Il tuo giardino è adatto alla bouganville?

Spesso la si vede nei giardini non lontani dal mare: con i suoi colori e i suoi rami sinuosi la bouganville (detta anche bougainvillea) è una pianta che fa sognare chiunque la guardi.

Tra le specie più comuni ci sono sicuramente la Bougainvillea glabra e la Bougainvillea spectabilis, diffusissime nel nostro Paese e che ben si adattano al clima mediterraneo.

Ma è vero che questa pianta può essere coltivata in ogni tipo di giardino? Non è proprio così.

Pur essendo molto resistente, la bouganville ha alcune esigenze che possono essere soddisfatte solo da giardini con caratteristiche particolari.

Scopriamole e vediamo se il vostro giardino è adatto a ospitare questa bellissima pianta.

Grande luminosità

La bouganville dà il meglio di sé se esposta alla luce diretta. Ecco perché è indispensabile piantarla in un giardino che sia esposto alla luce diretta del sole e che non sia in ombra o a mezz’ombra.

La luce diretta è un elemento fondamentale perché i rami di questa pianta crescano e perché, soprattutto, si ricoprano di fiori e bratte colorate tra marzo e settembre.

Questo non vuol dire che una bouganville piantata in un giardino poco luminoso non sopravviverà, ma sicuramente sarà meno rigogliosa e sana di una piantata in pieno sole.

Terreno acido

Un’altra caratteristica importante che il giardino deve possedere per ospitare una bouganville è avere un terriccio con un pH acido.

Il pH del terreno rappresenta l’habitat in cui andranno a svilupparsi e a crescere le radici della pianta: la bouganville ne preferisce uno con pH acido o meglio compreso tra 5,5 e 6,0.

Più semplicemente, si dice che è una pianta acidofila e, in quanto tale, non cresce bene in un ambiente basico.

Cancelli o sostegni

Avendo questa pianta un comportamento rampicante, necessitano di uno spazio dove arrampicarsi o di un sostegno lungo cui farlo.

Per questo è importante che il vostro giardino sia a ridosso di un cancello adatto.

Se non lo è, potete rimediare con dei sostegni che permettano alla bouganville di arrampicarsi.

Niente freddo eccessivo

Una delle cose che la bouganville proprio non sopporta è il freddo.

In inverno, infatti, questa pianta di solito resiste a una temperatura bassa fino ai 7 °C.

Se vivete in un luogo di montagna o dove la temperatura invernale si mantiene ben al di sotto di questa soglia, il vostro giardino non è un luogo adatto per questa pianta.

In tal caso, vi conviene piantarla in vaso e portarla al riparo in un posto più caldo.

In alternativa, potete coprire la pianta con dei teli in nylon quando fa molto freddo.

Un buon tasso di umidità

Ambiente secco? No, grazie!

La bouganville preferisce un tasso di umidità abbastanza alto, altrimenti va incontro a perdita delle foglie e blocco della fioritura.

Quindi, il vostro giardino deve essere abbastanza umido e, in generale, dovete vivere in una zona dove le estati sono umide. Non a caso, questa pianta cresce meglio in prossimità del mare.

Se l’aria nel vostro giardino è un po’ secca, potete spruzzare un po’ d’acqua quotidianamente in modo da alzare naturalmente il tasso di umidità.

Non troppo vento

Per quanto sia resistente, la bouganville non ama i luoghi ventosi.

Il vento, infatti, oltre a far cadere le bratte colorate può, a lungo andare, indebolire l’intera pianta. Infatti, a volte, arriva anche a deformarla o a staccare i rami più sottili.

Per questo, il vostro giardino deve essere abbastanza riparato dal vento.

Gianluca Grimaldi
Gianluca Grimaldi
Da sempre sono appassionato di fiori e piante, di giardinaggio e di tutto quello che è "verde". Credo che la parola "ecologia" sia sinonimo della parola "futuro".