Eschinanto: come curare la pianta dai fiori a forma di rossetto

Quando è coperto da una ricca cascata dei suoi fiori scarlatti, è facile capire perché l’Aeschynanthus radicans prende il nome comune di Pianta Rossetto.

Fornite condizioni di crescita e cure adeguate, questa pianta d’appartamento facile da coltivare abbellirà gli spazi interni con la sua crescita robusta e le fioriture colorate per gli anni a venire.

I fiori crescono in grappoli e, insieme al fogliame ceroso, lucido e verde, hanno un portamento a cascata: questo li rende la scelta ideale per l’uso di vasi sospesi.

Specie epifita (cioè crescono in natura legandosi ad altre piante), queste piante sono originarie delle regioni tropicali del sud-est asiatico. Qui possono essere trovate sui rami degli alberi e nelle fessure delle rocce.

Scopriamo insieme come coltivare la pianta dai fiori a forma di rossetto!

Caratteristiche

Troverai qui elencate le caratteristiche dell’Eschinanto, a partire dalle varietà più comuni e più conosciute, fino alle informazioni sulla fioritura.

Varietà

Data la popolarità delle piante rossetto, non sorprende che siano state sviluppate numerose cultivar (specie create dall’uomo dall’incrocio di più varietà presenti in natura).

Alcune delle più comuni sono:

  • Aeschynanthus radicans ‘Curly‘: le foglie di questa cultivar sono ondulate piuttosto che lisce nell’aspetto, il che significa che si distingue dalla massa.
  • Aeschynanthus radicans ‘Mona Lisa’: noto per avere una caratteristica sfumatura rosso-arancio dei fiori piuttosto che il rosso vibrante di una tradizionale pianta rossetto.
  • Aeschynanthus radicans ‘Variegata’: anche le foglie verdi di questa cultivar hanno toni di giallo, bianco o crema mescolati.

Esposizione

Solo coloro che vivono in climi privi di gelo avranno successo coltivando una pianta rossetto all’aperto.

Tuttavia, coloro che vivono un clima più temperato non rimarranno delusi perché questa pianta fiorita prospera come pianta d’appartamento da interno quando viene coltivata nelle sue condizioni preferite.

Per promuovere la migliore produzione di fiori, è importante posizionare la pianta di eschinanto in un luogo interno che riceva una luce indiretta brillante.

Tuttavia, non metterla in un luogo in cui la pianta riceve la luce solare diretta o il fogliame può bruciare.

Se la tua pianta rossetto non riesce a fiorire e gli steli sono lunghi e dall’aspetto irregolare, è molto probabile che la pianta non riceva una luce adeguata.

Quando il clima si fa mite in primavera puoi metterla all’aperto in un luogo parzialmente ombreggiato.

I raggi diretti del sole sono più forti all’esterno rispetto a quando vengono filtrati attraverso una finestra che entra in casa, quindi assicurati di non posizionarla in un luogo troppo soleggiato o ti ritroverai con le foglie bruciate.

Fioritura

A condizione che ottengano abbastanza calore, umidità e luce solare filtrata, godrai di una prolifica fioritura per gran parte dell’anno. In genere, però, le piante di rossetto fioriscono più abbondantemente in estate e in autunno.

È facile capire da dove la pianta prende il suo nome comune pianta rossetto mentre i luminosi fiori tubolari da 4 cm, rosso-arancioni emergono dal loro calice che assomiglia a tubi di rossetto.

Quando viene data una luce adeguata, puoi goderti le fioriture colorate periodicamente durante tutto l’anno.

Coltivazione e cura

Vediamo insieme di quali cure ha bisogno l’Eschinanto per crescere sano e forte, a partire dal terreno di cui ha bisogno fino alle informazioni sulla potatura.

Terreno

Per garantire una buona cura dell’Aeschynanthus, assicurati di utilizzare un terreno ben aerato e non pesante, poiché i terreni più pesanti non drenano correttamente e rimangono troppo bagnati.

In genere il terriccio classico tende ad essere pesante e dovrà essere miscelato con un altro materiale più leggero, che produrrà il drenaggio adeguato necessario per una crescita sana.

Puoi creare la tua miscela utilizzando 1 parte di terriccio, 1 parte di torba e 1 parte di perlite.

Quando innaffiare

Quando si tratta di annaffiare correttamente la tua pianta rossetto, è meglio lasciare asciugare il quarto superiore del terreno prima di annaffiare.

Infatti, aspettare di annaffiare fino a quando la parte superiore del terreno è asciutta favorisce effettivamente la fioritura.

Dalla primavera all’estate, cioè durante la stagione di crescita attiva, potrebbe essere necessario annaffiare in media una volta alla settimana.

In autunno e durante l’inverno la crescita della pianta rossetto rallenta, quindi richiede meno acqua. Probabilmente dovrai annaffiare solo una volta ogni due o tre settimane.

I segni che la tua pianta rossetto o Eschinanto non riceve abbastanza acqua sono le foglie avvizzite.

Se stai innaffiando eccessivamente la pianta, il fogliame inizia a perdere il suo colore verde brillante. Per la salute della pianta, è meglio saltare un’annaffiatura piuttosto che dare troppa acqua.

Concime

Se il terriccio che hai usato contiene un fertilizzante a lenta cessione incorporato (di solito sotto forma di palline verdi o azzurre), non dovrai preoccuparti di ricostituire il fertilizzante per un massimo di tre mesi.

Dopo tre mesi, puoi aggiungere al terriccio lo stesso fertilizzante a rilascio lento e la pianta è a posto per molti altri mesi.

Puoi anche nutrire la pianta rossetto usando un concime per piante d’appartamento solubile in acqua applicata a metà della forza.

Durante la stagione di crescita dalla primavera all’estate, nutri la pianta di Eschinanto ogni due settimane.

Interrompi mentre la pianta è dormiente in autunno e in inverno.

Potatura

Per promuovere una crescita più folta, puoi potare i lunghi steli sulla tua pianta rossetto, tagliandone circa un terzo.

Ciò impedisce alla pianta di diventare rada e sembrare disordinata. È meglio aspettare fino al termine della fioritura prima della potatura.

Inoltre, poiché i fiori si formano sulle punte delle foglie, la potatura creerà più fiori. Un paio di forbici o potatori manuali funzioneranno bene: dovrai tagliare sempre proprio sopra un nodo fogliare.

Assicurati sempre che le lame dei tuoi strumenti di potatura siano pulite in modo da non trasferire malattie alla tua pianta di Eschinanto.

Moltiplicazione

Non gettare via quelle talee quando poti la pianta rossetto, perché puoi usarle per propagare nuove piante.

L’uso di talee da 10 a 15 cm andrà bene nella moltiplicazione di nuove piante. Piantali usando lo stesso processo che useresti per rinvasare l’intera pianta.

Riempi un vaso con un terreno ricco e drenante e poi annaffia per sistemarlo.
Fai dei fori profondi 3 cm nel terreno e posiziona l’estremità tagliata della pianta rossetto in ciascuno di essi, compattando il terreno intorno.

Innaffia nuovamente il terreno e posiziona il vaso in un luogo caldo che riceve una luce intensa e indiretta.

Dopo circa quattro o sei settimane, le talee della pianta del rossetto dovrebbero formare radici.

Malattie e parassiti

La malattia fungina conosciuta come botrite (Botrytis cinerea) è il più grande problema che colpisce le piante rossetto coltivate come piante d’appartamento.

Il problema compare con macchie nere e lesioni che appaiono sul fogliame o sull’intero stelo.

Le condizioni sono peggiori quando le temperature notturne sono basse e le temperature diurne sono alte e la pianta riceve un alto livello di umidità. È peggio durante i mesi invernali.

Puoi prevenire il problema riducendo la quantità di umidità che la pianta sta ricevendo attraverso l’irrigazione o la nebulizzazione.

Quando nebulizzi la pianta di eschinanto, assicurati di farlo durante il giorno in modo che il fogliame abbia il tempo di asciugarsi completamente di notte.

Nei casi più gravi, puoi spruzzare l’intera pianta usando un fungicida.

Come curare la pianta rossetto?

La pianta rossetto o Eschinanto può essere coltivata come pianta d’appartamento a patto che sia in una stanza luminosa, preferisce luce brillante e indiretta. Innaffia solo quando il terreno si è asciugato almeno di un terzo e concima durante la primavera.

Come far fiorire la pianta rossetto?

Le piante rossetto fioriscono periodicamente durante tutto l’anno, con la massima abbondanza di fiori in primavera fino all’estate. Per favorire la fioritura, assicurati che la tua pianta riceva luce intensa e indiretta e lascia che il terreno si asciughi un po’ prima di annaffiare.

Perché gli steli della pianta rossetto sono sottili?

Se noti che la tua pianta rossetto non sta crescendo in modo robusto e gli steli sembrano un po’ sottili e disordinati, la pianta non riceve abbastanza luce. Per una migliore crescita la pianta ha bisogno di un luogo luminoso.

La pianta rossetto è velenosa per gli animali?

Le piante rossetto sono considerate non tossiche per cani, gatti e altri animali domestici.

Quanto diventano grandi le piante rossetto?

Se adeguatamente curate e coltivate in condizioni adeguate, le piante di Eschinanto possono crescere da 60 cm a 90 cm di lunghezza.

Adriana Capasso
Nata a Napoli e laureata in Lettere. Convinta che prendersi cura degli esseri viventi, imparando a conoscerli sia, alla fine, prendersi cura di se stessi. Parlo delle piante, ovviamente.