Come moltiplicare all’infinito il tuo Geranio?

Moltiplicare i gerani è un ottimo modo per riempire le fioriere del balcone senza costi aggiuntivi.

In più, ti permetterà di sperimentare nuovi procedimenti con le tue piante e sarà una soddisfazione veder fiorire le talee di geranio che tu stesso hai piantato.

Moltiplicare per talea è un modo semplice per ottenere tante piante di geranio, ma ci sono alcuni passaggi da seguire per non sbagliare.

Ecco una piccola guida passo passo per moltiplicare con successo e all’infinito le tue talee di geranio!

Qual è il periodo migliore per le talee di geranio?

Puoi scegliere di propagare i tuoi gerani preferiti per raddoppiare il loro colore in giardino, ma qual è il periodo migliore per farlo?

Ti aspetto nel nostro Gruppo Facebook dove puoi spiegarci il TUO dubbio su fiori e piante... e non dimenticare di mettere una foto della tua pianta così capisco subito il problema! Ti Aspetto!

Non c’è un momento “migliore” per prelevare talee delle piante di pelargonio, perché non hanno un periodo dormiente e, nella maggior parte dei casi, crescono per dodici mesi all’anno.

Tuttavia, il successo dipende dalla capacità del clima di fornire una buona luce e un terreno caldo, dunque è sempre preferibile farlo dalla primavera all’estate.

È una buona idea iniziare un po’ prima se moltiplichi le varietà regali, poiché impiegano più tempo per radicarsi e fiorire rispetto alle varietà di gerani zonali.

Cosa serve per prelevare talee di geranio

Prima di iniziare, è bene fare una lista di cose necessarie per prelevare talee dei tuoi gerani e moltiplicarli correttamente.

Ti servirà:

  • Una pianta madre sana
  • Cesoie affilate e disinfettate
  • Piccoli vasetti (in alternativa riutilizzare vasetti di yogurt puliti)
  • Un luogo caldo e luminoso dove posizionare le talee fino a quando non radicano

Procedimento

La moltiplicazione più pratica e semplice è sempre quella per talea e anche nel caso dei gerani possiamo adottare questo metodo.

Per avere maggior probabilità di successo, ti consiglio di provare più talee in modo che su 5, ad esempio, ne radicheranno una media di 2 (ma potresti essere anche più fortunato!).

Taglia la talea dalla pianta madre appena sopra un nodo da cui spunta una foglia sullo stelo principale, la talea dovrebbe essere di almeno 10-15 cm.

Elimina la maggior parte delle foglie sulla talea e inserisci le talee nel terreno umido che avrai precedentemente messo nei vasetti.

Conservali in un luogo luminoso e caldo e non lasciare che il terreno si secchi. Fai attenzione perché sono molto inclini a marcire in condizioni di elevata umidità.

In poche settimane, le tue talee dovrebbero aver radicato!

Adriana Capasso
Nata a Napoli e laureata in Lettere. Convinta che prendersi cura degli esseri viventi, imparando a conoscerli sia, alla fine, prendersi cura di se stessi. Parlo delle piante, ovviamente.