L’Orchidea ha solo una radice? Prova questi metodi e cresceranno subito tante radici sane

La maggior parte delle persone crede che sia difficile far crescere le radici, specialmente per un’orchidea malata che ha perso le sue radici a causa del marciume radicale o dell’eccessiva irrigazione.

Per incoraggiare un’orchidea a mettere radici, devi solo fornire due condizioni: temperatura calda e umidità alla base dello stelo.

Ma bisogna chiarire alcuni punti per evitare di cadere in errore.

Vediamo insieme come fare per stimolare le radici di un’orchidea che ne ha poche!

Perché è importante far crescere nuove radici

Mentre molti coltivatori si concentrano sui fiori e sulle foglie, è molto più importante far crescere quante più radici sane possibile.

Ti aspetto nel nostro Gruppo Facebook dove puoi spiegarmi il TUO dubbio su fiori e piante... e non dimenticare di mettere una foto della tua pianta così capisco subito il problema! Ti Aspetto!

Le radici svolgono un ruolo cruciale nella salute generale di un’orchidea, non solo dando stabilità alla pianta in un vaso o attaccandosi a un albero, ma anche nell’assorbimento di umidità e sostanze nutritive.

Un’orchidea che ha solo poche radici o addirittura ha perso tutte le sue radici verrebbe ostacolata nella sua crescita poiché non ci sono radici sufficienti per sostenere le sue esigenze di umidità e nutrienti.

Le radici sono anche un importante indicatore di salute delle orchidee. Se un’orchidea non ha sviluppato nuove radici durante la stagione di crescita, è un segno che l’orchidea è sotto stress, alcuni fattori che causano o contribuiscono a questa situazione sono mancanza di ventilazione intorno alle radici, parassiti e attacchi di funghi.

La temperatura è importante

In natura, la maggior parte delle orchidee sviluppa nuove radici quando la temperatura è mite o calda.

Se la temperatura dell’ambiente di coltivazione è troppo bassa, le radici non vengono stimolate facilmente.

Chi è più attrezzato e coltiva le piante ad un livello più alto usano i tappetini riscaldanti che provvedono a tenere costante la temperatura del vaso e delle radici in modo da stimolarne la crescita.

Tuttavia, se non hai a disposizione questo strumento puoi creare un ambiente caldo e umido per la tua pianta.

Se tieni l’orchidea momentaneamente vicina ad una fonte di calore solo nel periodo in cui vuoi stimolare le radici, abbi però l’attenzione di fornire alla pianta l’umidità che viene portata via dal riscaldamento.

Aumenta l’umidità

Le orchidee che hanno perso le radici per il marciume sono in questo stato per via di un eccesso di acqua o perché il substrato in cui viene coltivata trattiene troppa umidità.

La chiave per far crescere nuove radici per un’orchidea senza radici è quindi correggere prima la routine di innaffiatura e assicurarsi poi un buon livello di umidità attorno alla base dello stelo.

Appoggia l’orchidea senza radici su un nuovo terreno umido. Può essere corteccia con uno strato superiore di materiale che trattenga più acqua. Lo sfagno è ideale a questo scopo, specialmente per gli ambienti di crescita troppo secchi.

Un altro metodo per stimolare la crescita di nuove radici è il metodo a sfioro che consiste nel mettere il fusto su un barattolo con dell’acqua senza che la radice rimasta la tocchi direttamente.

Un’orchidea malata sviluppa nuove radici naturalmente due settimane dopo essere stata rinvasata.

Va notato che promuovere la crescita delle radici per un’orchidea sana può essere molto diverso dal farlo per un’orchidea che ha perso tutte le sue radici perché non ci sono radici per assorbire umidità e nutrienti che promuovano nuove radici.

Adriana Capasso
Nata a Napoli e laureata in Lettere. Convinta che prendersi cura degli esseri viventi, imparando a conoscerli sia, alla fine, prendersi cura di se stessi. Parlo delle piante, ovviamente.