Begonia elatior la varietà dai fiori come Rose rosse

Le Begonie Elatior sono un membro meraviglioso della famiglia delle Begonie, un gruppo di piante semi tuberose, coltivate per avere lunghe stagioni di fioritura.

I fiori sono delicati e crescono su steli alti e carnosi. Possono essere a fiore singolo o doppio e di colore variabile dal bianco, al giallo o all’arancione e al rosa. Il fogliame è verde, a forma di cuore.

Il nome botanico di queste piante è Begonia x Hiemalis. La parola Hiemalis significa fioritura invernale e in origine queste piante fiorivano in inverno, o meglio richiedevano giorni più brevi per la fioritura ed erano comunemente soprannominate Begonie invernali.

Nel corso del tempo, tuttavia, queste piante meravigliose e resistenti sono state ibridate per poter fiorire tutto l’anno, con la cura adeguata.

Vediamo insieme come curare la Begonia elatior!

Cure di base

La begonia è una pianta semplice da curare ma dovrai comunque conoscere le sue cure di base per garantirti una pianta in salute.

Terreno

La cura della Begonia Elatior è piuttosto semplice. Crescono bene in qualsiasi terreno di alta qualità e drenante.

Sono sempre felice di aiutarti ad avere finalmente il "Pollice Verde". Se vuoi ricevere i miei consigli di giardinaggio direttamente sul tuo WhatsApp puoi aggiungermi e fare questa procedura. Oppure puoi entrare nel nostro Gruppo Facebook dove puoi spiegarmi il TUO dubbio su fiori e piante... e non dimenticare di mettere una foto della tua pianta così capisco subito il problema! Ti Aspetto!

Assicurati che sia in un terreno a pH neutro con 2 parti di terreno e 1 parte di perlite.

Questa miscela funziona bene per ancorare le radici, nutrire la pianta e per il drenaggio.

Puoi usare in miscela anche della torba e della vermiculite, con un rapporto di 1:1.

Esposizione

Queste piante si adattano bene al sole indiretto o anche all’ombra parziale.

I fiori hanno bisogno della luce del sole, ma se le piante non sono abituate a troppe ore di sole diretto, soprattutto nei mesi più caldi, le foglie potrebbero bruciare.

Tienile in una posizione luminosa ma riparata. Hanno anche bisogno di un ambiente non troppo ventoso.

Innaffiatura

La migliore cura della Begonia Elatior è annaffiare abbastanza spesso da non farla seccare mai completamente.

Infila il dito nel terreno e innaffia quando i due cm superiori sono quasi asciutti.

Innaffia lasciando defluire l’eccesso attraverso i fori di drenaggio sul fondo del vaso e mantieni il terriccio umido ma mai zuppo.

Quando concimare?

Una delle cose più importanti per la cura di Elatior Begonia è un terreno ricco di nutrienti.

Se piantate in un terreno già ricco di materia organica, non sarà necessario aggiungere del concime extra.

Tuttavia, se vuoi comunque aggiungere del fertilizzante, usane uno solubile in acqua.

Può essere utilizzato ogni tre o quattro settimane durante la stagione invernale e ogni settimana fino a due settimane in estate.

Moltiplicazione

Il modo più semplice per propagare una Begonia Elatior è prelevare talee dalla pianta madre. Puoi usare sia un gambo che un taglio di foglie.

Ogni volta che poti la tua Begonia Elatior puoi tagliare uno stelo o alcune foglie da propagare. Taglia una sezione di gambo da 5 a 10 cm o alcune foglie dalla pianta madre.

Se hai utilizzato una talea, immergila nella polvere radicante e piantala in un terreno soffice o semplicemente metti lo stelo in acqua e piantalo nel terreno una volta che le radici iniziano a crescere.

Le foglie possono essere piantate direttamente in un vaso e nel terreno. Assicurati che ogni foglia abbia una porzione della vena principale su di essa prima di piantarla.

Le talee possono essere piantate nello stesso vaso della pianta madre, a condizione che rimangano circa 2 cm per la crescita delle radici nel vaso.

È sostanzialmente più facile coltivare una Begonia Elatior da una talea che coltivarla dai semi poiché sono molto fini e difficili da lavorare.

Se acquisti semi, ricorda che all’inizio la crescita sarà lenta. È meglio piantare le begonie Elatior all’inizio della stagione, come gennaio o febbraio.

Parassiti comuni

Come la maggior parte delle begonie, queste piante non sono suscettibili a molti parassiti.

Controllare periodicamente steli, foglie e fiori alla ricerca di parassiti è il modo per tenere sotto controllo la salute della pianta e, eventualmente, agire in una primissima fase dell’infestazione.

La cocciniglia è un parassita visibile ad occhio nudo e dall’aspetto farinoso e possono essere trattate con una miscela insetticida di sapone e acqua che viene strofinata direttamente sulle foglie e sugli steli.

In alternativa puoi usare l’olio di Neem strofinato direttamente sulle foglie e sugli steli. Non lasciare le foglie bagnate dopo l’applicazione, poiché ciò può causare l’oidio.

Adriana Capasso
Nata a Napoli e laureata in Lettere. Convinta che prendersi cura degli esseri viventi, imparando a conoscerli sia, alla fine, prendersi cura di se stessi. Parlo delle piante, ovviamente.