Non buttare via i fiori secchi del Basilico conservali così per la prossima stagione

Il basilico è una delle erbe aromatiche tipiche della stagione calda, riconoscibile per il suo profumo e per il sapore caratteristico.

Una volta che l’estate è finita però, oltre a conservare le foglie di basilico per l’inverno puoi anche raccogliere i semi di basilico.

Raccogliere i semi dalla tua pianta ti garantirà la crescita della pianta la stagione successiva.

Risparmiare i semi di basilico è un modo semplice ed economico per coltivare il basilico anno dopo anno.

Scopriamo insieme alcuni suggerimenti su come raccogliere i semi di basilico e come conservarli per piantarli all’arrivo della primavera.

Rimuovi i fiori secchi

Se hai coltivato con successo il tuo basilico in estate, sei stato abbastanza bravo da riuscire a vederne la fioritura.

Una volta che a fine stagione il basilico è completamente sfiorito non buttare via i fiori quando poti la pianta.

Sono sempre felice di aiutarti ad avere finalmente il "Pollice Verde". Se vuoi ricevere i miei consigli di giardinaggio direttamente sul tuo WhatsApp puoi aggiungermi e fare questa procedura. Oppure puoi entrare nel nostro Gruppo Facebook dove puoi spiegarmi il TUO dubbio su fiori e piante... e non dimenticare di mettere una foto della tua pianta così capisco subito il problema! Ti Aspetto!

Ad inizio autunno le foglie ancora sane di basilico possono essere congelate o usate per fare delle conserve, come il celebre pesto, ma anche i fiori sono utilissimi perché contengono i semi.

I semi di basilico si ricavano dal capolino esaurito dei fiori. Pota i fiori secchi e raccoglili in un contenitore che lascerai all’aperto per dare modo ai fiori di asciugarsi completamente.

Una volta che i fiori sono secchi puoi passare allo step successivo.

Preleva i semini

Prelevare i semini dai fiori secchi di basilico è un’operazione che richiede un po’ di attenzione in più.

I semi di basilico infatti sono molto piccoli e per fare questa operazione dovrai posizionare un contenitore per evitare che i semi cadano a terra.

Un’idea è posizionare uno scolapasta o un colino a maglia fine per raccogliere i semi di basilico.

Strofina i fiori secchi tra le dita e fai cadere tutti i semini dall’interno. Puoi anche mettere i fiori secchi in un sacchetto di carta e scuoterlo, quindi schiacciare il sacchetto con un mattarello.

Ora hai semi di basilico raccolti in casa che saranno piantati quando le temperature lo permetteranno, in genere da aprile in poi.

I piccoli semini scuri sono visibili all’interno dello stelo fiorifero

Conserva i semi

Una volta che hai i semi di basilico, devi conservarli correttamente. Ma per quanto tempo si conservano i semi di basilico? Se sono correttamente conservati, i semi di basilico sono vitali fino a cinque anni.

Etichetta e data i tuoi semi e ruotali in modo che i più vecchi vengano usati per primi.

Metti i semi secchi in un sacchetto di plastica o in un barattolo di vetro con un coperchio ermetico.

Metti la busta o il barattolo nel congelatore per un paio di giorni per eliminare eventuali gli insetti nocivi che potrebbero essere ancora nel materiale vegetale.

Pianta i semi di basilico in primavera

Una volta che la primavera è alle porte puoi piantare i semi di basilico che hai conservato in un luogo asciutto per tutto l’inverno.

Spargi i semi in un vaso con del terriccio umido e coprili con uno strato sottile di terra.

Mantieni il terreno moderatamente umido e trapianta dopo la comparsa delle prime due serie di foglie vere (le prime che appaiono sono cotiledoni e non vere e proprie foglie). Dopodiché puoi dare al basilico le cure richieste e innaffiarlo nel modo giusto.

La raccolta dei semi di basilico è un modo rapido per preservare i delicati sapori dell’erba e garantire che ci sia un’abbondante scorta di basilico l’anno successivo.

Adriana Capasso
Nata a Napoli e laureata in Lettere. Convinta che prendersi cura degli esseri viventi, imparando a conoscerli sia, alla fine, prendersi cura di se stessi. Parlo delle piante, ovviamente.