Realizza un Palo di Muschio per il tuo Pothos per averlo con Foglie belle grosse

Il pothos come tutti sappiamo spesso richiede un sostegno.

Uno dei più validi supporti è il famoso palo di muschio, che asseconda la natura del pothos che è senz’altro rampicante, arrampicandosi in natura su alti fusti, aggrappandosi con le radici aeree a disposizione.

Sembra proprio fatto apposta per arrampicarsi e dandogli questo supporto scoprirai che le foglie saranno molto più grandi e i rami più frondosi.

Vediamo insieme come creare in modo semplice un palo di muschio per il pothos.

Per cominciare

Assicurati di avere tutti gli strumenti e i materiali pronti all’uso e di preparare un’area di lavoro.

Utilizza una protezione per il pavimento visto che la realizzazione del palo muschiato per il tuo pothos potrebbe metter su un po’ di disordine.

Il tubo in PVC che utilizzerai come supporto principale va tagliato a misura, di una lunghezza che sia almeno di 50 cm in più rispetto all’altezza del tuo pothos, tenendo presente che ben più di 20 cm andranno inseriti nel vaso.

Sono sempre felice di aiutarti ad avere finalmente il "Pollice Verde". Se vuoi ricevere i miei consigli di giardinaggio direttamente sul tuo WhatsApp puoi aggiungermi e fare questa procedura. Oppure puoi entrare nel nostro Gruppo Facebook dove puoi spiegarmi il TUO dubbio su fiori e piante... e non dimenticare di mettere una foto della tua pianta così capisco subito il problema! Ti Aspetto!

Cosa occorre

  • Forbici;
  • Un palo, un tassello di legno o un tubo in PVC;
  • Muschio, sfagno o fibra di cocco;
  • Filo di lenza e spago.

Realizza il palo muschiato

Se ti servi dello sfagno sappi che questo va adeguatamente inumidito prima di essere fissato al palo.

Lo sfagno incoraggerà le radici aeree della tua pianta a raggiungere il palo mentre cresce.

Immergi tutto lo sfagno in una ciotola d’acqua e lascialo in ammollo per 15-20 minuti. Lo sfagno si espanderà man mano che assorbe l’acqua.

Attacca lo sfagno al palo

Una volta che lo sfagno è bello umido e impregnato di acqua va strizzato per bene.

Usando la lenza, fissa lentamente gli strati di sfagno al palo.

Lascia esposti 30 cm inferiori del palo poiché questa parte sarà inserita nel terreno.

È sempre meglio abbondare con tanto muschio o sfagno o fibra di cocco sul palo così che le radici possano inserirvisi e crescere, attecchire al palo e reggere i rami frondosi.

Aggancia il pothos al palo 

Una volta che hai finito di creare il tuo palo di muschio, è il momento di aggiungerlo al vaso del tuo pothos.

Inserisci la base del palo nel vaso, facendo attenzione a non disturbare le radici esistenti. Quando fai questa operazione puoi approfittare per rinvasare il pothos.

In questo modo rinvaserai insieme l’apparato radicale ben districato e il palo, senza arrecare danno alle radici, magari tranciandole di netto nell’inserire il palo nella terra.

Se il pothos ha già radici aeree, fai in modo che possano essere poggiate allo sfagno e lega i rami al palo con appositi supporti oppure con dello spago, seguendo appositamente il verso dei rami, senza forzarli o potresti spezzarli.

Abbi cura del palo di muschio in questo modo

Mantieni il muschio costantemente umido nebulizzandolo di tanto in tanto, facendo in modo che il pothos attraverso le radici aeree possa godere dell’umidità contenuta dallo sfango.

Una volta che il pothos è agganciato, è importante non separare le radici dal muschio, poiché ciò può causare danni alla pianta.

Ciò significa che, una volta che la pianta ha superato l’altezza del palo a disposizione, dovresti aggiungere al palo esistente un allungamento,  piuttosto che creare un palo di muschio nuovo di zecca.

Giuseppe Iozzi
Nato a Napoli. Psicologo, col pollice verde. Ascolto i pazienti per professione, parlo alle piante per passione.