Conosci il Dendrobium? L’Orchidea dai fiori colorati che nascono sulle canne

Il genere Dendrobium è uno dei più grandi gruppi di orchidee originarie del sud-est asiatico.

I Dendrobium sono principalmente orchidee epifite, ovvero crescono su altre piante. In natura, si trovano spesso a crescere sui rami degli alberi.

Mentre le varie specie differiscono nell’aspetto, sono tutte note per le loro abbondanti fioriture nei toni pastello.

Le orchidee Dendrobium sono buone piante d’appartamento e sono abbastanza facili da coltivare, anche se possono essere esigenti riguardo al loro ambiente.

Vediamo come coltivare le orchidee dendrobium e quali sono le caratteristiche di questo genere unico!

Ti aspetto nel nostro Gruppo Facebook dove puoi spiegarmi il TUO dubbio su fiori e piante... e non dimenticare di mettere una foto della tua pianta così capisco subito il problema! Ti Aspetto!

Caratteristiche

Troverai qui elencate le caratteristiche dell’orchidea dendrobium, a partire dalle varietà più comuni e più conosciute, fino alle informazioni sulla fioritura.

Varietà

Le orchidee Dendrobium sono classificate in vari gruppi, ognuno dei quali ha caratteristiche ed esigenze di cura differenti.

È importante capire in quale gruppo rientra la tua orchidea per curarla adeguatamente:

  • Il gruppo Dendrobium è diviso in due sezioni:
    • Il primo gruppo comprende specie con steli penduli che fioriscono in estate e lasciano cadere le foglie in inverno. Queste orchidee richiedono un periodo di riposo invernale con condizioni più fresche e asciutte.
    • Il secondo gruppo comprende specie decidue e che non dovrebbero essere annaffiate affatto in inverno.
  • Dendrobium phalaenopis: è il gruppo più popolare, che comprende la maggior parte dei dendrobium in vendita. Amano ambienti caldi e di solito fioriscono in autunno, con una possibile rifioritura primaverile se alla pianta viene concesso un periodo di riposo di tre o quattro settimane a temperature più basse e condizioni più asciutte.
  • Dendrobium spatulata: comprende specie che possono fiorire più volte all’anno. A differenza di altri gruppi, questo gruppo non necessita del periodo di riposo invernale per rifiorire.
  • Dendrobium Callista: hanno bisogno di condizioni calde in estate, ma temperature ridotte e condizioni più asciutte in inverno.
  • Dendrobium Latouria: i fiori sono di colore giallo-verde e queste specie necessitano di un periodo di riposo invernale.
  • Dendrobium Formosae: le orchidee di questo gruppo generalmente richiedono condizioni da fresche a moderate tutto l’anno.

Esposizione

In natura, queste piante crescono con la luce solare parziale. Ma in casa dovranno essere vicino alla finestra più luminosa, preferibilmente una finestra esposta a sud, per fiorire bene e in modo abbondante.

Se noti canne giovani e piccole può significare che la pianta non riceve abbastanza luce. D’altra parte, se vedi foglie gialle, potresti aver dato alla pianta troppa luce solare diretta.

Fioritura

Per la maggior parte dei tipi di orchidee dendrobium, gli steli rimangono in fiore per circa sei-otto settimane.

La primavera e l’estate sono la stagione di fioritura più comune, anche se in condizioni ottimali, alcuni tipi potrebbero fiorire più volte all’anno.

Queste piante hanno anche bisogno di un concime regolare durante la loro stagione di crescita attiva.

Coltivazione e cura

Vediamo insieme di quali cure ha bisogno l’orchidea dendrobium per crescere sana e forte, a partire dal terreno di cui ha bisogno fino alle informazioni sulla potatura.

Terreno

Le orchidee non crescono nel tipico terriccio, ma piuttosto in una miscela speciale che imita il loro ambiente in natura.

Usa un terriccio creato per orchidee, che generalmente contiene corteccia di abete, perlite e altri ammendanti.

Oppure creane uno tuo assicurandoti che il terreno sia aerato e drenante, in modo che le radici non rimangano troppo umide per un lungo periodo di tempo.

Quando innaffiare

Durante la stagione di crescita, queste piante amano l’umidità ma non dovrebbero avere le radici zuppe.

L’irrigazione eccessiva può portare al marciume radicale che può far appassire la pianta.

Per determinare quando dovresti innaffiare, infila semplicemente il dito nel substrato. Se ti sembra bagnato, attendi di annaffiare finché non si è leggermente asciugato.

Durante i mesi invernali, puoi aspettare qualche giorno in più tra le annaffiature, ma non lasciare che il terreno si asciughi completamente.

Annaffiare con acqua distillata o con acqua piovana è una buona idea, poiché l‘acqua del rubinetto può causare l’accumulo di sali e minerali nella pentola.

Concime

Nutri le orchidee dendrobium regolarmente durante la stagione di crescita con un fertilizzante per orchidee bilanciato, seguendo le istruzioni sull’etichetta.

Alla fine della stagione di crescita, riduci il fertilizzante di circa la metà.

Potatura

Queste piante generalmente fanno crescere almeno una nuova canna ogni anno.

Dopo che i fiori sono appassiti, possono essere potati nel punto in cui si uniscono alle canne, ma non tagliare le vecchie canne, poiché immagazzinano sostanze nutritive e acqua per mantenere l’orchidea sana.

Tagliare lo stelo fiorifero non favorisce la rifioritura, come invece accade con altri tipi di orchidee.

Moltiplicazione

Se la tua pianta ha almeno quattro canne che portano foglie sane, puoi dividerla così:

  • Usa un coltello pulito per tagliare il rizoma e la massa della radice, cercando di mantenere la massa della radice il più intatta possibile.
  • Rimuovi il terreno dalle radici, quindi taglia le radici troppo lunghe o morte.
  • Metti la pianta in un vaso.
  • Premi saldamente il terriccio e attendi una settimana per annaffiarlo accuratamente.

Un altro metodo di propagazione consiste nel rimuovere le piccole piante che nascono alla base di vecchie canne mature e ripiantarle in nuovi vasi.

Tuttavia, impiegheranno più tempo a diventare piante mature e fiorite rispetto a quando si creano divisioni più grandi.

Malattie e parassiti

Le cocciniglie sono il parassita più comune per le orchidee dendrobium, spesso si nascondono nell’incrocio dove le foglie incontrano le canne.

Un buon trattamento è spruzzare con una miscela fatta in casa composta da parti uguali di acqua e alcol denaturato, con l’aggiunta di alcune gocce di detersivo per i piatti.

Grandi infestazioni possono richiedere un pesticida formulato per piante d’appartamento.

Le malattie non sono comuni con i dendrobium, ma un’innaffiatura eccessiva può causare marciume radicale. La peronospora, una malattia fungina, a volte può causare macchie sui petali dei fiori. I fiori colpiti devono essere rimossi.

Posso tenere l’orchidea Dendrobium all’esterno?

In alcune regioni, è possibile coltivare le orchidee dendrobium tutto l’anno come piante da vaso su balconi, patii o in cortili. Ma come tutte le orchidee, i dendrobium sono sensibili al freddo e le temperature che scendono al di sotto dei 10 gradi possono danneggiarli. Preparati a spostare le tue orchidee in vaso all’interno quando le temperature diventano fredde.

Come prendersi cura di un Dendrobium?

I dendrobium richiedono condizioni relativamente calde, superiori a 15 gradi ma non superiori a 28 gradi durante la stagione di crescita.
In generale, queste orchidee amano piccoli vasi dove le loro radici possono essere un po’ strette e devono essere vicino a una finestra luminosa se le tieni in casa. Pianifica di annaffiare e nutrire la tua orchidea spesso durante la stagione di crescita, ma non nei mesi invernali.

Come innaffiare l’orchidea Dendrobium?

Innaffia dal basso in modo da bagnare uniformemente la zolla di terriccio. Mantieni il substrato umido ma mai zuppo.

Come si fa rifiorire il Dendrobium?

La primavera e l’estate sono la stagione di fioritura più comune. Per far rifiorire l’orchidea prova a fornire più luce. Queste piante hanno anche bisogno di un po’ di concime. Per far rifiorire le orchidee dendrobium fornisci loro un periodo di riposo con temperature più basse e meno acqua.

Quanto dura la fioritura del Dendrobium?

Per la maggior parte delle specie di orchidee dendrobium, i fiori appaiono sulla pianta per circa sei-otto settimane e possono produrre ottimi fiori recisi.

Adriana Capasso
Nata a Napoli e laureata in Lettere. Convinta che prendersi cura degli esseri viventi, imparando a conoscerli sia, alla fine, prendersi cura di se stessi. Parlo delle piante, ovviamente.