Tutti i segreti della Cotone-terapia per la tua Orchidea

Non ci sono dubbi: l’orchidea è tra le piante più belle ma anche più problematiche che possiamo coltivare a casa.

Questa pianta di origini tropicali è celebre per i suoi meravigliosi fiori, ma anche per le sue foglie grandi e verdi.

Di solito, quella che teniamo in casa è un’orchidea phalaenopsis che, rispetto ad altre, non ha particolari esigenze di coltivazione.

Tuttavia, è ben risaputo che uno dei suoi punti deboli sono proprio le radici: basta innaffiare un po’ più del dovuto e queste cominciano a marcire.

In questi casi, però, possiamo ricorrere a un rimedio molto utile. Si tratta della cotone-terapia: vediamo come fare!

Sono sempre felice di aiutarti ad avere finalmente il "Pollice Verde". Se vuoi ricevere i miei consigli di giardinaggio direttamente sul tuo WhatsApp puoi aggiungermi e fare questa procedura. Oppure puoi entrare nel nostro Gruppo Facebook dove puoi spiegarmi il TUO dubbio su fiori e piante... e non dimenticare di mettere una foto della tua pianta così capisco subito il problema! Ti Aspetto!

Potate le radici

Il primo passaggio consiste nel rimuovere la vostra orchidea dal suo vaso e controllare lo stato delle radici.

Quelle eccessivamente marce, ormai totalmente molli e che si spezzano al solo tocco, vanno potate.

Prendete, quindi, un paio di cesoie ben sterilizzate e tagliate tutta la parte delle radici ormai irrecuperabile.

N.B: non confondete le radici marce, con quelle secche che, invece, hanno cause differenti.

Pulitele

A questo punto, dovete pulire le radici. In commercio esistono degli antimuffa per piante che potete semplicemente passare sulle radici superstiti.

Tuttavia, potete ricorrere a un’alternativa naturale: la cannella in polvere.

Questa sostanza, infatti, è un antimuffa naturale molto efficace. Vi basterà spargerne un po’ sulle radici per indebolire la muffa e aiutare le parti potate a cicatrizzarsi.

Inoltre, potete utilizzare la cannella in giardino per molte altre necessità.

Circondatele di cotone

Il momento della cotone-terapia vera e propria è arrivato!

Prendete del cotone in batuffoli, ossia dell’ovatta. Bagnatelo, poi strizzatelo ben bene e mettetelo tutto intorno alle radici della pianta.

A questo punto, dovete far sì che l’ovatta resti intorno alle radici della pianta, magari avvolgendo il tutto con dei fogli di giornale.

Infine, chiudete l’intera pianta con le sue radici avvolte nel cotone in una busta in plastica trasparente, ad esempio nei sacchetti antigelo.

Attendete

Ora dovrete semplicemente attendere.

L’ovatta umida da un lato attenua il marciume radicale, già parzialmente ridotto con la potatura e la fase di antimuffa, dall’altro stimola la parte basale della pianta a produrre nuove e sane radici.

Se il procedimento è andato a buon fine, in poche settimane vedrete già le nuove radici cominciare a spuntare. Quando queste saranno abbastanza forti e spesse, potete nuovamente rinvasare la vostra orchidea.

Attenzione: questo procedimento non sempre va a buon fine. Occorre, infatti, che la pianta non sia stata eccessivamente debilitata dal marciume. Il consiglio è sempre quello di chiedere un consiglio al vostro fioraio o giardiniere di fiducia.

Inoltre, esistono anche altri modi per provare a salvare un’orchidea con le radici marce.

Prevenire il marciume delle radici

Prevenire è sempre meglio che curare, anche nel caso delle… orchidee!

Evitate che le radici della vostra pianta arrivino a marcire, seguendo alcuni semplici accorgimenti di coltivazione.

Innanzitutto, utilizzate sempre un terriccio adatto alle orchidee, con un certo quantitativo di corteccia, e che sia ben drenante. In questo modo, infatti, il terreno non tratterrà l’acqua in eccesso.

Fondamentale è, inoltre, saper riconoscere quando l’orchidea va innaffiata e quando no. Nei mesi autunnali e invernali, le innaffiature vanno quasi completamente sospese.

Nei mesi caldi, invece, innaffiate con più frequenza mantenendo il terreno umido ma non bagnato.

Infine, è sempre molto utile tenere la nostra orchidea in un vaso in plastica trasparente. Questo, oltre ad arrecare diversi benefici alla pianta, ci permette di tenere sotto costante controllo lo stato delle radici.

Gianluca Grimaldi
Da sempre sono appassionato di fiori e piante, di giardinaggio e di tutto quello che è "verde". Credo che la parola "ecologia" sia sinonimo della parola "futuro".