Perché il mio terriccio è pieno di vermi? Ecco gli errori da non fare mai

Probabilmente ti sarà capitato, rinvasando la tua pianta, sia d’appartamento che in balcone, di aver trovato il terriccio infestato da piccoli vermi.

L’intera pianta può essere danneggiata poiché si nutrono di tutti gli elementi organici presenti nel terriccio e anche delle estremità delle radici.

Il loro rosicchiare può portare al marciume radicale. Possono infettare la più sana delle piante, diffondersi rapidamente e col tempo causare la morte della pianta infestata.

Capiamo insieme quali sono le cause e cosa fare quando il terriccio è pieno di vermi.

Vermi marroni o vermi bianchi?

I vermi che si trovano tipicamente nel terreno sono i “nematodi”, vermi marroni, simili ai lombrichi. Si nutrono di radici, provocando l’indebolimento o, nel caso delle infestazioni più gravi, la morte della pianta.

I piccoli vermi bianchi sono in realtà larve: alcune, le “larve di maggiolino”, si nutrono delle radici, altre, le “larve di cetonia”, si nutrono delle sostanze organiche morte.

Cause

Ci sono diverse ragioni, una più probabile dell’altra, che portano alla presenza di colonie di vermi che possono fare del male alle tue piante, sia d’appartamento che da esterno.

Troppa pioggia

Le forti piogge spesso spogliano il terreno dei suoi nutrienti e incoraggiano la crescita di numerosi parassiti.

I terreni inzuppati di acqua spesso permettono a molti organismi di prosperare. I vermi prosperano e si riproducono rapidamente nei terreni umidi.

pH alterato

Un pH del suolo ideale è cruciale per la pianta. Se non controllato o adeguato può limitare la crescita, danneggiare le foglie e le fioriture.

Un pH da acido a neutro riduce al minimo la crescita degli agenti infettivi, e quindi anche dei nostri vermi.

Alta umidità

La maggior parte delle piante d’appartamento prospera in alta umidità, producendo fioriture e foglie vibranti e sane.

Tuttavia, l’eccessiva umidità viene assorbita dalla pianta e la rende sensibile alle infezioni e all’infestazione da parassiti.

I piccoli vermi bianchi depongono numerose uova proprio in condizioni più umide.

Foglie morte e frutti caduti

Molti parassiti e insetti si divertono a nutrirsi di foglie morte e vecchi frutti.

Se la superfice del terriccio non viene pulita spesso diventa un ambiente favorevole per le larve.

Come curare le piante infestate dai vemi

Fortunatamente, i vermi possono essere individuati facilmente, soprattutto quelli bianchi, grazie al loro colore chiaro. Alcuni accorgimenti per la cura delle piante possono prevenirne la morte.

Fai asciugare il terriccio

Dopo la pioggia, se ti accorgi che la pianta resta comunque imbevuta d’acqua, fai in modo che il terriccio possa essere drenato per bene così che coli via tutta l’acqua in eccesso.

Puoi spostare temporaneamente la tua pianta in un luogo più luminoso e caldo così che il terriccio possa asciugarsi.

Cura l’igiene

La chiave per avere piante felici e sane è mantenere una buona igiene. Tieni le foglie pulite, controllale anche sotto, perché è lì che spesso si annidano i parassiti.

Mantieni pulita la superfice del terriccio rimuovendo foglie o frutti o fiori morti; è lì che proliferano i vermi.

Inoltre, se ti accorgi che una pianta è infestata e stai cercando di curarla, nel frattempo mettila in quarantena: allontanala dalle altre per evitare che si infettino tutte.

Rinvasa la pianta

Se le radici e il terriccio sono molto infestate, allora non ti resta che rinvasare la pianta con del terriccio nuovo. Se è presente un numero minimo di vermi, puoi scegliere di curarla mantenendo lo stesso terriccio.

Puoi pulire le radici prima di rinvasare la pianta: togli accuratamente tutto il terriccio precedente e utilizza un prodotto biologico vermicida, che possa disinfettare le radici.

Giuseppe Iozzi
Nato a Napoli. Psicologo, col pollice verde. Ascolto i pazienti per professione, parlo alle piante per passione.