Un Albero di Giada dalle Foglie con Punte Ingiallite sta chiedendo aiuto per questi motivi

Osservando il nostro albero di giada le belle foglioline carnose potrebbero mostrare i primi segni di qualche tipo di problematica.

Parliamo di primi segni perché in questo caso le foglie hanno solo punte ingiallite, almeno per il momento.

È solo per questo motivo che bisogna intervenire quanto prima perché non è di certo normale.

Vediamo quali possibili cause inducono le foglie ad ingiallire in modo inizialmente localizzato sulle punte e poi per tutto il corpo della foglia.

Il problema potrebbe riguardare le irrigazioni

Se il terriccio è zuppo si tratta di un chiaro segno di irrigazione eccessiva, per questo tipo di pianta che assolutamente non ama ristagni.

Il primo segnale sta proprio nelle foglie, che cominciano ad ingiallire partendo dagli apici ed a cadere.

La soluzione più rapida al problema è quella di rinvasare la pianta cambiando completamente il terriccio. Controlla un eventuale presenza di radici marce da potare con cesoie ben disinfettate.

Sono sempre felice di aiutarti ad avere finalmente il "Pollice Verde". Se vuoi ricevere i miei consigli di giardinaggio direttamente sul tuo WhatsApp puoi aggiungermi e fare questa procedura. Oppure puoi entrare nel nostro Gruppo Facebook dove puoi spiegarmi il TUO dubbio su fiori e piante... e non dimenticare di mettere una foto della tua pianta così capisco subito il problema! Ti Aspetto!

Il vaso è quello adatto? È della dimensione giusta o troppo grande da contenere terriccio che resta costantemente umido?

La miscela di terriccio deve essere drenante, adatta per piante grasse, ricca di materiali grossolani.

Un principio di attacco da parassiti

Se vedo punte ingiallite sul mio albero di giada non posso fare  ameno di ispezionare le foglie e passare in rassegna ogni angolino o insenatura.

L’albero di giada è suscettibile all’attacco di cocciniglieacari, afidi e infezioni da mosche bianche anche in inverno.

La maggior parte dei parassiti si nasconde e si nutre della parte inferiore delle foglie. Questi parassiti possono nutrirsi della linfa vitale e influire sull’aspetto della tua pianta.

Utilizza olio di Neem, o un pesticida fai da te prima di ricorrere a pesticidi chimici, qualora l’infestazione non sia troppo avanzata.

Se fa freddo, attento a queste cure specifiche

Anche se appartenente alla categoria del sempreverde in quanto pianta grassa, l’albero di Giada entra in letargo nei freddi mesi invernali, non crescendo attivamente.

Riduci irrimediabilmente sia la frequenza che la quantità delle innaffiature durante l’inverno per evitare di gelare le radici in condizioni troppo umide, nelle quali, viste le temperature, il terriccio fa fatica ad asciugare.

Innaffia solo quando il terriccio è completamente asciutto o potresti indurre ad ingiallimento le foglioline carnose e averle gialle in punta è un segnale evidente di sofferenza, ma ancora recuperabile.

Terriccio esaurito

Sempre meno nutrienti vi sono in un terriccio che non è stato mai sostituito e che nel tempo le innaffiature hanno lavato per bene.

Immaginiamo che vi sia lo stesso terriccio per più di un anno ed è normale che le foglie ne risentano, anche se si tratta della giada che è tenace e resistente a tutto, non particolarmente richiedente.

Nutri il terriccio in molti modi semplici realizzando diversi concimi fai da te a base di potassio.

Giuseppe Iozzi
Nato a Napoli. Psicologo, col pollice verde. Ascolto i pazienti per professione, parlo alle piante per passione.