Rinvigorire il terriccio del Ficus Bonsai è semplice se segui questi consigli

Il ficus bonsai è una pianta che non ha particolari pretese ma apprezza un terriccio particolarmente ricco di Sali minerali ed elementi nutritivi.

È per questo che si rende necessario almeno una volta l’anno provare a rinvigorire il terriccio ormai povero dopo essere stato “lavato” dalle innaffiature regolari durante tutto l’anno.

Generalmente puoi rinvasare il terriccio ma se sai come fare puoi anche provare a rivitalizzarlo utilizzando alcune cose che hai senz’altro già in casa.

Questo nel periodo intermedio all’invaso, quindi prima di giungere alla fine dell’anno e nel mezzo di un paio d’anni canonici per un rinvaso.

Vediamo in che modo rivitalizzare il terriccio del tuo ficus ginseng per averlo sempre bello e pieno di foglioline.

Ti aspetto nel nostro Gruppo Facebook dove puoi spiegarmi il TUO dubbio su fiori e piante... e non dimenticare di mettere una foto della tua pianta così capisco subito il problema! Ti Aspetto!

Perché rivitalizzare il terriccio?

Se non adeguatamente rinvigorito, il terriccio può danneggiare il fogliame causando foglie gialle o macchie nere sulle foglie.

Può verificarsi il fenomeno della clorosi che segnala carenza di sali minerali nel terriccio. Se le foglie gialle sono poste all’estremità delle ramificazioni, segnalano una carenza di ferro; se sono a stretto contatto dello stelo, è carenza di azoto.

Puoi utilizzare fondi del thè

Siamo soliti gettare via le bustine del thè una volta lasciate in infusione in acqua.

In realtà puoi utilizzare i fondi del thè per rivitalizzare il terriccio, poiché ricche di Sali minerali che puoi riversare nel terriccio del tuo ficus bonsai.

Mescola all’acqua i fondi del thè rimasti nelle bustine, poi riversa il tutto nel vaso del tuo ficus. In questo modo le sostanze nutritive arriveranno direttamente alla terra, rinvigorendola.

Serviti dei fondi di caffè

Il caffè contiene numerose sostanze nutritive fondamentali per la concimazione: minerali come calcio, magnesio, azoto e potassio.

Devi sapere come conservarli per utilizzarli e una regola fondamentale è quella che prevede che siano ben asciutti prima di essere utilizzati e riposti in un contenitore di plastica o di vetro, in modo da evitare il più possibile la formazione di muffe.

In un innaffiatoio puoi lasciar decantare i fondi di caffè in acqua: per circa 2l di acqua puoi aggiungere un bicchiere di fondi di caffè, più o meno 6 fondi di caffè.

Lascialo decantare nell’innaffiatoio almeno per 24 ore così che il caffè possa rilasciare pienamente tutte le sue componenti disciolte in acqua. A questo punto puoi utilizzare quest’acqua per innaffiare il ficus.

Sai che puoi usare il vino rosso?

Il vino rosso è una sostanza ricca di Sali minerali, ideale per rinvigorire il terriccio senza arrivare al rinvaso.

Quando hai terminato di bere una bottiglia di vino rosso riempila completamente d’acqua e versane il contenuto nella terra. Puoi farlo ogni volta che ti capita l’occasione.

Hai appena bollito delle verdure?

Puoi nutrire il terriccio e rinvigorirlo bagnandolo con l’acqua di cotture che hai utilizzato per bollire le verdure.

Quando lessi carote, zucchine, spinaci non salare l’acqua e, una volta che hai scolato le verdure, e una volta raffreddata versala nel terriccio. Verserai con esso tutta una serie di Sali minerali scaturiti dalle verdure precedentemente.

Giuseppe Iozzi
Nato a Napoli. Psicologo, col pollice verde. Ascolto i pazienti per professione, parlo alle piante per passione.