Se il Rosmarino ha Foglie Rugose e Annerite queste potrebbero essere le cause

Tra le aromatiche più comuni, il rosmarino è di certo l’aromatica che riesce a dare il tocco in più ai nostri piatti in cucina.

È facile da coltivare e resistente alla coltivazione in vaso e per questo non manca mai nella nostra collezione di aromatiche.

Tuttavia, non è di certo immune alle malattie e nonostante le sue foglie aghiformi e dalla superficie poco estesa, anch’esso comunica attraverso la superficie delle foglie se ha qualche problema.

Vediamo insieme in che modo rimediare se il rosmarino comincia ad avere foglie rugose, che cominciano ad annerire.

Troppa acqua

Se la foglia comincia ad avere una superficie rugosa, quasi come se avesse delle bollicine e poi annerisce alle estremità è segno di una scorretta irrigazione, quindi un terriccio eccessivamente umido.

Le foglie cominciano a marcire e se questo accade vuol dire che anche l’apparato radicale è soggetto a marciume.

Estrai il rosmarino dal vaso, provvedi a potare via le radici ormai marce. Rinvasa il rosmarino con un terriccio nuovo e asciutto, che sia ben drenante e con componenti grossolane che evitano la formazione di ristagni.

Innaffia il rosmarino solo quando il terriccio è completamente asciutto o potresti causare ristagni pericolosi.

Infezione fungina

L’apparato radicale del tuo rosmarino potrebbe essere stato attaccato da un fungo se le foglie cominciano ad annerire o cominciano ad avere una consistenza rugosa e deforme.

Questo può essere stato causato da un’irrigazione eccessiva oppure da un’infezione fungina trasmessa da parassiti o da spore al vento provenienti da un’altra pianta infetta.

Isola la piantina di rosmarino così da evitare che possa diffondere l’infezione.

A questo punto rinvasa la pianta rinnovando il terriccio e sterilizzando il vaso prima di riutilizzarlo.

Pota via le radici sudice e infette, saranno di sicuro annerite, e cospargi ciò che resta dell’apparato radicale con un fungicida.

Rinvasa la pianta ed evita di eccedere con le innaffiature almeno per il primo periodo.

Hai concimato troppo

Alcuni fertilizzanti liquidi possono essere troppo concentrati e causare, se non ben diluiti, più danni dei benefici per i quali sono stati scelti e utilizzati.

I concimi liquidi vanno sempre ben diluiti, ben oltre le dosi consigliate prima dell’utilizzo.

In questo caso potrebbero aver compromesso le foglioline, dunque sospendi ogni tipo di concimazione e se il terriccio è abbastanza drenante innaffia spesso la piantina così che possa essere ben lavato.

Provvedi al rinvaso se la pianta è conciata male così da darle un terriccio nuovo e privo del carico di fertilizzante a cui la pianta è stata sottoposta.

Sono foglie solo basali

Dai un’occhiata all’intera chioma e se le foglioline colpite fossero esclusivamente quelle basali, allora potrebbe trattarsi di una perdita di foglioline naturale.

Il rosmarino sta crescendo verso l’alto e quindi tende a svuotare le parti basali dei rami.

Provvedi a cimarlo di tanto in tanto per fare in modo che le parti basali possano produrre nuove foglioline.

Giuseppe Iozzi
Nato a Napoli. Psicologo, col pollice verde. Ascolto i pazienti per professione, parlo alle piante per passione.