Quali piante sono adatte per formare cascate di fiori

I balconi sono fatti per essere… decorati!

Le nostre ringhiere, infatti, sono più belle se riusciamo ad abbellirle con vasi pieni di fiori. In questo modo, riusciremo a creare un ambiente più allegro e accogliente.

Spesso, però, per decorarli, scegliamo le piante sbagliate.

Importante è preferire quelle piante che crescano rigogliose: e cosa c’è di meglio se non una cascata di fiori che cade verso il basso proprio dai vasi da ringhiera?

Vediamo insieme quali piante sono adatte per formare bellissime cascate di fiori da far invidia ai vicini!

Geranio parigino

Chi non conosce questa meravigliosa pianta? Si tratta del geranio parigino: con i suoi meravigliosi colori, fiorisce abbondantemente creando un meraviglioso gioco di colori.

I gerani parigini possono essere coltivati facilmente in vaso e fioriscono da aprile/maggio fino agli inizi dell’autunno. A volte, può fiorire anche col freddo.

Tutto quello di cui hanno bisogno è abbondanti innaffiature (senza ovviamente arrivare a inzuppare il terreno) e una buona esposizione solare.

Inoltre, potete sempre concimarli, quando fa caldo, per aumentarne la resistenza e favorire ulteriori fioriture.

Petunia

Meravigliosi fiori, spesso di diverse sfumature di colore, dalla forma a imbuto: è la petunia.

Questa pianta va coltivate in vasi pieni di un terreno ben drenato, magari mescolato a un po’ di corteccia. Inoltre, va abbondantemente innaffiata.

Fiorisce da metà primavera a metà autunno.

Un segreto per garantirle lunghe fioriture? Mettetele alla luce diretta del sole, tranne da mezzogiorno alle tre del pomeriggio: in questo modo assorbirà tutta la luce di cui ha bisogno senza che questa, troppo intensa, danneggi i boccioli più delicati.

Aubretia

Una sempreverde molto resistente che, nei mesi caldi, si riempie di fiorellini viola, rosa o bianchi: è l’aubretia (detta anche aubrezia)

La forza di questa pianta sta nel fatto che può essere collocata sia in pieno sole che a mezz’ombra e tollera terricci con pH diversi. Importante è evitare che si formino ristagni d’acqua, molto pericolosi in quanto possono far marcire le radici della pianta.

Fiorisce nei mesi caldi e crea delle meravigliose onde di fiori cadenti.

Dipladenia

La dipladenia è sicuramente una delle piante più adatte per creare cascate di fiori. Merito della velocità della crescita e della conformazione dei fiori, a campana, che tendono di per sé a cadere verso il basso.

Innaffiate sia tradizionalmente sia vaporizzando un po’ d’acqua sulle foglie poco prima del tramonto, in modo da mantenere alto il tasso di umidità.

Se ben tenuta, questa pianta può continuare a fiorire fino al mese di novembre.

Nei mesi caldi, ricordate di concimare scegliendo prodotti con alte concentrazioni di azoto, magnesio e potassio. Inoltre, preferite sempre terreni composti da terra di giardino, foglie, torba e sabbia.

Ricordate di potarla regolarmente.

Gelsomino asiatico

Una pianta che nasconde un segreto: il gelsomino asiatico è famoso non per i fiori, ma per le sue foglie dai colori particolari che sembrano, appunto, dei veri e propri petali.

Anche questa pianta è abbastanza resistente e può svilupparsi e crescere sia a mezz’ombra che in pieno sole.

I suoi punti deboli sono due: l’acqua calcarea e il vento.

Importante, quindi, è non utilizzare assolutamente l’acqua del rubinetto per innaffiarla, ma solo l’acqua distillata.

Inoltre, tenetela in una parte del balcone non eccessivamente esposta ai venti. Quando ci sono intemperie, inoltre, l’ideale è provare a proteggerla con un telo.

Viola

Un’altra pianta che non ha bisogno di presentazioni: la viola.

Questa pianta fiorisce in autunno e in inverno (anche se il periodo può cambiare in base alla specie e alla varietà).

Vanno innaffiate dall’alto con un innaffiatoio lungo, in modo da non bagnare né le foglie né i fiori, oppure immergendo la piantina in un lavandino o in una bacinella con circa 2,5 cm d’acqua per circa 20 minuti in modo che assorba da sola solo l’acqua di cui ha bisogno.

Ogni 20 giorni, è preferibile utilizzare un concime liquido con un alto contenuto di potassio per favorire la fioritura.

Per un effetto mozzafiato, può essere coltivata insieme all’edera.

Gianluca Grimaldi
Da sempre sono appassionato di fiori e piante, di giardinaggio e di tutto quello che è "verde". Credo che la parola "ecologia" sia sinonimo della parola "futuro".