Perché il Rosmarino si sta seccando?

Il rosmarino può crescere molto bene in vaso grazie alle favorevoli condizioni di drenaggio.

Tuttavia, se il tuo rosmarino in vaso si sta seccando, questo è spesso il risultato di troppa umidità intorno alle radici o di un’irrigazione insufficiente.

Il motivo per cui si sta seccando il tuo rosmarino in vaso è solitamente dovuto al marciume radicale o a malattie fungine, causate dal fatto che il terreno è troppo umido o troppo secco.

Scopriamo insieme perché il tuo rosmarino si sta seccando e cosa puoi fare!

Marciume o malattie fungine

Il rosmarino è un’erba originaria della Francia meridionale, dove prospera nell’ambiente mediterraneo caratterizzato da un sole cocente, suoli sabbiosi e ben drenanti e piogge poco frequenti.

Perché il rosmarino in vaso prosperi, il terreno intorno alle radici deve essere lasciato asciugare un po’ tra i periodi di annaffiatura, replicando le sue condizioni di crescita naturali.

Se il terreno intorno alle radici è costantemente umido, il rosmarino può sviluppare rapidamente il marciume radicale o la malattia fungina chiamata Botrite.

I sintomi del marciume radicale e delle malattie fungine sono:

  • Un aspetto secco
  • Foglie e steli che diventano marroni
  • Un aspetto generale cadente

Può sembrare un paradosso che un rosmarino in vaso sembri secco a causa della troppa acqua, ma il rosmarino è sensibile all’eccessiva annaffiatura e preferisce terreni drenanti che non trattengono l’acqua.

Va notato che l’eccessiva irrigazione non è l’unico fattore che può causare un’eccessiva umidità intorno alle radici che porta al marciume radicale. Altri fattori di rischio sono:

  • Piantare il rosmarino in un terreno ricco di compost che trattiene l’umidità che non è stato miscelato con sabbia per migliorare il drenaggio.
  • L’uso di un vaso che non ha fori di drenaggio alla base.
  • Il sottovaso trattiene troppa acqua ristagnante.

È facile scambiare un rosmarino in vaso che sembra seccarsi per una pianta che richiede più acqua.

Potresti pensare che è giusto aumentare l’annaffiatura che invece aggrava il problema e le condizioni che provocano il marciume radicale.

Il rosmarino è una pianta resistente alla siccità quindi non soffre spesso di stress per la mancanza di annaffiature.

Tuttavia, se il vaso di rosmarino è troppo piccolo, il vaso può riscaldarsi in pieno sole e asciugare prima che le radici del rosmarino abbiano la possibilità di assorbire l’acqua.

Ricorda che un rosmarino disidratato, tende a non sembrare secco ma piuttosto cadente e risponderà bene all’irrigazione.

Vaso senza fori di drenaggio

Uno dei motivi più comuni per cui il terreno è troppo umido per essere tollerato dalle radici di rosmarino è perché il rosmarino è piantato in un vaso che non ha i fori di drenaggio alla base.

Le radici del rosmarino preferiscono che il terreno sia un po’ asciutto tra un’annaffiatura e l’altra, quindi se il rosmarino viene piantato in un vaso decorativo senza drenaggio, il vaso raccoglierà acqua stagnante e il terreno si inzupperà.

Ciò porterà rapidamente alla putrefazione delle radici che trasforma le foglie e gli steli di rosmarino in marrone con un aspetto cadente e la pianta sembra che si stia seccando.

Per evitare che ciò accada:

  • Pianta sempre il rosmarino in un vaso con dei fori di drenaggio alla base in modo che l’acqua in eccesso possa fuoriuscire.
  • Evita di utilizzare un sottovaso per raccogliere l’acqua in eccesso. Se il vaso è in casa e temi che l’acqua fuoriesca sul davanzale della finestra, posiziona un tovagliolo di carta sotto il vaso per alcune ore dopo aver annaffiato.

Annaffiare il rosmarino in vaso

Grazie al suo patrimonio mediterraneo, le piante di rosmarino sono resistenti alla siccità una volta stabilite e richiedono annaffiature solo una volta ogni 2 settimane e forse una volta alla settimana quando fa caldo.

Se innaffi il rosmarino troppo frequentemente il terreno sarà costantemente umido intorno alle radici.

A causa della sua tolleranza alla siccità e alla sensibilità all’acqua, sono causati più problemi per l’eccessiva irrigazione del rosmarino rispetto all’irrigazione insufficiente.

Tuttavia è importante piantare il rosmarino in un vaso di dimensioni medie poiché i vasi più piccoli si riscaldano troppo rapidamente sotto il sole cocente e possono asciugarsi troppo rapidamente prima che le radici assorbano l’acqua in modo efficace.

Se la nuova crescita del rosmarino sta cadendo, questo è un segno che potrebbe non avere abbastanza acqua, ma questo tende ad accadere solo al rosmarino in piccoli vasi o piante d’appartamento che sono state completamente trascurate.

Terreno sabbioso per rosmarino

Uno dei modi migliori per prevenire al rosmarino gli effetti della malattia fungina è fornire alla pianta la miscela di terreno ottimale.

Il rosmarino è una pianta rustica che può crescere in terreni acidi, neutri e alcalini. Tuttavia è particolarmente importante che il terreno sia drenante.

È in queste condizioni di terreno che il rosmarino dà il meglio di sé in termini di salute della pianta, profumo e sapore deciso delle foglie.

È utile replicare il terreno sabbioso aggiungendo un po’ di sabbia o perlite al terriccio in modo che il terreno sia drenante e non trattenga troppa umidità o sostanze nutritive.

Aggiungi circa il 20% di sabbia in un vaso insieme al restante terriccio. Assicurati di utilizzare un normale compost multiuso.

L’aggiunta di sabbia al terriccio assicura che il terreno dreni rapidamente con una consistenza porosa che consente alle radici di stabilirsi e alle radici di respirare.

Adriana Capasso
Nata a Napoli e laureata in Lettere. Convinta che prendersi cura degli esseri viventi, imparando a conoscerli sia, alla fine, prendersi cura di se stessi. Parlo delle piante, ovviamente.