le foglie.

La pianta continuerà a crescere direttamente verso l’alto in questo schema naturale di crescita irregolare fino a quando non intervieni.

Pizzicare i gerani è l’intervento necessario per una crescita cespugliosa, prima viene fatto, più folta cresce la pianta. Lo svantaggio è che la fioritura avviene più tardi nella stagione, ma ne vale la pena per un geranio cespuglioso.

Arresta la crescita irregolare verso l’alto, incoraggiando una maggiore crescita laterale. La pianta impiegherà anni per raggiungere un’altezza di pochi metri, ma man mano che cresce, cresce folta.

Potatura drastica

Poiché i gerani crescono rapidamente, ci sono due approcci per potare una pianta troppo cresciuta:

  • Puoi potare drasticamente tagliandolo a pochi centimetri sopra il livello del terreno
  • Puoi adottare un approccio sul lungo periodo che consiste nel potare gradualmente rimuovendo un terzo della pianta il primo anno, metà della nuova crescita il successivo, quindi iniziare la potatura regolare del geranio per forzarlo in un folto geranio cespuglioso a partire dal terzo anno, e da allora in poi ogni anno.

Il secondo metodo è più adatto per i gerani che sono stati lasciati crescere senza regole per molto tempo e hanno bisogno di una nuova forma.

Per un geranio molto incolto, fai i tagli per ogni ramo alla base, non al centro o vicino alla cima che rimuoverebbe solo le foglie.

Il secondo anno, taglia il 50% dei rami più vecchi rimasti, mantenendo i nuovi rami sul cespuglio.

Il terzo anno è l’inizio della potatura annuale, che è quando iniziare a modellare la pianta. Questo metodo ti consente di mantenere la stragrande maggioranza dell’altezza e della diffusione, annullando la necessità di ridurla al livello del suolo.

Per una potatura normale dovrai eliminare circa 4-5 cm sopra la linea del terreno, inizia con gli steli più lunghi con poco fogliame.

I germogli laterali sono ciò che fa crescere i gerani cespugliosi, quindi elimina gli steli senza o con pochissimi germogli laterali.

Gli steli possono essere tagliati con un paio di forbici affilate. Per la crescita legnosa più grossa vicino alla base, un paio affilato di cesoie farà tagli più puliti.

Concima i tuoi gerani

Come ogni pianta, i principali nutrienti necessari ai gerani sono potassio, fosforo e azoto. Puoi fornire facilmente questi nutrienti con qualsiasi fertilizzante bilanciato (con una sequenza di 3 cifre uguali sull’etichetta ad esempio 10-10-10 o 20-20-20).

Concima i gerani 1 volta ogni tre o quattro settimane.

Considera sempre che un terreno di qualità fornisce gran parte dei minerali necessari per i gerani ed è un buon punto di partenza per la salute della pianta.

Da monitorare invece sono i livelli di magnesio. Un segno di carenza di magnesio è l’ingiallimento delle foglie sulle piante di geranio.

Le foglie gialle possono essere un segno di carenza di azoto, tuttavia, lo stesso problema può sorgere quando la pianta non riesce ad assorbire l’azoto dal terreno.

Se tratti erroneamente le foglie gialle con un fertilizzante a base di azoto più elevato, può portare a bruciature da fertilizzante. Inizia aumentando i livelli di magnesio somministrando occasionalmente sali di Epsom (solfato di magnesio).

Offri la giusta quantità di luce

Un segno inequivocabile di mancanza di luce è la crescita lenta o esile.

Quando i gerani crescono alti ed esili, è perché gli si stanno allungando alla ricerca della luce del sole.

I gerani hanno bisogno da quattro a sei ore di pieno sole al giorno. Se ricevono luce solare screziata, avrà bisogno di più tempo per crescere.

La mancanza di luce solare è ciò che fa sì che gli steli siano alti e sottili. Il risultato è una pianta di geranio dall’aspetto disordinato invece di un cespuglio rigoglioso e colorato.

Adriana Capasso
Nata a Napoli e laureata in Lettere. Convinta che prendersi cura degli esseri viventi, imparando a conoscerli sia, alla fine, prendersi cura di se stessi. Parlo delle piante, ovviamente.