Come curare le petunie in inverno

Belli e colorati i fiori di petunia, durante le stagioni calde danno un tocco di colore al nostro balcone.

Ma quando arriva l’inverno, come bisogna curarle? Dipende soprattutto dalla zona in cui vivi.

Se da te l’inverno è molto gelido con temperature che arrivano allo zero o addirittura sotto lo zero, i tuoi fiori di petunia soffriranno in balcone.

Ma c’è un modo per conservare i tuoi fiori per la primavera successiva: vediamo insieme come curare le petunie in inverno.

Cosa fare se l’inverno non è molto freddo

Puoi provare a tenere le tue petunie in balcone in inverno solo se nella tua zona non fa molto freddo.

Ricorda di potare sempre gli steli malati per evitare che a lungo andare, si ammali tutta la pianta. Ricresceranno presto sani e forti.

Ricorda che in inverno le petunie hanno bisogno di meno acqua perché il terreno si asciuga più lentamente che in estate o in primavera.

Come svernare le petunie

Se nella tua zona l’inverno è molto freddo oppure vuoi proteggere a prescindere le tue petunie dovrai “svernarle”.

Prima di spiegarti come fare a conservare i tuoi fiori, ti spiego cosa significa svernare: questo termine descrive il momento in cui la tua pianta passa l’inverno in un posto o in una condizione al riparo dal freddo dell’esterno.

Per fare ciò, pota le petunie a circa 5 cm sopra il terreno prima del primo gelo autunnale.

Controlla la pianta attentamente per assicurarti che non siano infestati da insetti. Se trovi insetti, tratta le piante prima di portarle in casa.

Innaffia bene le piante e mettile in un luogo fresco ma non gelido. Cerca un punto nel tuo garage o nel seminterrato.

Controlla le petunie che stanno svernando ogni tre o quattro settimane. Se il terreno si è asciugato, dai loro acqua quanto basta per inumidire il terreno.

Altrimenti, lasciale indisturbate fino alla primavera, quando puoi trapiantarle di nuovo all’aperto.

Svernare una pianta di petunia come talea

Puoi proteggere la tua pianta e assicurarti di avere i tuoi fiori di petunia la primavera successiva prelevando delle talee.

Taglia talee di 5-8 cm prima del primo gelo autunnale: questo è un ottimo modo per svernare le petunie.

Facilmente spunteranno le radici, anche in un bicchiere di acqua, tuttavia attenzione che le radici non crescano aggrovigliandosi: questo capita se metti più di una talea in un solo bicchiere.

Le talee si radicano così facilmente che non dovrai coprirle o preoccuparti di creare una serra.

Basta rimuovere le foglie inferiori dal taglio e inserirle nel terreno. Mantieni il terreno umido e spunteranno radici in due o tre settimane.

Saprai che le talee hanno radicato quando, se le tiri leggermente verso l’alto dal terreno, fanno un po’ di resistenza.

Non appena spuntano le radici, spostale vicino una finestra soleggiata. Non avranno bisogno di concimi durante l’inverno se le hai piantate in un buon terriccio di qualità.

Altrimenti, nutrile di tanto in tanto con un concime liquido per piante d’appartamento e innaffia in modo da mantenere il terreno leggermente umido.

Va bene conservare la pianta durante l’inverno o raccogliere e far crescere i semi; tuttavia, i semi delle petunie non assomiglieranno alla pianta madre.

Se pianti i semi, otterrai una petunia, ma probabilmente sarà di una varietà semplice.

Adriana Capasso
Adriana Capasso
Nata a Napoli e laureata in Lettere. Convinta che prendersi cura degli esseri viventi, imparando a conoscerli sia, alla fine, prendersi cura di se stessi. Parlo delle piante, ovviamente.