Come rimediare se il Geranio ha i Rami spezzati?

Non ci sono dubbi: la pianta più acquistata in primavera è, senz’ombra di dubbio, il Geranio.

Con i suoi fiori colorati e le sue foglie arrotondate, questa pianta ornamentale rende le ringhiere e i balconi un piacere per gli occhi.

I suoi rami, però, a volte si allungano e diventano molto rigidi e legnosi. Inoltre, il metterli in vasi da ringhiera ne aumenta l’esposizione al vento che, quando è forte, potrebbe spezzare i rami.

Cosa fare quando questo accade, a causa del vento o di altre cause, rovinando, almeno in apparenza, il Geranio? Scopriamolo insieme.

Fare delle talee

Alcuni rami, con foglie o addirittura fiori, si sono spezzati e siete riusciti a recuperarli? Potete farne delle talee.

Sono sempre felice di aiutarti ad avere finalmente il "Pollice Verde". Se vuoi ricevere i miei consigli di giardinaggio direttamente sul tuo WhatsApp puoi aggiungermi e fare questa procedura. Oppure puoi entrare nel nostro Gruppo Facebook dove puoi spiegarmi il TUO dubbio su fiori e piante... e non dimenticare di mettere una foto della tua pianta così capisco subito il problema! Ti Aspetto!

Potete provare sia a mettere la base in un vaso pieno d’acqua sia a mettere la base del ramo in un composto a base di sabbia e torba umida, posizionando poi il tutto alla luce del sole e a una temperatura che si aggira intorno ai 20 °C.

Dopo qualche settimana, noterete che sono spuntate delle radici. A questo punto, potete mettere la vostra talea in terriccio per piante fiorite e, con la crescita, avrete una vera e proprio nuova pianta di gerani.

Il vostro Geranio ha solo foglie e niente fiori? Ecco perché.

Passare della cannella

I rami che sono stati spezzati sono, spesso, più vulnerabili degli altri e possono sviluppare infezioni o malattie. Il rischio è che l’intera pianta ne venga poi infettata.

L’ideale è fare un gesto veloce e semplicissimo: passate sulla parte spezzata un po’ di cannella in polvere.

Questa sostanza, che di solito utilizziamo in cucina, è in realtà un antibatterico naturale e riduce il rischio di diffusione di malattie.

Leggete qui per scoprire gli altri usi della cannella in giardino.

Potare

Quando i rami si spezzano, il Geranio può risultare asimmetrico e sbilanciato. In questi casi, non potete fare altro che potare la pianta in modo da ridarle una forma equilibrata: questo aiuterà la sua crescita futura.

Per potare, utilizzate sempre delle cesoie ben sterilizzate e tentate sempre di recidere quei rami che appaiono troppo legnosi e secchi.

Al di là dei casi di rami spezzati o danneggiati, il Geranio andrebbe potato almeno una volta l’anno tra la fine dell’inverno e l’inizio della primavera.

Concimare con azoto

Quando il Geranio ha perso molti rami e la sua chioma si è ridotta, dobbiamo stimolare la pianta a produrne di nuovi.

Per farlo, oltre a seguire tutte le regole di coltivazione di questa pianta, possiamo stimolare la crescita vegetativa con concimi a base di azoto.

Utilizziamo un prodotto specifico, chiedendo magari consiglio al vivaista. Nel frattempo, possiamo rimediare con un concime naturale fai da te: i fondi di caffè.

Vi basterà prendere dei fondi di caffè, dopo averli fatti raffreddare, sbriciolarli con le mani e spargerli sul terriccio alla base della pianta.

Questa sostanza è, infatti, ricca d’azoto e stimola l’attività vegetativa della pianta.

Altre curiosità su questo concime naturale possono essere trovate qui.

Come proteggere i rami

Sono diversi i fattori che possono far sì che i rami del vostro Geranio si spezzino: a volte si tratta del vento forte, altre può accadere semplicemente che la pianta cada danneggiandosi o che, nell’innaffiarla, siamo un po’ maldestri e spezziamo un ramo.

Per evitare che questo accada possiamo compiere alcune semplici azioni.

Quando c’è troppo vento o ci sono intemperie, proteggiamo la pianta con dei teli in nylon o portandola in casa.

Inoltre, quando la potiamo, diamole sempre una forma abbastanza compatta: in questo modo sarà più difficile che i rami si spezzino.

Attenzione: nel caso di danni seri alla pianta, rivolgetevi a un professionista per ottenere i migliori consigli di cura.

Gianluca Grimaldi
Da sempre sono appassionato di fiori e piante, di giardinaggio e di tutto quello che è "verde". Credo che la parola "ecologia" sia sinonimo della parola "futuro".