Ligustro: come coltivare la pianta da siepe

Una siepe di ligustro (Ligustrum) che segna il confine di casa è un classico ormai.

Questa pianta viene utilizzata da sempre per creare una recinzione naturale intorno alla propria casa o giardino.

In particolare, il ligustro è una pianta sempreverde o decidua (ovvero lascia cadere le foglie durante l’inverno) con foglie verdi lucide, ovali o lanceolate.

Piccoli fiori bianchi spuntano all’inizio dell’estate con una forte fragranza. I ligustri crescono molto velocemente e possono essere piantati in primavera o in autunno.

Scopriamo insieme come coltivare questa bellissima pianta da siepe!

Attenzione: tutte le parti del ligustro contengono una sostanza velenosa per le persone e molti animali se ingerita.

Caratteristiche

Troverai qui elencate le caratteristiche del ligustro, a partire dalle varietà più comuni e più conosciute, fino alle informazioni sulla fioritura.

Varietà

Esistono circa 50 specie e anche più varietà di ligustro, tra cui:

  • Ligustrum ovalifolium: questo arbusto cresce dai 3 ai 4 metri di altezza.
  • Ligustrum ovalifolium ‘Aureum’: questa varietà cresce da circa 2 a 3 metri di altezza e presenta margini di foglie dorate.
  • Ligustrum vulgare: questa specie è nota per avere una buona tolleranza al freddo e può formare una siepe densa e a crescita rapida.
  • Ligustrum obtusifolium: questa specie ha un’ottima tolleranza al freddo.
  • Ligustrum amurense: questa specie può raggiunge un’altezza di circa 3-4 metri.

Esposizione

I ligustri in genere crescono bene in pieno sole.

Il che significa che ha bisogno di almeno sei ore di luce solare diretta quasi tutti i giorni.

Il sole renderà più brillante il colore verde delle foglie. Tuttavia, possono tollerare anche condizioni di ombra parziale.

Fioritura

In estate le piante di ligustro fanno fiorellini bianchi, seguiti da bacche viola scuro.

Anche se i fiori sono belli e delicati, il ligustro viene coltivato principalmente per le le sue foglie che formano una siepe spessa e impenetrabile.

Coltivazione e cura

Vediamo insieme di quali cure ha bisogno il ligustro per crescere sano e forte, a partire dal terreno di cui ha bisogno fino alle informazioni sulla potatura.

Terreno

Questi arbusti possono tollerare una varietà di tipi di terreno purché il terreno abbia un forte drenaggio.

Possono gestire un pH del terreno che va da leggermente acido a leggermente alcalino, sebbene preferiscano approssimativamente un pH neutro.

Quando innaffiare

I giovani arbusti di ligustro crescono bene con un’annaffiatura settimanale profonda se non hanno ricevuto alcuna pioggia.

Gli arbusti maturi hanno una buona tolleranza alla siccità, ma dovrebbero essere annaffiati durante un lungo periodo di siccità o durante un clima molto caldo per evitare che il terreno si asciughi completamente.

Concime

Usa un concime specifico per arbusti a foglia larga all’inizio della primavera.

Successivamente, applica un altro ciclo di concime in autunno, seguendo le istruzioni sull’etichetta.

Potatura

Gli arbusti di ligustro possono tollerare di essere modellati a proprio piacimento: si riprenderanno rapidamente da una potatura pesante.

Dopo che un arbusto ha terminato la fioritura per la stagione, inizierà presto a formare nuovi boccioli per i fiori del prossimo anno.

Quindi la potatura, per dare forma e ridimensionare la siepe, deve essere eseguita immediatamente dopo la fine della fioritura per evitare di rimuovere questi nuovi germogli.

Inoltre, potare leggermente alcune volte durante l’estate incoraggerà una crescita più densa e folta con più ramificazioni.

Moltiplicazione

La moltiplicazione del ligustro viene eseguita con successo attraverso talee prelevate in primavera o in estate.

Le talee devono essere lunghe da 10 a 15 centimetri e devono essere prese al mattino presto.

Questa è l’ora del giorno in cui il contenuto d’acqua dello stelo è più alto e quindi la talea sarà più resistente al processo di moltiplicazione.

Malattie e parassiti

Afidi e cocciniglie attaccano centinaia di specie di piante, compreso il ligustro.

Questi insetti si nutrono dei fluidi ricchi di sostanze nutritive all’interno del fogliame del ligustro e di una nuova crescita tenera.

Gli afidi e le cocciniglie tendono a nutrirsi nelle colonie e rimanere in un unico posto.

Eliminali con un forte getto d’acqua se l’infestazione è contenuta, altrimenti applica una miscela di acqua e sapone da bucato per eliminarli definitivamente.

Adriana Capasso
Nata a Napoli e laureata in Lettere. Convinta che prendersi cura degli esseri viventi, imparando a conoscerli sia, alla fine, prendersi cura di se stessi. Parlo delle piante, ovviamente.