5 piante aromatiche da propagare per talea

Le erbe aromatiche sono onnipresenti nella nostra cucina e danno ai nostri piatti quel tocco in più.

Per questo è un valore aggiunto avere in casa tutti gli aromi freschi di cui abbiamo bisogno.

Ma proprio perché in cucina ne facciamo un uso abbondante, spesso è necessario sapere come generare una nuova piantina in modo gratuito e semplice.

Ricorda che il periodo migliore per fare le talee di aromatiche è a fine estate.

Basilico

Il basilico è semplicissimo da propagare. Basta staccare una foglia sana tirando il gambetto verso il basso con le dita.

Prepara un barattolino con un po’ d’acqua e immergi la fogliolina. Metti il barattolo in un luogo ben illuminato e abbi pazienza. Se l’acqua evapora, aggiungine dell’altra man mano.

In circa 2-3 settimane spunteranno delle nuove radici. A questo punto puoi mettere in terra la talea, ma attenzione a non toccare le radichette con le dita, potrebbero danneggiarsi.

Ti consiglio di propagare per talea due o tre foglioline per volta, perché c’è la possibilità che non tutte emettano radici.

Rosmarino

Anche il rosmarino si può propagare per talea.

Scegli un gambo sano e tagliane circa 10 centimetri. E’ preferibile che la base del tuo rametto sia tagliato in modo obliquo: in questo modo aumenti la superficie da cui possono spuntare le radici.

Rimuovi le foglie per 3/4 del gambo e lascia solo un ciuffetto di foglie in cima al rametto. Non c’è bisogno di tagliarle ma puoi staccarle facilmente con le tue dita.

Metti il rametto nel terreno inserendone i primi 4-5 centimetri. Mantieni umido il terriccio ma non inzuppare il vaso: la tua talea di rosmarino potrebbe marcire.

Salvia

Per fare una talea di salvia taglia una porzione di ramo di 10 centimetri circa.

Prepara un vasetto riempiendolo con del terriccio. A questo punto libera il rametto delle foglie laterali nella parte inferiore, lasciando solo le foglie in cima.

Questa operazione serve a non far disidratare la pianta durante la radicazione.

Ti consiglio di usare almeno due talee per aumentare la possibilità di successo. Dopo aver inserito i rametti, pressa il terreno che deve aderire bene alla talea.

Bagna il terreno cercando di non vaporizzare le foglie. Mantieni umido il terreno per tutto il periodo di radicazione.

Metti il vaso in un luogo in cui ci sia luce ma non luce diretta, ad una temperatura di circa 18-20 gradi.

Per facilitare tutto il processo, copri il vasetto con un sacchetto di plastica per garantire l’umidità alle talee ma toglili una volta al giorno per eliminare la condensa.

Menta

In acqua: taglia un rametto di circa 4-5 centimetri. Riempi un bicchiere con dell’acqua e inserisci il rametto: dopo due settimane compariranno le radici.

A questo punto prepara il vaso e inserisci la tua talea avendo cura di interrare bene le radici, ma non troppo in profondità.

Direttamente in terreno: taglia un rametto di circa 15 centimetri e togli tutte le foglie sui 3/4 del rametto, lasciando solo un ciuffetto in cima.

Prepara un vaso e fai un solco al centro mettendo il rametto “coricato” in orizzontale nel terreno ma lasciando fuori solo il ciuffetto delle ultime foglie.

In questo modo nascerà una piantina per ogni nodo del rametto. Nel giro di un mese avrete già i primi germogli.

Origano

Anche l’origano è una pianta adatta per la riproduzione per talea.

E’ necessario recidere alla base un ramo della lunghezza di almeno 10 centimetri, togliendo via le foglie della parte inferiore.

Interralo in un vasetto contenente del terriccio universale, per permettere la formazione delle radici.

I rametti alla base devono essere tagliati obliquamente e trapiantati immediatamente. Annaffia la superficie del terriccio presente nel vasetto usando uno spruzzino.

Le piantine possono essere posizionate in un luogo luminoso, ma lontane dai raggi diretti del sole.

Adriana Capasso
Nata a Napoli e laureata in Lettere. Convinta che prendersi cura degli esseri viventi, imparando a conoscerli sia, alla fine, prendersi cura di se stessi. Parlo delle piante, ovviamente.