Come riprodurre la Sansevieria in acqua

Elegante, resistente e bellissima: la sansevieria, anche conosciuta come lingua di suocera o pianta serpente, è una delle piante da interne più amate proprio per le sue caratteristiche.

Probabilmente l’avete in casa da molti anni e ne ignorate il vero nome: è, infatti, una pianta comunissima e molto amata.

Può durare anni e anni senza mai dare problemi e, se tenuta nelle giuste condizioni, può anche crescere molto.

Ama la luce, non quella diretta, ma sopravvive bene in ogni ambiente donando un tocco di verde ai nostri interni.

Ma è possibile riprodurla e moltiplicarla in modo facile e veloce? Assolutamente sì, anzi, la si può tranquillamente riprodurre in acqua.

Vediamo insieme come fare!

Tagliate una foglia

Il primo passo da compiere è quello di tagliare una foglia dalla vostra sansevieria.

Importante è sceglierne una che sia, innanzitutto, sana e né troppo giovane né troppo vecchia.

L’ideale è una foglia intermedia, quindi non una di quelle esterne né una di quelle interne.

Tagliatela alla base con delle cesoie o delle forbici sterilizzate.

N.B: utilizzare degli strumenti sterilizzati è fondamentale per evitare che la pianta sviluppi infezioni o malattie.

Per la riproduzione, potete scegliere di utilizzare la foglia intera oppure di tagliarla in porzioni più piccole.

In tal caso, tagliate la foglia in piccole porzioni di 8-10 cm ciascuna.

Lasciate cicatrizzare i tagli

A questo punto, dovete lasciar cicatrizzare i tagli per garantirvi una successiva corretta crescita di radici.

L’ideale è mettere la foglia o le porzioni di foglia all’aria aperta per circa 2 giorni.

Volendo, dopo questo lasso di tempo, potete anche intingere la foglia in un bicchiere d’acqua in cui avete messo 2 cucchiaini di cannella.

Oltre ad avere una funzione disinfettante, infatti, la cannella è anche uno stimolante per la crescita di nuove radici.

Mettete le foglie in acqua

Adesso arriva la parte più delicata. Dovete mettere la foglia o le sue porzioni in acqua dove, col tempo, metteranno nuove radici.

Come fare? Basta un bicchiere.

Mettete degli stuzzicadenti nella foglia in modo che questa resti sospesa sul bicchiere e solo la sua base sia immersa nell’acqua.

Posizionate il bicchiere con la foglia sul davanzale di una finestra: la luce del sole favorirà lo sviluppo di nuove radici.

Cambiate l’acqua

Non lasciate che l’acqua ristagni. Importante è che almeno una volta la settimana la sostituiate con acqua pulita.

Inoltre, controllate con frequenza la foglia. Se, alla sua base, inizia a sviluppare muffe, pulitele con pazienza e cambiate l’acqua con maggior frequenza.

Fondamentale per la crescita di radici sane è mantenere l’acqua più pulita possibile.

Verificate, poi, che l’acqua utilizzata sia povera di sodio e di calcare: queste due sostanze, infatti, possono far marcire le nostre foglioline con più facilità.

Se sarete attenti, vedrete le foglie mettere le prime radici dopo circa 2 mesi.

Piantate in vaso

Prima di piantare le vostre nuove piantine di sansevieria, dovete aspettare che le radici siano cresciute di almeno 1 cm.

Inoltre, potete anche aspettare un po’ di più, finché non crescano addirittura i primi germogli.

Scegliete un terriccio ricco di sostanze nutritive e ben drenato per piantare le nuove sansevierie.

Col tempo, le vedrete crescere e diventare alte e belle come la pianta di partenza.

Posso riprodurre la sansevieria direttamente nel terreno?

Se vi state chiedendo se potete far mettere nuove radici alla sansevieria, piantando la foglia direttamente in un nuovo vaso, la risposta è affermativa.

Tuttavia, se nel caso della propagazione in acqua, occorrono circa 2 mesi perché la foglia metta nuove radici, nel terreno la pianta metterà nuove radici dopo molto più tempo.

Il procedimento sarà, dunque, ugualmente efficace, ma molto più lungo.

Se ti è piaciuto questo rimediuccio.. CON DI VIDI <3

Gianluca Grimaldi
Da sempre sono appassionato di fiori e piante, di giardinaggio e di tutto quello che è "verde". Credo che la parola "ecologia" sia sinonimo della parola "futuro".