Se il tuo Ficus Bonsai non fa nuove foglioline prova a seguire questi consigli

La bellezza ornamentale del ficus ginseng è nella sua forma bonsai una vera garanzia.

Contemporaneamente, le sue foglioline di un verde intenso possono però essere poche e questo potrebbe dipendere sia da qualcosa di sbagliato che stiamo facendo, sia da qualche esigenza specifica del ficus.

Vediamo insieme come mai non ci sono nuove foglioline da tempo e come incentivare nuova produzione sul nostro ficus ginseng.

Lo hai potato?

La potatura è una prassi necessaria, soprattutto per le piante di piccole dimensioni poiché non solo ne modella la forma, in questo caso specifico essendo un bonsai, ma soprattutto ne stimola nuova crescita.

Occhio al periodo nel quale effettuarla. Quando potiamo il ficus vedremo che dal taglio fuoriesce della sostanza simile al lattice che non è altro che la linfa vitale.

Ti aspetto nel nostro Gruppo Facebook dove puoi spiegarmi il TUO dubbio su fiori e piante... e non dimenticare di mettere una foto della tua pianta così capisco subito il problema! Ti Aspetto!

La fuoriuscita copiosa in un periodo in cui vi è nuova produzione, potrebbe indebolire il ramo proprio quando il ficus ne ha più bisogno.

Pota il tuo ficus prima della nascita delle nuove gemme, in modo non drastico ma sufficiente per incentivare nuova produzione sulla chioma.

Carenza di azoto

La mancanza di sostanze nutritive è un altro dei problemi più comuni che impedisce la produzione di nuove foglie.

Potrebbe essere in carenza di azoto, il principale responsabile della cura delle parti verdi della pianta.

Fornisci al ficus bonsai un tipo di fertilizzante equilibrato e che possa incentivare la produzione in modo adeguato della chioma dalla quale poter carpire la luce e respirare.

Controlla che non vi siano infezioni

Dai un’occhiata alle radici e assicurati che non vi siano infezioni come radici marce. Potrai riconoscerle dal colore nero e dall’odore maleodorante.

Infezioni all’apparato radicale mettono in condizione il ficus di essere sotto stress e dover sopravvivere e combattere per questo; quindi, non ha abbastanza forza per mettere su nuova produzione.

Il vaso è troppo stretto

Il ficus bonsai ha bisogno di spazio e spesso i vasi che vengono forniti all’acquisto sono stretti e contengono un terriccio non adeguato.

Se non c’è la possibilità di espandere l’apparato radicale, allo stesso modo la chioma non potrà rinfoltirsi e mettere su nuove gemme.

Scegli un vaso che sia al massimo superiore di 10 cm di diametro a quello precedente e una miscela di terriccio che non sia troppo compatta ma soffice e drenante, ricca di materiali grossolani.

Dove lo tieni?

Anche se è considerato come una pianta da interni, il ficus bonsai richiede una grande quantità di luce e una temperatura costante.

Ciò di cui possono godere è un ambiente umido, quindi puoi manipolare l’umidità facendo in modo che ne goda i benefici. Puoi posizionarlo su un sottovaso con ciottoli e acqua o nebulizzare di tanto in tanto le foglioline.

Scegli una posizione ad est, dalla quale possa godere dei primi raggi del giorno, non violenti ma molto luminosi.

Giuseppe Iozzi
Nato a Napoli. Psicologo, col pollice verde. Ascolto i pazienti per professione, parlo alle piante per passione.