3 Repellenti Naturali per i parassiti del Basilico

Ma quanto è complicato poter proteggere le aromatiche con rimedi che non vadano a mettere a rischio non solo la salute delle nostre piante ma anche la nostra?

Nello specifico il basilico è una piantina che utilizziamo per condire molti piatti e niente profuma più d’estate del basilico fresco.

Tuttavia, è soggetto all’attacco di diversi parassiti come cocciniglia, acari e afidi e provvedere a debellarne l’infestazione può essere difficile soprattutto quando non possiamo ricorrere a rimedi chimici, che poi potremmo chiaramente ingerire quando lo usiamo in cucina.

È per questo che vanno utilizzati rimedi fai da te che non comportano alcuni tipo di problema per l’utilizzo del basilico in cucina e che hanno un effetto abbastanza decisivo su molti parassiti.

Vediamo che tipo di repellenti naturali utilizzare sul basilico infestato da parassiti.

Macerato al peperoncino

Il peperoncino contiene un elemento conosciuto come capsaicina, un insetticida naturale. Più è piccante il nostro peperoncino , maggiore sarà l’efficacia del rimedio fai da te che prepariamo.

Sminuzza due peperoncini in 200 ml di acqua, lasciandoli al macero per almeno 24 ore. Agita il composto di tanto in tanto e trascorso il tempo previsto filtra le componenti solide.

Sono sempre felice di aiutarti ad avere finalmente il "Pollice Verde". Se vuoi ricevere i miei consigli di giardinaggio direttamente sul tuo WhatsApp puoi aggiungermi e fare questa procedura. Oppure puoi entrare nel nostro Gruppo Facebook dove puoi spiegarmi il TUO dubbio su fiori e piante... e non dimenticare di mettere una foto della tua pianta così capisco subito il problema! Ti Aspetto!

Aggiungi il composto ad altra acqua in uno spruzzino e nebulizza tutta la chioma. Questo preparato garantirà la protezione al tuo basilico da molti parassiti.

Spray all’aglio

L’aglio è un repellente particolarmente aggressivo nei confronti di acari e afidi, bruchi verdi e mosche bianche.

Pesta 100g di aglio insieme a due cucchiai di olio e lascialo al macero per almeno 24 ore, in un barattolo ben chiuso.

Aggiungi 20 ml di sapone da bucato naturale e diluisci in 1l di acqua 20 ml di composto.

Nebulizza con uno spruzzino tutta la chioma e ti assicurerai di proteggere il tuo basilico dai parassiti senza l’utilizzo di composti chimici.

Quando prelevi le foglie per cucinare ti basterà squarciarle ben bene.

Puoi inoltre preparare uno spray all’aglio anche facendo bollire una testa d’aglio intera in 2 l di acqua e utilizzare il composto una volta freddo come barriera protettiva per qualsiasi tipo di parassita, nebulizzandolo sulla chioma.

Sale Himalayano

Non molti sanno che il sale può essere un alleato valido contro alcuni parassiti come acari e afidi. In questo caso parliamo di sale himalayano, non del tradizionale sale da cucina.

Questo tipo di sale non assorbe le impurità dell’ambiente e diluito a dovere offre al tuo basilico una valida protezione.

Disciogli in ogni litro di acqua 1 cucchiaio di sale himalayano e ti basterà in seguito nebulizzare la chioma con questa miscela per attaccare i parassiti.

Assicurati che il basilico non sia al sole diretto quando effettui questo processo o il calore forte potrebbe allearti al sale e danneggiar le foglioline.

Con una miscela del genere ti assicuri di non compromettere l’utilizzo del tuo basilico in cucina, cosa che invece accade quando utilizziamo prodotti chimici.

Giuseppe Iozzi
Nato a Napoli. Psicologo, col pollice verde. Ascolto i pazienti per professione, parlo alle piante per passione.