Come curare l’Astro della Cina il fiore “dalla bella corona”

L’astro della Cina (Callistephus chinensis) è un membro della famiglia delle Asteraceae che comprende anche il crisantemo e la margherita.

Originaria dell’Asia, a differenza di altre varietà, questa in particolare non è una perenne, ma una specie annuale.

Come annuale, l’astro della Cina cresce vigorosamente in terreno umido e drenante in luoghi da pieno sole a mezz’ombra e offre delle fioriture uniche.

Gli steli sono robusti e possono raggiungere fino a 90 cm di altezza alla maturità.

Vediamo insieme come curare l’astro della Cina!

Ti aspetto nel nostro Gruppo Facebook dove puoi spiegarmi il TUO dubbio su fiori e piante... e non dimenticare di mettere una foto della tua pianta così capisco subito il problema! Ti Aspetto!

Caratteristiche

Troverai qui elencate le caratteristiche dell’Astro della Cina, a partire dalle varietà più comuni e più conosciute, fino alle informazioni sulla fioritura.

Varietà

Di questa pianta esistono tantissime varietà che si differenziano per la grandezza, la forma dei fiori o delle foglie.

Tra le varietà di astro della Cina possiamo trovare:

  • Callistephus Gala Lavender: dai delicati fiori lilla-viola
  • Callistephus Gala Yellow: un tripudio di petali gialli
  • Callistephus Starlight Rose: dai fiori rosa intenso

Esposizione

Coltiva l’Astro della Cina in pieno sole in giardino o in balcone.

Può anche beneficiare di un po’ d’ombra parziale. Queste piante sono alquanto sensibili al calore e possono soffrire nelle zone con estati torride.

Fioritura

Il periodo di fioritura va dalla fine dell’estate all’autunno, quando riempie giardini e fioriere di fiori allegri dai toni vivaci.

A seconda della cultivar, i fiori appaiono nei toni del bianco, giallo, rosa, blu, viola e rosso.

I fiori possono essere singoli (fiori simili a margherite), doppi o possono avere persino l’aspetto di pompon festosi e ispidi.

Coltivazione e cura

Vediamo insieme di quali cure ha bisogno l’Astro della cina per crescere sano e forte, a partire dal terreno di cui ha bisogno fino alle informazioni sulla potatura.

Terreno

Pianta il tuo Astro della Cina in qualsiasi terreno purché sia drenante, uniformemente umido e ricco.

La pianta si comporta meglio in terreni calcarei e argillosi e può tollerare un’ampia varietà di livelli di pH che vanno dall’acido all’alcalino.

Quando innaffiare

Innaffia profondamente assicurandoti di bagnare in modo uniforme l’intera zolla di terreno.

Ma fai attenzione che tra un’annaffiatura e l’altra il terreno non si secchi completamente o la fioritura ne risentirà.

Concime

Le annuali e le perenni possono essere concimate utilizzando:

I fertilizzanti solubili in acqua vengono generalmente utilizzati ogni due settimane durante la stagione di crescita o secondo le istruzioni dell’etichetta.

I fertilizzanti a lenta cessione vengono introdotti nel terreno di solito solo una volta durante la stagione di crescita o secondo le indicazioni dell’etichetta.

Potatura

Non c’è bisogno di una vera e propria potatura su questa pianta.

Tuttavia può essere utile prevenire malattie e parassiti di vario tipo eliminando le parti ingiallite e malate e tenendo in ordine la pianta.

Durante la stagione di crescita per incoraggiare più fioriture, pizzica con le dita i fiori sfioriti: ne spunteranno di nuovi.

Moltiplicazione

Per propagare l’astro della cina in genere si usa la classica moltiplicazione per seme.

È consigliabile piantare i semi al chiuso circa due mesi prima della data prevista dell’ultima gelata.

Puoi anche seminare direttamente nel terreno del giardino subito dopo l’ultima gelata.

Malattie e parassiti

Queste piante possono essere soggette ad infestazione da acari, afidi e cicaline. Esamina frequentemente le piante e controlla che i parassiti non si nascondano sotto le foglie.

I problemi legati alle malattie includono il marciume dello stelo e l’ingiallimento delle foglie.

Per prevenire le malattie, evita di affollare le tue piante. Le piante dovrebbero essere distanziate l’una dall’altra per avere una buona circolazione d’aria.

Significato

Il nome scientifico dell’astro della Cina è Callistephus chinensis.

Questo nome trova la sua etimologia nella lingua greca poiché calli- viene da kalòs che significa bello e -stephus viene da stephos, che significa ghirlanda, corona.

Dunque letteralmente: la pianta dalla bella corona, evidentemente per via del suo fiore pieno e particolare.

Come curare l’astro della Cina?

L’astro della Cina (Callistephus chinensis) ha bisogno di poche cure: fornisci alla pianta un terreno drenante e innaffia mantenendolo sempre un po’ umido ma mai zuppo. Posiziona la pianta all’aperto e in pieno sole.

Che pianta è l’astro della Cina?

L’astro della Cina o Callistephus chinensis è una pianta annuale che fa parte della famiglia delle Asteraceae in cui rientrano anche la margherita e il crisantemo.

Quando fiorisce l’astro della Cina?

L’astro della Cina fiorisce dall’estate all’autunno, più o meno da luglio a settembre, ciò dipende anche dal clima in cui vivi. Per mantenere la fioritura più a lungo pizzica i fiori appassiti.

Come innaffiare l’astro della Cina?

Innaffia l’astro della Cina avendo cura di inumidire tutte le radici e dunque la zolla di terreno uniformemente. L’innaffiatura successiva avverrà quando noti che il terreno è quasi asciutto, non farlo seccare del tutto.

Dove posizionare l’astro della Cina?

Posiziona l’astro della Cina in balcone o in giardino dove può ricevere la giusta quantità di luce del sole utile alla corretta fioritura.

Adriana Capasso
Nata a Napoli e laureata in Lettere. Convinta che prendersi cura degli esseri viventi, imparando a conoscerli sia, alla fine, prendersi cura di se stessi. Parlo delle piante, ovviamente.