Se la Cocciniglia ha infestato la tua Orchidea ci sono diversi passaggi che vanno fatti per poterla debellare

Sbarazzarsi delle cocciniglie sulle orchidee richiede il trattamento delle foglie, dei gambi, delle radici e del mix di invasatura.

Liberarsi dell’infestazione richiede che le foglie siano trattate in modo diretto e che vi sia prontezza qualora fosse necessario un rinvaso.

Vediamo insieme in che modo intervenire per debellare un attacco di cocciniglia alle orchidee.

Come ha fatto la mia orchidea ad essere bersaglio della cocciniglia?

Le cocciniglie sono ovunque. L’unico modo per prevenire eventuali attacchi sarebbe quello di una costante ispezione alle foglie e un utilizzo regolare olio di neem.

È un fungicida e un insetticida che non agisce soltanto ad attacco avvenuto, ma anche come prevenzione rispetto a tanti parassiti che possono attaccare la pianta.

Ti aspetto nel nostro Gruppo Facebook dove puoi spiegarmi il TUO dubbio su fiori e piante... e non dimenticare di mettere una foto della tua pianta così capisco subito il problema! Ti Aspetto!

Tratta le foglie

Le foglie di orchidea sono l’area maggiormente interessata per quanto concerne infestazioni da parte delle cocciniglie.

Esistono due soluzioni per trattare le foglie di orchidee.

Il trattamento è uguale per ogni altra pianta, comprese le orchidee.

Ciò che è diverso è l’ora del giorno in cui eseguire il trattamento con soluzioni saponate sulle foglie.

Applicarli quando le temperature sono alte può causare ustioni fogliari sulle orchidee. Quindi è meglio effettuare un trattamento nelle ore più fresche della giornata, magari di sera tardi.

Ripeti le applicazioni ogni giorno fino a quando l’infestazione non sarà debellata.

Tratta il mix di terriccio

Anche se le cocciniglie si concentrano sulle foglie, lasciano però cadere le uova nel mix di corteccia nel vaso.

Dunque, il prossimo passo sarà affrontare il problema delle cocciniglie sulle radici.

Le cocciniglie adulte depongono le uova nel terriccio e una volta che i nuovi esemplari sono nati, possono cominciare a nutrirsi delle radici tenere che, come tutti sappiamo, sono per la maggior parte fuori dal terriccio.

Per risolvere il problema alla radice letteralmente, il mix di invasatura dovrebbe essere sostituito e il vaso sterilizzato.

Tratta le radici

L’acqua calda nella quale potrai immergere le radici della tua orchidea può essere sufficiente per annegare eventuali cocciniglie attaccate alle radici.

Dopo aver immerso le radici, scuotile delicatamente e lasciale asciugare all’aria per un po’.

Pota le radici danneggiate

Prima di rinvasare l’orchidea nel mix nuovo e nel vaso disinfettato, ispeziona le radici per eventuali danni e pota eventuali radici marce.

Disinfetta accuratamente le cesoie che utilizzi per evitare altre malattie o infezioni.

Non appena ti accorgi di radici annerite e un po’ viscide, quelle sono le marce che cerchi. Attua tagli in obliquo e poi utilizza dell’acqua ossigenata per disinfettarle o della cannella, che ha un grande potere disinfettante.

Giuseppe Iozzi
Nato a Napoli. Psicologo, col pollice verde. Ascolto i pazienti per professione, parlo alle piante per passione.