Non sottovalutare questi 5 fattori se la Bouganville sta perdendo i fiori

Una bouganville sofferente è spesso dovuta a un’irrigazione eccessiva, terreni a drenaggio lento o a basse temperature.

L’irrigazione eccessiva crea troppa umidità intorno alle sue radici che provoca la caduta delle foglie e il marciume delle radici.

La bouganville può anche far cadere le foglie dopo il rinvaso a causa dello shock da trapianto o perché non viene posizionata in pieno sole.

Vediamo insieme nel dettaglio quali sono i motivi per cui la tua bouganville sta soffrendo e su come puoi risolvere il problema!

Hai innaffiato troppo

Il motivo più probabile per cui la tua bouganville sta morendo è a causa dell’irrigazione eccessiva.

Le bouganville sono piante resistenti alla siccità originarie delle zone aride del Sud America e prosperano in giardini che emulano le loro condizioni naturali.

Se una buganvillea è troppo annaffiata, in genere mostra segni di stress come la caduta delle foglie e la mancanza di fiori. Un’annaffiatura eccessiva può anche provocare la putrefazione delle radici, che spesso è la causa della morte di una buganvillea.

È un errore comune confondere la caduta delle foglie come un segno che la bouganville richiede più acqua, il che spesso aggrava il problema.

Innaffia le bouganville solo quando il terreno si è asciugato dall’ultima annaffiatura o dopo la pioggia.

Testa il terreno intorno alla bouganville a una profondità di un dito per vedere se riesci a rilevare l’umidità.

Se il terreno si sente umido, salta l’irrigazione per alcuni giorni fino a quando il terreno non è più asciutto e quindi dai alla pianta un abbondante ammollo (piuttosto che un’annaffiatura leggera) per incoraggiare le radici a crescere e stabilirsi nel terreno, aumentando ulteriormente la sua resistenza alla siccità e la rusticità della pianta.

Terreno con drenaggio lento

Le bouganville preferiscono che il terreno sia leggero con una struttura porosa per consentire all’acqua in eccesso di defluire dalle radici (per prevenire il marciume radicale).

Idealmente una bouganville dovrebbe essere piantata in un terreno con materia organica (compost classico o compost da foglie) mescolata con del materiale inorganico (sabbia o sabbia da orticoltura) per aumentare il drenaggio e l’aerazione del terreno.

Le bouganville non crescono bene se piantate in terreni a lento drenaggio che fanno fatica ad asciugarsi.

Nei climi con livelli di piogge più elevati, aggiungi più sabbia o inerti al terriccio per garantire che le radici possano asciugarsi in modo più efficiente per prevenire la putrefazione delle radici.

Temperature troppo basse

La bouganville è originaria delle zone calde, soleggiate e secche del Sud America, quindi è relativamente sensibile al freddo.

Se vivi in ​​un clima più fresco o si verifica un freddo fuori stagione (con una drastica diminuzione della temperatura), la bouganville potrebbe far cadere le foglie in segno di stress.

Le brattee colorate che circondano i fiori possono anche appassire o cadere in reazione al freddo.

Tieni inoltre presente che la bouganville può essere effettivamente decidua nei climi più freddi e sempreverde nelle zone più calde, quindi la caduta delle foglie non è necessariamente una preoccupazione seria o un segno che la pianta sta morendo.

La pratica migliore per coltivare le bouganville nei climi freddi è piantarle in vaso e portarle in casa non appena la temperatura di notte scende al di sotto di 5°C.

Posiziona la bouganville all’aperto in pieno sole quando la temperatura notturna supera i 5°C.

Non riceve abbastanza sole

Nel loro ambiente nativo, le bouganville godono di pieno sole. La quantità di luce solare è uno dei fattori più importanti per la salute e la durata della vita della bouganville ed è direttamente correlata al numero di fiori che può mostrare.

Le bouganville richiedono almeno 6 ore di sole diretto al giorno durante la primavera e l’estate per crescere bene e mostrare i fiori. Se sono in troppa ombra, le bouganville tendono ad avere una crescita meno evidente con meno fiori ed è improbabile che vivano a lungo.

Il sole diretto aiuta anche ad aumentare l’evaporazione per il terreno circostante, il che aiuta a creare le condizioni più asciutte a cui le bouganville sono naturalmente abituate.

Se la tua bouganville non è in pieno sole, puoi creare più luce diradando gli alberi che potrebbero proiettare ombra o tagliare la vegetazione circostante.

L’altra opzione è trapiantare la bouganville, se possibile, in un luogo più soleggiato.

Shock da trapianto

Se la tua bouganville sta lasciando cadere foglie e fiori dopo che hai rinvasato, è spesso perché la pianta è sotto shock a causa di un drastico cambiamento delle condizioni di crescita.

Quando le bouganville vengono coltivate per la vendita nei vivai, possono essere coltivate in condizioni molto controllate con temperature costanti, luce solare e irrigazione ottimali.

Con condizioni così costanti la bouganville può diventare meno resistente e più sensibile alla variabilità delle condizioni.

Quindi quando vengono portate a casa vengono spesso piantate in condizioni molto diverse da cui sono abituate e ciò può causare shock da trapianto.

Lo shock del trapianto può causare la caduta di foglie e fiori della tua bouganville e può sembrare che la pianta stia morendo.

Tuttavia, un certo grado di shock non è normale e la pianta può riprendersi se viene curata adeguatamente, la pianta gradualmente può adattarsi al tuo giardino.

Per mitigare gli effetti dello shock da trapianto è importante assicurarsi che la bouganville abbia:

  • Almeno 6 sole di sole
  • Terreno drenante
  • Annaffia con una frequenza che consenta al terreno di asciugarsi tra un periodo di pioggia o l’altro
  • Piantala in un vaso e portalo in casa se la temperatura scende sotto i 5°C
Adriana Capasso
Nata a Napoli e laureata in Lettere. Convinta che prendersi cura degli esseri viventi, imparando a conoscerli sia, alla fine, prendersi cura di se stessi. Parlo delle piante, ovviamente.