Perché il mio Gelsomino non cresce?

Il gelsomino è probabilmente la pianta rampicante da fiore più apprezzata per i nostri pergolati e i nostri terrazzi.

È infatti un vero problema non vederla crescere e non vedere i suoi rami allungarsi ed arrampicarsi come dovrebbero.

Essendo una pianta rampicante, se i rami non crescono deve per forza esserci qualcosa che non va.

Vediamo insieme quali potrebbero essere le cause di una mancata crescita del gelsomino.

Terriccio povero di azoto

Il terriccio è solitamente composto da elementi nutritivi, ciascuno deputato ad una funzione per le piante coltivate in quella specifica miscela di terriccio.

Ti aspetto nel nostro Gruppo Facebook dove puoi spiegarci il TUO dubbio su fiori e piante... e non dimenticare di mettere una foto della tua pianta così capisco subito il problema! Ti Aspetto!

In modo specifico, l’azoto è il principale responsabile della cura e la crescita delle parti verdi delle piante e se il tuo gelsomino fatica a crescere ed allungarsi, forse non ha i nutrienti giusti e nello specifico il terriccio potrebbe essere in carenza di azoto.

Puoi concimare il tuo gelsomino con fertilizzanti fai da te realizzati con fondi di caffè, ricchi di azoto, da somministrare a tuo piacimento poiché trattandosi di concimi fai da te, non chimici, non hanno conseguenze nocive.

Di media andrebbe bene innaffiare il gelsomino con un fertilizzante del genere almeno una volta al mese.

Puoi ricorrere anche a fertilizzanti chimici NPK con una percentuale maggiore di azoto rispetto al fosforo ed al potassio. In questo caso diluisci il fertilizzante in acqua con dosi ben oltre quelle indicate assicurandoti in questo modo di non bruciare le radici.

Le temperature sono fredde

Il gelsomino ha bisogno di temperature calde per poter prosperare prima ancora di fiorire, e quindi per crescere ed arrampicarsi.

Forse non è ancora la stagione giusta per vederlo crescere qualora si trattasse dell’inizio della primavera, quando le temperature sono ancora fredde soprattutto di notte, e il gelsomino è particolarmente suscettibile alle gelate.

Potresti trovarti in una zona dalla temperatura fresca anche nel periodo estivo e quindi il gelsomino non riesce a dare il meglio di sé ed allungarsi come dovrebbe.

Il vaso è troppo stretto

Devi sapere che la maggior parte delle piante per potersi allungare e crescere deve necessariamente avere lo spazio anche per poter allungare le proprie radici.

Potresti aver invasato il tuo gelsomino la prima volta in un vaso piccolo ma col tempo, se non hai rinvasato la pianta lasciando crescere anche l’apparato radicale, potresti non notare alcun progresso nella crescita e nell’allungamento dei rami.

Se noti che le radici sono fuori dai fori di scolo del vaso sul fondo allora è il momento di rinvasarlo. Assicurati di scegliere un vaso che abbia un diametro non più grandi di 5 cm rispetto al diametro dell’apparato radicale.

Il terriccio è spesso umido

Se innaffi il tuo gelsomino in modo frequente potresti avere indotto l’apparato radicale al marciume e quindi impedirgli di crescere in modo sano e attivo.

In questa condizione il tuo gelsomino è impegnato a sopravvivere a causa del marciume radicale e quindi non riesce a concentrare le sue energie per allungare i suoi rami ed infoltire la sua chioma, figuriamoci per fiorire.

Tieni sotto controllo la cadenza delle innaffiature: potresti cominciare ad innaffiare il tuo gelsomino al bisogno, dando acqua al terriccio solo dopo aver testato lo stato di umidità dello stesso.

Puoi innaffiare il terriccio solo nel momento in cui lo trovi secco o quando almeno i primi centimetri, partendo dalla superficie, sono asciutti. Solo in questo modo puoi assicurarti di non indurre al marciume l’apparato radicale.

Giuseppe Iozzi
Nato a Napoli. Psicologo, col pollice verde. Ascolto i pazienti per professione, parlo alle piante per passione.