Philodendron: come curarlo nel modo giusto

Il genere Philodendron contiene centinaia di specie di piante molto popolari coltivate come piante d’appartamento per le loro foglie verdi.

Le loro foglie sono generalmente grandi, verdi e lucide, aggiungendo un tocco tropicale alla tua casa.

Esistono due tipi fondamentali di filodendri: le piante rampicanti e le piante non rampicanti.

In generale, queste piante crescono velocemente. Scopriamo insieme come coltivare il philodendron!

Caratteristiche

Troverai qui elencate le caratteristiche del Philodendron, a partire dalle varietà più comuni e più conosciute, fino alle informazioni sulla fioritura.

Varietà

Alcune delle specie più comuni di filodendro includono:

  • Philodendron scandens: questa pianta è una rampicante molto popolare. Ha foglie cuoriformi a volte multicolori.
  • Philodendron erubescens: è una rampicante vigorosa con fusti e foglie rossastre.
  • Philodendron melanochrysum: questa pianta è una straordinaria pianta rampicante con foglie scure e vellutate in bronzo.
  • Philodendron rojo: questo è un ibrido che rimane piccolo ma conserva il suo vigore.
  • Philodendron bipinnatifidum: è una grande pianta con foglie profondamente lobate ed è talvolta chiamato filodendro di lacy tree.

Cura del filodendro
Quando ti prendi cura di una pianta di filodendro indoor, cerca di imitare il suo ambiente tropicale naturale. Fornisci molto calore e umidità vicino a una finestra soleggiata. Le piante d’appartamento del filodendro tendono anche ad apprezzare un po’ di tempo all’aperto durante la stagione calda per prendere aria fresca e luce naturale. Ma assicurati di posizionarli in un luogo un po’ ombreggiato, poiché la luce solare diretta può bruciarli.

Inoltre, per mantenere l’aspetto e il funzionamento ottimale delle foglie della tua pianta, spolverale regolarmente con un panno umido. Se le tue viti di filodendro diventano troppo lunghe per i tuoi gusti, puoi tagliarle. Il momento migliore per farlo è in primavera o in estate.

Esposizione

I filodendri in genere crescono meglio alla luce solare parziale.

In natura riceverebbero luce screziata sotto alberi e piante tropicali, non il sole diretto.

All’interno, posizionali vicino a una finestra che riceve una luce brillante e indiretta.

Troppa poca luce può portare ad una crescita degli steli a discapito delle foglie. Ma troppa luce può far ingiallire molte foglie contemporaneamente.

Fioritura

I fiori del filodendro sono costituiti da una spata bianca e uno spadice giallastro nella parte centrale.

Tuttavia queste piante fioriscono raramente soprattutto se coltivate in casa.

In ogni caso la fioritura avviene in estate.

Coltivazione e cura

Vediamo insieme di quali cure ha bisogno il Philodendron per crescere sano e forte, a partire dal terreno di cui ha bisogno fino alle informazioni sulla potatura.

Terreno

I filodendri amano un terriccio sciolto ricco di materia organica.

Il terreno deve avere un buon drenaggio: mescola il terreno con parti uguali di corteccia e perlite.

Per le piante in vaso, si consiglia di sostituire il terreno del filodendro ogni due anni circa.

Queste piante sono sensibili ai sali che si accumulano nel terreno tramite l’irrigazione, che può causare l’imbrunimento e l’ingiallimento delle foglie.

Puoi eliminare periodicamente alcuni dei sali innaffiando accuratamente il vaso fino a quando l’acqua non fuoriesce dai fori di drenaggio.

Quando innaffiare

Queste piante generalmente amano una moderata quantità di umidità del terreno.

Innaffia ogni volta che i due cm superiori del terreno si sono asciugati.

Sia l’eccessiva irrigazione che la mancanza d’acqua possono far cadere le foglie, quindi valuta quando è il momento di annaffiare in base alla secchezza del terreno.

I filodendri non crescono bene in un terreno troppo zuppo, poiché ciò può portare al marciume delle radici.

Le varietà non rampicanti tendono ad avere un po’ più di tolleranza alla siccità rispetto alle specie rampicanti.

Concime

Usa un fertilizzante liquido bilanciato (sulla confezione troverai tre numeri uguali, ad es. 10-10-10) mensilmente sulla tua pianta in primavera e in estate.

Quindi, riduci la concimazione a ogni sei-otto settimane in autunno e in inverno.

Se la tua pianta non riceve abbastanza concime, la sua crescita sarà più lenta del normale e le sue foglie potrebbero apparire più piccole del solito.

Potatura

Poiché viene coltivata per la bellezza delle sue foglie, non è prevista una vera e propria potatura.

Tuttavia puoi tagliare le foglie gialle o malate e tenere la pianta in ordine rimuovendo dal terreno le foglie cadute.

Moltiplicazione

I filodendri rampicanti sono facili da propagare per talea.

Basta tagliare una porzione di 15 cm dello stelo e metterla in un barattolo d’acqua per far sviluppare le radici.

Una volta che si sono sviluppate diverse radici, invasa la talea in un terreno umido.

Inoltre, i filodendri non rampicanti a volte fanno crescere piantine che possono essere accuratamente rimosse dalla pianta principale con le loro radici intatte una volta che hanno raggiunto una certa dimensione.

Piantale direttamente nei loro vasi con terreno umido.

Malattie e parassiti

Queste piante non hanno problemi seri con parassiti o malattie.

Ma possono essere sensibili ai comuni parassiti delle piante d’appartamento tra cui afidi, cocciniglie, tripidi e acari.

Tratta i parassiti con un sapone insetticida naturale o olio per l’orticoltura.

Come moltiplicare Filodendro?

Per moltiplicare il filodendro basta tagliare una porzione di 15 cm dello stelo e metterla in un barattolo d’acqua per far sviluppare le radici. Una volta che si sono sviluppate diverse radici, invasa la talea in un terreno umido.

Che pianta è Filodendro?

Il Filodendro è una pianta sempreverde della famiglia delle Araceae. Il genere philodendron conta centinaia di specie, di cui alcune sono rampicanti e altre no.

Come innaffiare Filodendro?

Le piante di philodendron generalmente amano una moderata quantità di acqua nel terreno.
Innaffia ogni volta che i primi centrimetri superiori del terreno si sono asciugati.

Quale concime usare per il Filodendro?

Per il filodendro puoi usare un classico concime per piante verdi o puoi miscelare al terreno un concime a lenta cessione sotto forma di piccole palline o di bastoncini fertilizzanti. Se usi in concime per piante verdi, fertilizza una volta al mese dalla primavera all’autunno.

Come riconoscere un filodendro?

Un filodendro viene confuso spesso con il genere dell’epipremnum, ovvero con il comune pothos. Si distingue perché ha foglie più sottili e allungate e di un verde più scuro, inoltre sullo stelo sono visibili i piccioli delle nuove foglie, a differenza del pothos.

Adriana Capasso
Nata a Napoli e laureata in Lettere. Convinta che prendersi cura degli esseri viventi, imparando a conoscerli sia, alla fine, prendersi cura di se stessi. Parlo delle piante, ovviamente.