Crisantemo: le cure giuste per una fioritura ricca e colorata

Le piante di crisantemo sono un simbolo dell’autunno, con le loro cupole dai colori vivaci e dai toni gioiello.

Per invogliare i coltivatori ad acquistare questi fiori di fine stagione, vengono spesso venduti in piena fioritura.

Piantali in primavera per dare loro tutto il tempo di mettere radici in modo che fioriscano per più tempo.

Puoi anche coltivare i crisantemi come annuali. Forniscono meravigliosi colori autunnali e danno colore dove i tuoi fiori estivi sono ormai sfioriti.

Scopriamo insieme come coltivare i crisantemi per avere fioriture ricche e colorate!

Caratteristiche

Troverai qui elencate le caratteristiche del crisantemo, a partire dalle varietà più comuni e più conosciute, fino alle informazioni sulla fioritura.

Varietà

Sono disponibili più varietà di crisantemi in base al colore del fiore, al tempo di fioritura e alla forma del petalo.

Tra questi troviamo:

  • Crisantemo ‘Ruby Mound’: ha una fioritura di inizio stagione con grandi fiori rosso granata.
  • Crisantemo ‘Patriot’: ha una fioritura da metà a fine stagione con fiori bianchi puri a forma di pompon.
  • Crisantemo ‘Tripoli’: ha una fioritura molto tardiva con fiori simili a margherite di un rosa vibrante con centri gialli.

Esposizione

Sebbene i crisantemi possano tollerare l’ombra parziale, otterrai piante più piene e fioriture migliori in pieno sole.

I fiori di crisantemo sono fotoperiodici, il che significa che fioriscono in risposta ai giorni più corti e alle notti più lunghe vissute in autunno.

Pertanto, non piantare fiori di crisantemo vicino a lampioni o luci notturne perché l’illuminazione artificiale può rovinare il loro ciclo.

Fioritura

Perché i crisantemi siano veramente resistenti, hanno bisogno di tempo per stabilirsi nel terreno. La fioritura avviene dalla tarda estate fino all’autunno.

Idealmente, sono piantati in primavera e lasciati crescere sul posto per tutta la stagione. Sfortunatamente, i crisantemi in vendita nei vivai in autunno sono spinti a mettere i boccioli per le fioriture di settembre.

Ciò significa che stanno impiegando un’enorme quantità di energia nella fioritura e non nella crescita delle radici.

Molti sono sorpresi che i loro crisantemi da giardino inizino a fiorire da metà a fine estate, ma in climi caldi ciò è possibile.

Se vuoi fiori fino all’autunno dovrai pizzicare periodicamente i fiori durante l’estate. Ciò farà sì che la pianta diventi più cespugliosa e, verso la fine dell’estate, dovrebbe essere coperta di boccioli di fiori.

Coltivazione e cura

Vediamo insieme di quali cure ha bisogno il crisantemo per crescere sano e forte, a partire dal terreno di cui ha bisogno fino alle informazioni sulla potatura.

Terreno

Tutti i crisantemi preferiscono un terreno fertile e drenante, con molta materia organica o compost.

A loro piace un pH del terreno leggermente acido.

Quando innaffiare

I crisantemi preferiscono un terreno uniformemente umido.

Innaffia la pianta quando i primi centimetri di terreno sono asciutti. Se innaffi in un vaso, innaffia la superficie del terreno usando un annaffiatoio fino a quando l’umidità inizia a defluire dal fondo del vaso.

Controlla che i tuoi vasi abbiano i fori di drenaggio prima di usarli. L’acqua dovrebbe defluire liberamente attraverso il terreno e fuoriuscire dal fondo del vaso durante l’irrigazione.

Il terreno dovrebbe rimanere umido, ma non fradicio. Il terreno inzuppato può causare marciume radicale e altre malattie.

Concime

È fondamentale nutrire i crisantemi durante la loro fase vegetativa, ovvero il periodo che precede la fioritura.

Utilizza un fertilizzante 20-10-20 (trovi queste cifre dietro l’etichetta) durante la semina e durante il periodo di crescita vegetativa.

Una volta che il tuo crisantemo è stabilito, passa a un fertilizzante liquido 5-10-5.

La regola generale è di iniziare dopo che tutto il pericolo di gelo è passato. In questo modo qualsiasi nuova crescita forzata dalle sostanze nutritive non sarà in pericolo di danni da tempo gelido.

Le piante stabilite non dovrebbero essere alimentate dopo luglio, in modo che la nuova crescita non sia danneggiata dal gelo dei mesi invernali successivi.

Potatura

Dopo che i tuoi crisantemi hanno finito di fiorire in autunno e il fogliame è diventato completamente dormiente, puoi tagliare i gambi morti appena sopra il terreno.

Per l’inverno è una buona idea applicare uno strato di 4 cm di pacciame attorno alle radici delle tue piante.

In più puoi iniziare a pizzicare gli steli in primavera quando le piante hanno raggiunto un’altezza di circa 15 cm.

Prendi uno stelo tra il pollice e l’indice appena sopra una foglia e semplicemente pizzicalo.

Dopo il primo pizzicamento, emergeranno nuovi steli appena sotto il punto in cui inizialmente hai pizzicato le piante.

Quando questi nuovi steli hanno raggiunto i 12 cm di lunghezza, pizzicali o potali di nuovo di circa 5-7 cm appena sopra una foglia. Continua questo processo per ogni stelo della pianta.

A metà luglio puoi interrompere la potatura e consentire alla pianta di crescere e produrre gemme che fioriranno in autunno.

Moltiplicazione

Puoi moltiplicare i crisantemi in diversi modi: divisione, semi e talee. Il metodo più semplice e veloce sarà attraverso la divisione.

  • Per divisione: dividi le piante di almeno due anni. Le piante più giovani non avranno un apparato radicale sufficiente per sopravvivere. Ogni tre primavere, dividi i crisantemi per ringiovanirli. Scegli piante alte almeno 15 cm.
  • Da semi: i crisantemi possono crescere dai semi, considera che se provi a piantare semi dalle tue piante (la maggior parte sono ibridi), la pianta risultante potrebbe non essere uguale alla pianta madre. Inizia a seminare in casa, da sei a otto settimane prima dell’ultimo gelo.
  • Per talee: questo è un metodo ottimo per ottenere una replica esatta della pianta che hai. Taglia uno stelo di almeno 10 cm, pizzica le foglie inferiori, immergi l’estremità tagliata in un ormone radicante e pianta in un vaso, attendi circa quattro settimane circa per la crescita delle radici, quindi trapiantala all’esterno.

Malattie e parassiti

I crisantemi e i loro parenti stretti Dendranthema e Leucanthemum sono importanti colture.

Sebbene l’elenco delle malattie che colpiscono i crisantemi sia lungo, sono relativamente senza problemi se dai loro pieno sole, il terreno ben drenato, la fertilità adeguata e l’irrigazione adeguata.

Indipendentemente dalla coltura, massimizzare il vigore delle piante mediante pratiche colturali appropriate è sempre un’importante strategia per evitare malattie e parassiti.

Significato

Il crisantemo è un fiore che ha un’ampia varietà di significati in tutto il mondo. In Asia il crisantemo significa vita e rinascita, il che li rende ottimi regali per compleanni e nascite.

In Europa il crisantemo si usa per esprimere simpatia. I crisantemi sono generalmente visti come un fiore che significa rispetto e onore in America.

Il colore del fiore può influenzare il significato del crisantemo. Ad esempio, se ricevi un crisantemo rosso da qualcuno, è un simbolo di amore.

Un fiore di crisantemo giallo, d’altra parte, significa amore o dolore trascurati.

Un crisantemo bianco è un simbolo di lealtà e amore devoto. In generale, si ritiene che i crisantemi rappresentino felicità, amore, longevità e gioia.

Perché si portano i crisantemi ai morti?

Il significato del crisantemo è di vita e rinascita ma in Italia viene associato ai defunti per la ricorrenza del 2 novembre. Infatti, poiché i crisantemi sono piante a fioritura autunnale, sono tra i pochi disponibili proprio nella festività dei defunti.

Quante volte annaffiare i crisantemi?

Soprattutto durante la fioritura, il terreno dei tuoi crisantemi deve essere mantenuto sempre leggermente umido. Fai attenzione però a non inzuppare troppo il terreno o le radici marciranno.

Quali sono i crisantemi perenni?

I crisantemi sono piante perenni soprattutto se coltivate in climi miti. Tuttavia, se vuoi andare sul sicuro puoi prendere la varietà Chrysanthemum morifolium che non teme il gelo e che puoi goderti tutto l’anno.

Che significato ha il crisantemo?

Il crisantemo, sebbene in Italia sia associato ai defunti, ha nel resto del mondo un significato positivo: in Asia simboleggia vita e rinascita e in Europa si dona per esprimere simpatia. In America invece è simbolo di lealtà.

Come si fa a far fiorire i crisantemi?

I fiori di crisantemo sono fotoperiodici, il che significa che fioriscono in risposta ai giorni più corti e alle notti più lunghe vissute in autunno. Dunque per stimolare la fioritura devono ricevere meno ore di luce al giorno.

Adriana Capasso
Nata a Napoli e laureata in Lettere. Convinta che prendersi cura degli esseri viventi, imparando a conoscerli sia, alla fine, prendersi cura di se stessi. Parlo delle piante, ovviamente.