Se i bulbi dell’Orchidea Cymbidium sono gialli ecco cosa stai ignorando

I cymbidium sono orchidee molto attraenti per le loro fioriture ricchissime e i loro fiori grandi.

In genere vengono coltivate all’esterno perché la fioritura viene indotta proprio dalle temperature fresche, a differenza delle orchidee phalaenopsis che invece temono il freddo.

In più alle classiche phalaenopsis, hanno delle protuberanze alla base delle foglie che ricordano molto dei bulbi, per questo sono definiti comunemente pseudobulbi.

Se noti che questi pseudobulbi stanno ingiallendo, dovresti considerare questi motivi: scopriamoli insieme!

Ciclo di vita normale

Prima di cercare di capire quale errore puoi aver fatto nella cura dei cymbidium, considera sempre che si tratti del ciclo naturale della pianta.

Ti aspetto nel nostro Gruppo Facebook dove puoi spiegarmi il TUO dubbio su fiori e piante... e non dimenticare di mettere una foto della tua pianta così capisco subito il problema! Ti Aspetto!

Potrebbe essere normale un’ingiallimento delle parti più vecchie: i bulbi più vecchi possono ingiallire e il fogliame più vecchio man mano cade per fare spazio a nuovi bulbi e nuove foglie.

Tuttavia, dovresti preoccuparti se l’ingiallimento riguarda gran parte della pianta ma, se è questo il tuo caso, continua a leggere per capire quali sono le altre possibili cause.

Rinvasa se necessario

Per la cura dell’orchidea cymbidium è importante considerare un rinvaso a scadenza regolare perché la pianta tende ad affollarsi nel vaso più spesso di altre piante.

La primavera è il momento ideale per rinvasare i cymbidium, anche se puoi rinvasare anche durante gran parte dell’estate.

Se la pianta non è stata rinvasata negli ultimi 3 anni, probabilmente ne ha bisogno ed è questo il motivo dell’ingiallimento: le radici non riescono a sostenere, in poco spazio e in poco terreno, la crescita sana dei bulbi.

Queste orchidee amano una miscela sciolta da mantenere umida.

Concima

Un altro possibile motivo di ingiallimento dei bulbi di cymbidium è una carenza di nutrienti.

I cymbidium sono piante che richiedono una fertilizzazione regolare poiché le fioriture sono ricche e le foglie crescono in cespugli foltissimi.

Usa fertilizzanti a lento rilascio e 1 volta al mese, soprattutto nel periodo della fioritura, applica del concime liquido diluito in acqua di innaffiatura.

Esposizione al sole

L’ingiallimento del cymbidium potrebbe essere normale anche se lo coltivi sotto molto sole.

Soprattutto se vivi in una zona in cui la calura estiva diventa a tratti torrida, dovresti evitare che riceva i raggi del sole nelle ore centrali.

Se è questo il tuo caso considera l’idea di proteggere i cymbidium usando un telo di protezione che non ostacoli del tutto la luce.

Marciume delle radici

Tra le possibili cause dell’ingiallimento degli pseudo bulbi di cymbidium non escludere mai il marciume radicale.

In genere, le radici nel vaso marciscono e gradualmente l’infezione passa ai bulbi che ingialliscono e poi diventano mollicci e scuri.

Una diagnosi semplice di questo problema consiste nel toccare i bulbi, se sono mollicci allora è probabile che si tratti di marciume.

In questo caso, dovrai rinvasare eliminando completamente le parti marce e ripiantando l’orchidea in un terreno fresco.

Adriana Capasso
Nata a Napoli e laureata in Lettere. Convinta che prendersi cura degli esseri viventi, imparando a conoscerli sia, alla fine, prendersi cura di se stessi. Parlo delle piante, ovviamente.