Come curare il Geranio in Autunno per averlo bello tutto l’inverno?

Quelli che coltiviamo come Gerani non sono altro che i cosiddetti gerani zonali (Pelargonium zonale), i quali fanno parte comunque della famiglia delle Geraniaceae ma vanno sotto il nome di Pelargonium.

Spesso questo tipo di geranio viene scelto per decorare fioriere e balconi in climi in cui anche in inverno le temperature non raggiungono mai lo zero o almeno non ci sono periodi di gelo.

In questo caso i gerani vengono lasciati all’esterno per tutto l’anno. Tuttavia, ci sono dei consigli di cui dovrai tener conto per una cura ottimale.

Vediamo come curare i Gerani in autunno per averli belli tutto l’anno!

Devo portarli in casa?

La cura dei gerani nei mesi più freddi dell’autunno non cambia molto soprattutto se vivi in zone con un autunno mite.

Ovviamente assicurati che quando le temperature iniziano a scendere, i tuoi gerani abbiano un’ottima esposizione al sole in modo da non patire l’abbassamento delle temperature.

Se in autunno nella tua zona le temperature scendono di poco, i gerani possono restare all’esterno e anzi questo periodo di freddo servirà alla pianta per stimolare la fuoriuscita dei boccioli.

Dunque, solo chi vive in zone in cui c’è il rischio di gelo dovrà portare in casa i gerani o quantomeno tenuti al riparo in un luogo chiuso come una veranda. 

Riduci le annaffiature

Per quanto riguarda le annaffiature dei Gerani, ovviamente se le temperature scendono diminuisce anche la quantità d’acqua, o meglio, la frequenza con cui puoi innaffiare i gerani.

Questo perché il terreno innaffiato rimarrà umido per più tempo quando le temperature sono più fredde.

Dunque se in estate innaffi una volta a settimana i tuoi gerani, in autunno dovrai ridurre le annaffiature fino ad una volta ogni 10 o 15 giorni, ad esempio.

Non bagnare fiori e foglie

Quando si tratta di annaffiature di gerani, devi far sempre attenzione a non bagnare fiori e foglie.

Questo vale soprattutto nei mesi più freddi in quanto più lentamente il sole farà evaporare l’acqua e l’umidità dei fiori e dalle foglie.

Il rischio è quello di attirare malattie fungine soprattutto se c’è poco flusso d’aria intorno alla pianta e se l’umidità permane sulla pianta per molto tempo.

I innaffia i tuoi gerani con un annaffiatoio dal collo molto lungo che ti permette di bagnare soltanto il terreno e non le foglie.

Mantieni pulita la pianta

Una buona regola per mantenere in salute i gerani anche durante i primi freddi e quella di mantenere pulita la pianta.

Ma cosa significa mantenere pulita la pianta? In questo caso significa togliere man mano le foglie secche, i fiori esauriti e tenerla in salute e in ordine.

Una leggera potatura è consigliata per stimolare la ramificazione e la comparsa di nuovi boccioli, fai quest’operazione quando non c’è ancora pericolo di gelo.

Mantenerla in ordine significa anche scongiurare la comparsa di parassiti.

Adriana Capasso
Nata a Napoli e laureata in Lettere. Convinta che prendersi cura degli esseri viventi, imparando a conoscerli sia, alla fine, prendersi cura di se stessi. Parlo delle piante, ovviamente.