Conosci la Varietà del Fiore di Mezzogiorno dalle Foglie Variegate?

L’aptenia cordifolia è una succulenta perenne dal portamento strisciante che è possibile lasciar pendere dai vasi per la bellezza delle sue piccole foglioline a forma di cuore.

Ma sapevi che il fiore di mezzogiorno è ancora più spettacolare nella sua varietà dalle foglie variegate?

Originaria del sud Africa, le sue poche pretese, anche nella sua versione variegata, la rendono una pianta grassa molto diffusa per la facilità con la quale viene curata.

Puoi tappezzare intere aiuole con le sue foglie variegate ed i suoi fiori dal colore sgargiante se sai come averne cura. Vediamolo insieme.

Esposizione

Preferisce una posizione molto soleggiata  poiché meno sole diretto riceve e meno fiori produce e meno è evidente la sua bella variegatura alle foglie.

Ti aspetto nel nostro Gruppo Facebook dove puoi spiegarmi il TUO dubbio su fiori e piante... e non dimenticare di mettere una foto della tua pianta così capisco subito il problema! Ti Aspetto!

La variegatura ed il colore brillante delle foglie è direttamente proporzionale alla quantità di luce diretta che riceve. Un’esposizione a sud sarebbe l’ideale per garantirle quante più ore di luce è possibile.

In luoghi con inverni molto rigidi è bene, durante i mesi invernali, considerare di proteggere la pianta dal freddo.

Quando innaffiare

Assicurati che il terriccio sia secco prima di innaffiare e mantieni un buon equilibrio tra terriccio secco e poco umido. Resiste alla siccità ma non vuol dire che è opportuno sottoporre le belle foglioline variegate a questo stress.

Durante il periodo estivo puoi innaffiare l’aptenia una volta a settimana, mentre è opportuno ridurre le innaffiature nel periodo invernale ad almeno ogni 15 giorni.

Di che tipo di terriccio ha bisogno?

L’aptenia, apprezza particolarmente un terriccio neutro, una caratteristica che se rispettata consente di avere fioriture abbondanti.

Assicurati che le miscele di terriccio siano altamente drenanti quindi particolarmente sabbiosi, che non trattengano acqua e umidità.

Devo concimarla?

Anche se non è indispensabile, non le fa male riceve del fertilizzante a lento rilascio almeno due volte l’anno.

Puoi anche utilizzare del fertilizzante fai da te a base di potassio, realizzabile con bucce di banana, per far in modo di tenere il terriccio sempre carico di nutrienti.

È essenziale che il fertilizzante non alteri il pH del terriccio se non vogliamo ottenere l’effetto contrario e la bruciatura delle belle foglioline variegate.

Parassiti e malattie

Anche se l’aptenia è una pianta particolarmente resistente, ci sono alcuni parassiti che potresti trovare lungo steli e foglie come acari, afidi o la solita cocciniglia.

In questo caso puoi servirti di pesticidi specifici se l’intestazione è particolarmente diffusa o ricorrere all’olio di Neem, a spray fai da te per fare in modo di ripulire la pianta da questi parassiti.

Giuseppe Iozzi
Nato a Napoli. Psicologo, col pollice verde. Ascolto i pazienti per professione, parlo alle piante per passione.