Non lasciare le Piante al Buio quando sei in vacanza con queste Soluzioni

Quando vai in vacanza ti preoccupi che le tue piante non si secchino e che ricevano comunque abbastanza acqua per sopravvivere, ma come fare per garantire anche la giusta esposizione alla luce?

Acqua e luce del sole sono fondamentali e anche se stai via solo per una settimana, se lasci le piante d’appartamento al buio, queste potrebbero mostrare segni di sofferenza al tuo ritorno.

Ci sono alcune soluzioni che puoi adottare, vediamo subito insieme come evitare di lasciare la pianta da interno al buio quando sei in vacanza!

Portale all’esterno

La soluzione più ovvia è portare le piante d’appartamento all’esterno, in balcone o in giardino in modo che quando chiudi casa e parti non restino al buio.

Ma non puoi shockare le piante che sono abituate alla luce indiretta della tua casa portandole improvvisamente fuori sotto la luce diretta del sole estivo.

Ti aspetto nel nostro Gruppo Facebook dove puoi spiegarmi il TUO dubbio su fiori e piante... e non dimenticare di mettere una foto della tua pianta così capisco subito il problema! Ti Aspetto!

C’è un modo per ovviare a questo problema ed è acclimatare le piante gradualmente prima del giorno della tua partenza.

Questa soluzione richiede una programmazione da parte tua e almeno 2 settimane di anticipo. Se le tue piante d’appartamento non sono tante puoi provare a spostarle all’esterno per un’ora e, se reagiscono bene, puoi aumentare man mano il tempo di esposizione all’esterno.

È una soluzione più macchinosa, ma se non hai in casa delle stanze che restano illuminate quando sei via, resta l’unico stratagemma da adottare.

Considera anche che, stando all’esterno e dunque al caldo torrido, le piante avranno bisogno di più acqua mentre sei via, fornisci anche una zona d’ombra dove saranno riparate nelle ore più calde.

Mettile in veranda

Se sei tra i fortunati che dispongono di una veranda che resta sempre illuminata anche quando il resto della casa è al buio allora non c’è luogo più adatto.

Sposta le piante in questa zona della casa dove riceveranno la giusta quantità di luce.

Se le finestre della veranda sono esposte a sud o ad est riceveranno i raggi diretti e anche in questo caso sarà opportuno filtrare la luce che può bruciare le foglie abituate ad un’esposizione più lieve.

Raggruppale dove c’è luce

Se non hai a disposizione un balcone, un giardino o una veranda dovrai ingegnarti per capire se c’è un luogo alternativo dove raggruppare le tue piante.

Se proprio non ti viene in mente niente allora dovrai raggrupparle in una stanza della tua casa dove lascerai entrare un minimo di luce. Se hai le tapparelle, tienile alzate a metà e raggruppa le piante vicino la porta finestra.

Insomma, fai in modo da non lasciarle mai completamente al buio per non trovare sorprese al tuo ritorno.

Adriana Capasso
Nata a Napoli e laureata in Lettere. Convinta che prendersi cura degli esseri viventi, imparando a conoscerli sia, alla fine, prendersi cura di se stessi. Parlo delle piante, ovviamente.