Ecco il Modo semplice per moltiplicare il tuo Geranio in balcone

I gerani sono piante da balcone molto comuni, coltivate principalmente all’aperto come annuali.

In effetti, il geranio zonale è molto popolare ed è una delle piante da aiuola più coltivate al mondo.

Dunque, potrebbe tornarti utile sapere come fare per moltiplicare i gerani in modo da ricavare più piantine da una singola pianta madre.

Scopriamo insieme qual è il modo semplice per moltiplicare il tuo geranio in balcone!

Seme o talea?

Molte varietà di gerani vengono coltivate ​​da seme, ma in maggioranza, soprattutto le varietà consolidate, vengono moltiplicate per talea.

Sono sempre felice di aiutarti ad avere finalmente il "Pollice Verde". Se vuoi ricevere i miei consigli di giardinaggio direttamente sul tuo WhatsApp puoi aggiungermi e fare questa procedura. Oppure puoi entrare nel nostro Gruppo Facebook dove puoi spiegarmi il TUO dubbio su fiori e piante... e non dimenticare di mettere una foto della tua pianta così capisco subito il problema! Ti Aspetto!

Tuttavia, non sono le piante più facili da radicare dalle talee, quindi può valere la pena esaminare come avere successo con le talee.

Anche nelle migliori condizioni, con la cura più meticolosa, le talee di gerani hanno un margine di fallibilità.

Un certo numero di talee finisce sempre per soccombere e marcire. Quindi, prendi sempre più talee: se vuoi ottenere 2 piantine, dovrai prelevare almeno 6 talee.

Puoi radicare i gerani in acqua?

La risposta è , ma non è consigliabile. Puoi farlo, ma è un passaggio in più, dal momento che devi comunque mettere le talee nel terreno in un secondo momento.

Inoltre, la percentuale di successo delle talee di gerani radicate nell’acqua è inferiore rispetto a quelle coltivate ​​direttamente nel terreno, inoltre gli steli diventano molli e gonfi e sono facilmente soggetti a marciume.

In più, quando si mettono in vaso le piante, spesso appassiscono e richiedono tempo per riprendersi. Insomma, non ne vale la pena.

Moltiplicazione per talea

I gerani non sono mai completamente dormienti, quindi le talee possono essere prelevate in qualsiasi stagione.

Detto questo, radicano meglio sotto al caldo, con un sole splendente e lunghe giornate, quindi la percentuale di successo diminuisce durante i mesi invernali. La primavera fino all’inizio dell’autunno è il momento migliore per moltiplicarli.

Inizia con una pianta adulta sana. Innaffiala il giorno prima di prelevare le talee così gli steli e le foglie saranno ben idratati.

Prepara i vasi

La miscela di terreno per piante d’appartamento in commercio va più che bene, ma alcune persone trovano che le talee radicano meglio in un mix più leggero del solito, quindi sentiti libero di aggiungere circa ¼ di perlite o sabbia.

Ovviamente, le talee di steli verdi più giovani radicheranno meglio di quelle più vecchie che hanno iniziato a diventare legnose.

Pulisci le forbici o le cesoie con un panno imbevuto di una miscela di acqua e qualche goccia di candeggina per sterilizzarle.

Dove tagliare le talee di geranio

Nella maggior parte delle piante, compresi i gerani, è dal nodo che la pianta produce non solo nuovi germogli, ma anche radici. Quando pianti un nodo nel terreno, è molto probabile che attecchisca.

Prendi una talea facendo il taglio appena sopra un nodo fogliare. Taglia lo stelo a una lunghezza di circa 8 cm.

Il taglio in seguito si asciugherà leggermente alla base, quindi ecco perché non dovrai tagliare sotto al nodo ma sopra, altrimenti anche il nodo si asciugherà e non si svilupperanno radici.

Pulisci il taglio, rimuovendo eventuali fiori perché le tue talee concentrino la loro energia sulla radicazione e non sulla fioritura.

Rimuovi anche le foglie più basse, scoprendo così almeno due nodi. Rimuovere anche le stipole (minuscole foglioline triangolari secondarie) che sono attaccate ai nodi.

Spolvera un po’ di ormone radicante (questo passaggio è facoltativo ma garantisce maggior successo) sulla parte inferiore dello stelo con un batuffolo di cotone per favorire una migliore radicazione.

Pianta la talea di Geranio

A questo punto, fai un buco nel terriccio, proprio al centro del vaso e inserisci la talea nel vaso.

Inserisci la parte inferiore del taglio nel foro, abbastanza in profondità da coprire almeno il nodo più basso (dove hai rimosso le foglie).

Sposta le talee in un luogo caldo con luce solare parziale o luce intensa, probabilmente sul davanzale di una finestra o in balcone al sole screziato.

Tieni d’occhio le talee, annaffiando leggermente se necessario in modo che non si secchino mai del tutto.

Aspettati di vedere spuntare una nuova crescita, un segno che la moltiplicazione ha avuto successo, entro 4-8 settimane.

Quando saranno radicati, rinvasa le talee in vasi singoli e magari di poco più grandi.

Adriana Capasso
Nata a Napoli e laureata in Lettere. Convinta che prendersi cura degli esseri viventi, imparando a conoscerli sia, alla fine, prendersi cura di se stessi. Parlo delle piante, ovviamente.