Quali Piante possiamo tenere in Bagno?

Va di moda negli ultimi anni adornare il bagno della nostra casa con i nostri amici verdi, piante che regalano a questa stanza un tocco tropicale.

Non tutte le piante però amano questa stanza e questo per specifiche motivazioni legate alla temperatura solita, alla luce e ad altri fattori tipici di questa stanza della nostra casa, diversa dalle altre.

Se vuoi scegliere una pianta adatta per il tuo bagno tieni presente ciò di cui ti parlerò, che possa aiutarti nello scegliere bene, capendo insieme in che modo discriminare le piante adatte.

Che caratteristiche ha il bagno?

Diversamente dalle altre stanze della casa, il bagno ha alcune caratteristiche specifiche che devi tenere particolarmente in considerazione se vuoi metterci delle piante.

Poca luce

Il bagno potrebbe essere la stanza meno luminosa della casa poiché spesso non finestrato o con finestre molto più piccole rispetto alle altre stanze.

Ti aspetto nel nostro Gruppo Facebook dove puoi spiegarmi il TUO dubbio su fiori e piante... e non dimenticare di mettere una foto della tua pianta così capisco subito il problema! Ti Aspetto!

A tal proposito l’ideale sarebbe scegliere piante che possano adattarsi bene a condizioni di scarsa illuminazione per evitare di indurle in sofferenza.

Tanta umidità

Forse è la stanza che tra tutte risulta come la più umida, a causa dei vapori che si sprigionano a seguito di una doccia calda, umidità che spesso non si dissipa immediatamente ma si attacca alle pareti o al soffitto.

Il fattore umidità è cruciale per la sopravvivenza di molte piante ma dannoso per altre e saper scegliere in base alla risposta della pianta in fatto di umidità è una discriminante preziosissima.

Le piante più adatte: Le tropicali

In generale, vista l’ambientazione esotica e tropicale di una stanza come il bagno, tra le più adatte potremmo annoverare proprio le piane tropicali, quelle che ben si prestano e si adattano a scarsa luce ed elevata umidità.

Pothos

pothos-pianta-bagno

Spesso di grande effetto vista la sua cascata di foglie, posizionata anche sopra le docce, il pothos è la pianta tropicale per eccellenza che si adatta perfettamente all’ambientazione del bagno.

Non ama la luce diretta, di contro ama l’umidità,  e non richiede chissà quali attenzioni per essere gestita al meglio.

Filodendro

filodendro-pianta-bagno

Come per il pothos, il filodendro ama la tipica ambientazione che può offrire una stanza come il bagno nascendo in contesti tropicali e parecchio umidi.

È anche una delle più apprezzate vista la bellezza e la lucentezza delle foglie, alcune allungate, altre ovali o a forma di cuore, altre ancora con fori e incisioni a margini interi.

Aglaonema

aglaonema-pianta-bagno

Nasce nella foresta pluviale e per questo riesce a tollerare l’alta umidità e le temperature miti.

Ti basterà collocarla nei pressi della finestra, là dove poterla esporre ad un tantino di luce indiretta, quanto basta per non far macchiare le sue belle foglie.

Kentia

kentia-pianta-bagno

Non c’è altra pianta come questa dalle foglie grosse e palmate che riesce a donare un tocco tropicale ad una stanza.

Questa palmetta, come la altre, non ama la luce diretta e le correnti d’aria e metterla in bagno è una scelta corretta per assicurare umidità e giusta luminosità.

Orchidea

orchidea-pianta-bagno

La phalaenopsis è sicuramente l’orchidea casalinga per eccellenza dalle fioriture raffinate ed eleganti ma anche grosse e vistose.

Visto l’evidente tasso di umidità di cui necessita, il bagno è tra le stanze spesso prescelte.

Occhio alla poca luminosità che puoi ovviare posizionando la tua orchidea su un davanzale, avendo cura di non sottoporla a correnti fredde quando la finestra è aperta.

Le piante più adatte: Le tenaci

Oltre a quelle tropicali ve ne sono altre che hanno grande capacità di adattamento e tenacia, che ben si prestano alle condizioni spesso difficili di questa specifica stanza della casa.

Aspidistra

aspidistra-pianta-bagno

L’indistruttibile, a prova di pollice nero, soprannominata “pianta di piombo”.

Un ambiente poco luminoso o umido come il bagno non le fanno alcun effetto, è capace di adattarsi ovunque e offrire eleganza ad ogni ambiente con le sue belle foglie lanceolate.

Sansevieria

sansevieria-pianta-bagno

La sansevieria è una delle piante più tenaci, anche in un ambiente spesso umido e questo potrebbe essere l’unico neo del tenerla in bagno.

Ama la luminosità ma non la luce direttateme il freddo ed il gelo, e una stanza spesso calda come il bagno potrebbe tutelarla da questo punto di vista.

Dracena

dracena-pianta-bagno

Dall’aspetto esotico vista la sua chioma, è una delle piante che ha meno esigenze in fatto di luce o innaffiature e quindi risulta facile da curare.

La dracena è una pianta utile a purificare l’aria e per questo spesso prediletta come pianta da interno.

Giuseppe Iozzi
Nato a Napoli. Psicologo, col pollice verde. Ascolto i pazienti per professione, parlo alle piante per passione.