5 Segni che ti avvertono che dovresti assolutamente rinvasare la Sansevieria

Le piante di Sansevieria sono perfette per la casa e non richiedono cure particolari.

Sono quasi impossibili da uccidere, tollerano molte condizioni e gestiscono incredibilmente bene una o due annaffiature mancate.

Tuttavia, per quanto siano facili da curare, puoi incorrere in alcuni problemi quando coltivi queste piante.

Talvolta questi problemi sono causati da una pianta che ha radici sofferenti e necessita di rinvaso, ma come capire quando va rinvasata una sansevieria?

Scopriamolo insieme!

Le radici crescono dai fori di drenaggio

Prima di tutto, assicurati che la tua pianta di sansevieria abbia davvero bisogno di essere rinvasata. Rinvasare una pianta che non ne ha bisogno può causare uno stress inutile.

Il primo segno rivelatore si può applicare a tutte le piante d’appartamento. Se vedi delle radici che crescono fuori dai fori di drenaggio, la tua pianta ha sicuramente bisogno di essere rinvasata.

Sono sempre felice di aiutarti ad avere finalmente il "Pollice Verde". Se vuoi ricevere i miei consigli di giardinaggio direttamente sul tuo WhatsApp puoi aggiungermi e fare questa procedura. Oppure puoi entrare nel nostro Gruppo Facebook dove puoi spiegarmi il TUO dubbio su fiori e piante... e non dimenticare di mettere una foto della tua pianta così capisco subito il problema! Ti Aspetto!

Questo significa che le radici non hanno più spazio per crescere, e ciò le costringe ad uscire dal fondo del vaso in cerca di terreno.

Se lasci il vaso in queste condizioni, le radici faranno fatica ad assorbire acqua e sostanze nutritive dal terreno a causa del sovraffollamento.

Questo arresterà la crescita della pianta e alla fine ucciderà la pianta. Non appena vedi le radici che strisciano fuori dai fori di drenaggio, procurati il necessario e rinvasa la sansevieria.

Il terreno drena troppo rapidamente

Un terreno che drena troppo velocemente, dove l’acqua sembra fuoriuscire dal fondo del vaso quasi immediatamente invece di essere assorbita dal terreno, non produrrà una pianta sana.

Le piante di sansevieria non hanno bisogno di innaffiature frequenti e prosperano lo stesso se trascurate, ma soffriranno comunque per lunghi periodi senza acqua.

Il drenaggio troppo repentino dell’acqua è un segno di scarsa qualità del suolo. Nel tempo, con frequenti annaffiature e crescita delle radici, il terreno inizia a disintegrarsi e a perdere la sua struttura.

Non riesce più trattenere acqua o sostanze nutritive e quindi non può indirizzarle alle radici della pianta.

Questo può anche essere dovuto al fatto che le radici sono cresciute troppo nel vaso. Le radici iniziano a occupare tutto lo spazio disponibile, lasciando sempre meno terreno. Man mano che si compatta o fuoriesce dal vaso, c’è meno terreno per trattenere l’acqua, lasciandola fuoriuscire rapidamente.

Il vaso si sta rompendo

In condizioni particolarmente propizie, la pianta di sansevieria può crescere così vigorosamente e occupare così tanto spazio da far deformare il vaso in cui si trova.

Puoi sentire se un vaso è sul punto di rompersi se i rizomi spingono sui bordi e ne alterano la forma.

Mentre le piante di sansevieria possono gestire un po’ di sovraffollamento (anzi la sansevieria preferisce avere le radici un po’ strette nel vaso), non saranno in grado di sopravvivere in un vaso troppo deformato o addirittura rotto.

L’umidità lascerà il vaso troppo velocemente e le radici inizieranno a diffondersi verso l’esterno, uscendo fuori dal terreno. Prima ancora che la tua pianta abbia la possibilità di rompere il vaso in cui si trova, rinvasala.

La pianta ha diversi cuccioli

Le piante di sansevieria si diffondono producendo nuovi germogli dalla base della pianta.

Sembrano minuscole piante di sansevieria che emergono dal terreno vicino alla pianta madre, collegate da un rizoma.

Mentre un singolo cucciolo non significa necessariamente che la pianta debba essere rinvasata, una pianta con diversi cuccioli alla fine diventerà più grande e toglierà spazio alla pianta madre.

In questo caso, hai l’opportunità di trapiantare il cucciolo in un nuovo vaso. I I cuccioli con abbastanza radici possono essere rimossi dalla pianta madre con un coltello affilato e rinvasati in vasi individuali per crescere in piante ancora più a tutti gli effetti.

La pianta non è stabile nel vaso

Le piante di sansevieria fanno crescere foglie alte e spesse e rizomi forti che possono rendere la pianta molto pesante.

Questo, combinato con la disintegrazione del terreno, può far ribaltare continuamente il vaso. Questo problema non è grave per la pianta, ma segnala anche che devi offrirle un vaso con maggiore stabilità e più terreno per crescere.

Come regola generale, la tua pianta non dovrebbe mai essere più grande del doppio del vaso in cui si trova.

Durante il rinvaso, scegli un vaso di una o due dimensioni in più. Un vaso con troppo spazio in più conterrà troppa acqua, causando marciume radicale.

Adriana Capasso
Nata a Napoli e laureata in Lettere. Convinta che prendersi cura degli esseri viventi, imparando a conoscerli sia, alla fine, prendersi cura di se stessi. Parlo delle piante, ovviamente.