Come avere l’Echeveria piena di Fiorellini?

La maggior parte delle persone ama coltivare piante grasse principalmente per le loro foglie carnose.

Tra le diverse varietà di piante grasse, l’Echeveria è una delle più belle e più comuni, ma sapevi che i suoi fiori sono unici?

I fiori di Echeveria possono crescere su uno stelo arcuato e hanno una forma a campana.

Generalmente, l’Echeveria fiorisce durante l’estate o all’inizio dell’autunno. Tuttavia, probabilmente dipenderà dal tipo di specie che hai e soprattutto dalle condizioni di coltivazione.

Vediamo insieme come far fiorire l’Echeveria!

Sono sempre felice di aiutarti ad avere finalmente il "Pollice Verde". Se vuoi ricevere i miei consigli di giardinaggio direttamente sul tuo WhatsApp puoi aggiungermi e fare questa procedura. Oppure puoi entrare nel nostro Gruppo Facebook dove puoi spiegarmi il TUO dubbio su fiori e piante... e non dimenticare di mettere una foto della tua pianta così capisco subito il problema! Ti Aspetto!

Fattori che influenzano la fioritura

La fioritura dell’Echeveria dipenderà da diversi fattori, il primo di questi è la quantità di luce che riceve.

Anche la temperatura gioca un ruolo importante nella fioritura delle piante di Echeveria.

Il Messico e il Sud America sono l’habitat naturale delle Echeveria, per cui ti è facile dedurre di cosa ha bisogno questa pianta per fiorire: molta luce solare e temperature alte.

Dai la giusta luce

L’Echeveria è proprio come qualsiasi altra varietà di piante grasse che amano la luce solare.

Quindi è meglio coltivarla all’aperto, ma puoi comunque coltivarla in casa mettendo il vaso vicino una finestra soleggiata.

Tuttavia, tieni presente che è più difficile che una pianta di echeveria coltivata in casa fiorisca, le piante grasse sono fatte per stare all’esterno.

Se la tua echeveria ottiene la giusta quantità di luce, le sue foglie saranno sode e carnose.

Quanto dura un fiore di Echeveria?

I fiori di Echeveria compariranno in sequenza e impiegheranno molte settimane per completare il ciclo.

I fiori rimarranno per circa due settimane, dandoti più tempo per goderteli, a differenza dei fiori di altre piante grasse il cui fiore dura soltanto una notte.

Mentre i fiori più vecchi stanno per seccarsi, nuovi germogli aspettano di aprirsi alla fine dello stelo fiorifero.

I fiori di Echeveria sono arancioni, pesca o rosa. Ma a volte possono anche essere in bianchi o gialli.

Ci sono anche alcune specie che possono produrre fiori rossi. Uno dei modi più efficaci per determinare due varietà molto simili di Echeveria è attraverso il colore dei loro fiori.

Dopo la fioritura

I fiori di Echeveria possono generare semi quando sono nelle giuste condizioni.

Una volta che lo stelo fiorifero dell’Echeveria ha terminato la fioritura, non gettarlo via. Contiene ancora dei piccoli semi che sembrano quasi polvere.

Potresti usarli per la propagazione di nuove piante.

Se non vuoi salvare i semi, allora devi tagliare il gambo alla base per non danneggiare il suo fragile fogliame.

Una volta terminata la fioritura, la tua pianta di Echeveria fiorirà di nuovo l’anno successivo.

Adriana Capasso
Nata a Napoli e laureata in Lettere. Convinta che prendersi cura degli esseri viventi, imparando a conoscerli sia, alla fine, prendersi cura di se stessi. Parlo delle piante, ovviamente.